Uncategorized

Il caso Viganò, la Chiesa, la fede, i media. Un colloquio

In occasione dell’uscita del libro Il caso Viganò (Fede & Cultura), Alessandro Gnocchi mi ha intervistato per Riscossa cristiana: https://www.riscossacristiana.it/il-caso-vigano-libro-valli-gnocchi/ Per gentile concessione dell’autore, ripropongo qui il testo del dialogo. Il caso Viganò raccontato in un libro di Aldo Maria Valli. A colloquio con l’autore di Alessandro Gnocchi In genere, gli editori storcono il naso quando gli si propone di pubblicare una raccolta di articoli o di saggi usciti su giornali o riviste. È pur vero che, ormai, gli editori storcono il naso quando gli si propone semplicemente di pubblicare un libro, però nel caso delle raccolte hanno spesso ragione….

Continue Reading

Attenti a quei due. Chi ha nominato i vescovi cinesi al sinodo?

Oltre che dallo spettro dell’acronimo LGBT, che si aggira per l’aula, il sinodo sui giovani in corso in Vaticano è segnato dalla presenza di due vescovi arrivati dalla Cina: Giuseppe Guo Jincai, vescovo di Chengde (provincia di Hebei) e Giovanni Battista Yang Xiaoting, vescovo di Yan’an (Shaanxi). Le foto ce li mostrano sorridenti, in mezzo ai confratelli delle altre parti del mondo. Ma chi ha nominato questi due vescovi? Padre Raymond de Souza sul Catholic Herald (http://www.catholicherald.co.uk/commentandblogs/2018/10/06/who-appointed-the-youth-synods-chinese-bishops/) se lo chiede apertamente, e non senza una punta di sarcasmo. Scrive de Souza: «I partecipanti al sinodo dei vescovi sono stati nominati…

Continue Reading

Il papa, i giovani e la ferula biforcuta

Per la Santa Messa di apertura del sinodo dei giovani papa Francesco ha usato una ferula che gli era stata donata durante l’incontro con i giovani al Circo Massimo. È un bastone che termina con due punte, attraverso le quali passa un grosso chiodo. Guardando la ferula più da vicino, si vede che alla confluenza dei due rami c’è una protuberanza, una specie di naso. Vuol forse dire che essi sono, o dovrebbero essere, due braccia, ovvero quelle di Gesù in croce? Ma il chiodo messo in quel modo? Sui social media ovviamente sono fioccati i commenti. Francesco è stato…

Continue Reading

Müller conferma: bloccata l’inchiesta su Murphy-O’Connor

Il cardinale Gerhard Müller conferma: l’inchiesta vaticana a carico del cardinale Cormac Murphy-O’Connor non è stata completata. L’indagine è stata infatti bloccata per la mancanza dell’approvazione da parte del papa. Il cardinale lo ha detto a LifeSiteNews a Washington (https://www.lifesitenews.com/news/cardinal-mueller-confirms-sex-abuse-investigation-against-uk-cardinal-was-s). Quando LifeSiteNews ha chiesto al cardinale Müller se papa Francesco ha effettivamente fatto interrompere le indagini sul cardinale inglese Murphy-O’Connor (morto a ottantacinque anni nel 2017), l’ex prefetto della Congregazione per la dottrina della fede, l’organismo incaricato di indagare sui casi di abusi sessuali, ha risposto di essere tenuto al rispetto del segreto pontificio. Ha comunque aggiunto che “l’approvazione del…

Continue Reading

E negli States arriva il “Dossier berretta rossa”

Un gruppo di indagine, per passare al setaccio le vite dei cardinali che fanno parte del sacro collegio e verificarne scelte e comportamenti a proposito di scandali, abusi o coperture. Il tutto allo scopo di rendere possibile la scelta di un futuro papa non compromesso. La notizia arriva dagli Stati Uniti e i dettagli, in effetti, sono molto americani. Con il tipico pragmatismo che domina da quelle parti, e con una grande fiducia nel potere del denaro, circa cento persone (tutte, a quanto pare, con risorse economiche di un certo livello e orientamento conservatore) si sono riunite per produrre quello…

