Il nipotino e il nonno mascherato

Ho notato che il mio nipotino, di quasi dieci mesi, riesce a capire perfettamente qual è l’espressione disegnata sul volto del nonno anche se indosso la mascherina. Se gli sorrido, lui mi restituisce il sorriso (e il sorriso di un bimbetto di dieci mesi, ve l’assicuro, è un regalo che non ha prezzo, qualcosa che ricompensa un nonno per ogni fatica e gli dà la superforza). Se invece, per rimproverarlo o anche solo per scherzo, sul mio volto si disegna la “faccia brutta”, lui spalanca gli occhioni e cerca di capire se trattasi di vero rimprovero (al che può seguire da parte sua un pianto disperato), oppure se quel buontempone del nonno (ho detto buontempone, non buontampone: ormai vediamo tamponi dappertutto!) sta solo giocando.

Come fa il bimbetto a capire, dato che il nonno è mascherato? Evidentemente punta agli occhi, e dall’espressione dello sguardo è in grado di ricostruire lo stato d’animo del nonno. Per cui mi chiedo: lo ha sempre fatto oppure ha imparato a farlo ora che il nonno è mascherato?

Forse il nipotino ha sempre puntato agli occhi, ma certamente, ora che il nonno se ne va in giro con una pezzuola che gli copre naso e bocca, la sua perizia nella lettura dello sguardo si sta affinando. Circostanza che mi fa pensare non solo all’infinita capacità di adattamento di noi esseri umani, ma anche all’attitudine che dimostriamo nel volgere a nostro favore situazioni oggettivamente negative.

Ultimamente al parchetto mi è toccato interagire parecchio con il nipotino, perché lui gattona velocissimo e ha una spiccata tendenza a infilarsi in bocca ogni schifezza che trova sul terreno. Di qui la necessità di porgli alcuni limiti, facendogli capire che alcune schifezze particolarmente schifose (ah, i maledetti mozziconi di sigaretta!) proprio non se le può portare alla bocca.

In questi casi un bel “no” pronunciato in modo perentorio (per quanto possibile a un nonno ben poco autoritario) è quel che ci vuole, ma confesso che ho fatto qualche esperimento. Anziché ricorrere alla voce, ho utilizzato soltanto lo sguardo. Ebbene, il nipotino ha dimostrato di saper leggere alla perfezione i miei occhi di uomo mascherato, afferrando al volo se esprimevano divieto e rimprovero.

Direte: probabilmente il nipotino sa benissimo ciò che può fare e ciò che non può e non deve fare, e di conseguenza sa in anticipo che, di fronte a un certo suo comportamento, arriverà un’occhiata che esprime divieto e rimprovero.

Certo, è possibile che sia così. Tuttavia, ritengo che da questo bimbetto, al quale è toccato in sorte di vivere in mezzo a adulti mascherati, stia arrivando una lezione. È come se mi dicesse: caro nonno, anche se tutto sembra andare di male in peggio, non temere, io ti capisco lo stesso. Insomma, abbiamo le risorse per superare la crisi. La raccomandazione di un certo Paolo di Tarso – “Non lasciarti vincere dal male, ma vinci con il bene il male” – va sempre presa sul serio.

Con il nipotino condurrò altre osservazioni e, nel caso, vi saprò dire. Segnalo solo che, quando avvicino il mio volto al suo, il nipotino, con mossa fulminea, punta dritto alla mascherina. E che cosa fa? Me la strappa. Solo un gioco o anche questa una lezione da apprendere?

Breaking news

Il nipotino di punto in bianco s’è messo a camminare! Il nonno mascherato è sempre più alla rincorsa.

A.M.V.

***

Sei un lettore di Duc in altum? Ti piace questo blog? Pensi che sia utile? Se vuoi sostenerlo, puoi fare una donazione utilizzando questo IBAN:

IT65V0200805261000400192457

BIC/SWIFT  UNCRITM1B80

Beneficiario: Aldo Maria Valli

Causale: donazione volontaria per blog Duc in altum

Grazie!

***

Cari amici di Duc in altum, è da poco uscito il mio ultimo libro: Virus e Leviatano (Liberilibri, 108 pagine, 11 euro). Lo si può acquistare qui, qui e qui oltre che su tutte le altre piattaforme per la vendita di libri e, ovviamente, nelle librerie.

Vi ricordo anche gli altri miei libri più recenti

Aldo Maria Valli, L’ultima battaglia (Fede & Cultura)

Aldo Maria Valli, Ai tempi di Gesù non c’era il registratore. Uomini giusti ai posti giusti (Chorabooks)

Aldo Maria Valli, Aurelio Porfiri, Decadenza. Le parole d’ordine della Chiesa postconciliare (Chorabooks)

Aldo Maria Valli, Non avrai altro Dio. Riflettendo sulla dichiarazione di Abu Dhabi, con contributi di Nicola Bux e Alfredo Maria Morselli (Chorabooks)

Aldo Maria