Continue Reading

Cattolici su Marte (terza e ultima puntata)

Riassunto delle puntate precedenti Anno 2068. In vista del sinodo dei vescovi su Discernimento per una Chiesa in Uscita, la Chiesa ex cattolica, ora Rahneriana, chiama a consulto i giovani che presero parte ai lavori di preparazione del sinodo del 2018. Emerge che, grazie ai risultati del dialogo interreligioso, pochissimi sono rimasti cristiani, e tra quei pochi, in virtù del Nuovo Paradigma della Chiesa in Uscita, le antiche certezze si sono dissolte. Per l’occasione, in nome dell’ascolto, vengono interpellati anche i cattolici che si sono trasferiti su Marte. A differenza degli ex giovani ex cattolici, ora Rahneriani, tra i quali…

Continue Reading

Cattolici su Marte (seconda puntata)

Riassunto della puntata precedente Anno 2068. Per la fase preparatoria del sinodo dei vescovi sul tema Discernimento per una Chiesa in Uscita, la Chiesa ex cattolica, ora Rahneriana, chiama a raccolta i giovani che presero parte ai lavori in vista del sinodo del 2018. Il papa infatti li vuole consultare per capire qual è stata la loro esperienza dopo quella storica assise. Emerge che, grazie ai risultati del dialogo interreligioso, pochissimi sono rimasti cristiani, e tra quei pochi, in virtù del Nuovo Paradigma della Chiesa in Uscita, le antiche certezze si sono dissolte. Per l’occasione, in nome dell’ascolto, vengono interpellati…

Continue Reading

E adesso McCarrick vive dai cappuccini

Dov’è l’ex cardinale Theodore McCarrick? Dopo che è stato riconosciuto colpevole di abusi sessuali e si è dimesso dal collegio cardinalizio, dello “Zio Ted” (ottantotto anni) si erano perse le tracce, ma ora sappiamo che vive nel Kansas, diocesi di Salina. Alcune settimane fa si era diffusa la notizia che McCarrick vivesse ancora a Washington, in una bella villa, ma la diocesi di Washington https://adw.org/news/statement-on-archbishop-theodore-mccarricks-residence/ ha provveduto a precisare che non è così.  Nella dichiarazione ufficiale, che porta la data di ieri, si spiega appunto che  McCarrick ora vive nel convento di St. Fidelis a Victoria, nel Kansas, diocesi di…

Continue Reading

Cattolici su Marte (prima puntata)

Non fu facile per il Vaticano organizzare il sinodo del 2068, che voleva fare il punto sulla Chiesa (ex cattolica e ora Rahneriana) a mezzo secolo di distanza dal sinodo dedicato ai giovani. Già dal titolo ci fu qualche problema. L’idea in generale era di rifarsi a quello del 2018 (I giovani, la fede e il discernimento vocazionale) e di dedicare dunque il sinodo a Gli anziani, la fede e il discernimento vocazionale. Sarebbe stata anche l’occasione per ufficializzare alcuni opportuni e non più rinviabili cambiamenti. In campo dottrinale, per esempio, l’idea che le creature morte in stato di peccato…

Continue Reading

Noi, cristiani nella selva oscura. Rod Dreher a cuore aperto

“Credo che la mia vocazione sia aiutare gli altri ad amare Gesù Cristo e a servirlo”. Parola di Rod Dreher, giornalista e scrittore americano, autore del best seller mondiale L’opzione Benedetto.  Nell’intervista che Rod mi ha concesso racconta di sé, del suo lavoro, della sua vita interiore, oltre che della situazione in cui si trova la Chiesa oggi. L’opzione Benedetto ormai è qualcosa di più di un libro, per quanto di successo: è un’idea, una proposta rivolta ai cristiani di oggi per vivere la fede in una civiltà che non è più cristiana e si avvia a diventare post-umana. Nel quadro…

Continue Reading

L’ex seminarista e il teologo: messaggi per ricostruire partendo dalla verità

Continuano le prese di posizione sulla questione degli abusi nella Chiesa. Tra le più chiare e significative ne voglio segnalare due: la prima è la lettera aperta ai vescovi di un ex seminarista, la seconda è contenuta in un articolo di un teologo tedesco. Partiamo dalla lettera. Lui si chiama Paul Wood ed ha scritto alla Conferenza episcopale del Canada per chiedere quali misure intendano prendere i vescovi contro “l’innegabile pratica dell’omosessualità sfrenata e degli abusi sessuali nelle nostre parrocchie, nelle scuole e nei seminari”. Inviata in copia a un avvocato e rivolta in particolare all’attenzione dell’arcivescovo di Toronto, cardinale…

Continue Reading

Attenzione: parla Gaenswein. E si sente l’eco di Benedetto

Meritano attenzione le parole pronunciate dall’arcivescovo Georg Gaenswein, prefetto della Casa pontificia e segretario particolare di Benedetto XVI, durante la presentazione alla Camera dei deputati del libro di Rod Dreher L’opzione Benedetto. Con la crisi degli abusi sessuali, ha detto Gaenswein, la Chiesa sta vivendo il suo 11 settembre. Non abbiamo avuto aerei contro la basilica di San Pietro, ma la Chiesa è profondamente scossa e ferita. Nel libro di Dreher c’è la proposta, per uscire dalla crisi della Chiesa, di seguire l’esperienza delle comunità benedettine, secondo una formula tanto semplice quanto radicale: quaerere Deum, cercare Dio nella preghiera, proprio…

Continue Reading

Dalle donne cardinale ai matrimoni omosessuali. Significative connessioni seguendo le tracce del gesuita Keenan

Creare donne cardinale. Otto per l’esattezza. Con tanto di elenco. È la proposta del gesuita James Keenan  (https://www.ncronline.org/news/accountability/if-we-want-reform-church-lets-make-women-cardinals) che sostiene: sarebbe l’unico modo di riformare la Chiesa. Non è la prima volta che padre Keenan lancia la sua idea. Interessanti sono comunque i nomi delle otto “candidate”. Vediamoli. Suor Margaret Farley, già censurata dalla Congregazione per la dottrina della fede per il suo libro Just Love. A Framework for Christian Sexual Ethics (New York, Continuum, 2006), è una sostenitrice della masturbazione e dell’omosessualità. Nel suo libro afferma fra l’altro che “dovrebbe essere ormai chiaro che le relazioni e le attività…

Continue Reading

Se nel nome del rinnovamento si distrugge la vita contemplativa

Vultum Dei quaerere e Cor Orans: tra ambiguità e incongruenze (secondo di tre articoli) Nel precedente articolo ci siamo occupati del rischio che i monasteri femminili stanno correndo, sotto il profilo della loro autonomia e quindi della loro stessa vita, a causa dei contenuti di Vultum Dei quaerere, la costituzione apostolica sulla vita contemplativa del 29 giugno 2016, e di Cor orans, l’istruzione applicativa sulla vita contemplativa femminile, documenti che rendono obbligatoria l’affiliazione dei monasteri alle federazioni. Proprio in Cor orans, balza agli occhi la richiesta che i monasteri, tramite le federazioni, “superino l’isolamento” (n. 7). Ma il fatto che…

Continue Reading

Il confronto Bergoglio-Viganò? Un filosofo lo vede così

La vicenda del memoriale dell’arcivescovo Carlo Maria Viganò sta tenendo banco da giorni nei commenti dei principali osservatori di cose vaticane, e seguire tutto non è facile. Comunque sia, tra le valutazioni più intelligenti (ovviamente a giudizio del sottoscritto) sembra esserci quella del filosofo Edward Feser, docente al Pasadena City College, (https://edwardfeser.blogspot.com/2018/09/why-archbishop-vigano-is-almost_5.html)  che illustra una serie di ragioni in base alle quali si può ragionevolmente sostenere che Viganò abbia detto la verità. La prima ragione, dice Feser, sta nel silenzio assordante del papa. Bergoglio ha ricevuto un attacco senza precedenti da parte di un ecclesiastico di alto livello, un arcivescovo,…

Continue Reading

Per ricordare il cardinale Carlo Caffarra

Il 6 settembre di un anno fa moriva il cardinale Carlo Caffarra. Non voglio spendere molte parole per ricordarlo. Chi l’ha conosciuto e apprezzato conserva nella mente e nel cuore l’esempio della sua schiettezza, motivata da un amore profondo per la Santa Madre Chiesa e per l’inestimabile dono della fede. Sentiamo forte la presenza del cardinale accanto a noi. E allora vorrei che fosse lui stesso, oggi, a parlare. Pubblico dunque la lettera che il 25 aprile 2017 Caffarra inviò, anche a nome degli altri cardinali dei famosi dubia, a papa Francesco, chiedendo udienza.  Senza ottenere risposta. Poco prima dell’invio…

Continue Reading

Quando il silenzio non è d’oro

Penso che il modo in cui la maggior parte dei mass media si sta occupando della vicenda del memoriale di monsignor Carlo Maria Viganò passerà alla storia del giornalismo. Ma non nel capitolo «Esempi d seguire», bensì nel capitolo «Ecco quel che non si deve fare». Consiglio la lettura del commento di Damian Thompson su The Spectator, «How the media are covering up for Pope Francis». «È deprimente – scrive Thompson – vedere i media, sia cattolici sia laici, proteggere papa Francesco dall’accusa esplosiva  fatta dal suo  ex nunzio negli Stati Uniti, e cioè che ha consapevolmente coperto e tenuto…

Continue Reading

Il caso Kim Davis e la commedia degli equivoci

«Il New York Times del 28 agosto 2018 ha riferito parte di un colloquio di papa Francesco con Juan Carlos Cruz, la più nota vittima cilena degli abusi sessuali del sacerdote Karadima e del vescovo Barros. Inspiegabilmente, nel colloquio con Cruz, il papa avrebbe parlato del suo incontro con Kim Davis, in occasione della visita a Washington, il 24 settembre del 2015, affermando che non aveva saputo nulla sul suo caso prima dell’incontro. Di fronte a tale affermazione del papa, mi vedo obbligato a raccontare come i fatti si sono realmente svolti». Scrive così monsignor Carlo Maria Viganò all’inizio di un nuovo memoriale (che…

Continue Reading

Chaput: “Santo Padre, annulli il Sinodo dei giovani”.

La notizia è clamorosa. L’arcivescovo americano Charles Chaput di Philadelphia durante una conferenza ha rivelato di aver scritto al papa chiedendogli di cancellare l’imminente Sinodo dei vescovi dedicato ai giovani (in programma in Vaticano dal 3 al 28 ottobre), poiché, alla luce della crisi in corso nella Chiesa a causa degli abusi sessuali, «i vescovi non avrebbero assolutamente alcuna credibilità». Invece di un Sinodo per i giovani, secondo Chaput sarebbe il caso di convocare un’assemblea dei vescovi dedicata ai vescovi stessi. Tempo fa era stato il vescovo Egan di Portsmouth, in Inghilterra, ad avanzare una richiesta simile: un sinodo straordinario…

Continue Reading

Caso McCarrick. “Il papa sapeva. Ecco perché deve dimettersi”

«Vescovi e sacerdoti, abusando della loro autorità, hanno commesso crimini orrendi a danno di loro fedeli, minori, vittime innocenti, giovani uomini desiderosi di offrire la loro vita alla Chiesa, o non hanno impedito con il loro silenzio che tali crimini continuassero ad essere perpetrati». Chi scrive queste parole è un arcivescovo, già nunzio apostolico negli Stati Uniti dal 2011 al 2016. Ora in pensione, ha deciso di aprire il suo cuore e di dire tutto ciò di cui è venuto a conoscenza circa la vicenda degli abusi sessuali nella Chiesa. Una testimonianza che si conclude con una richiesta dura e…

Continue Reading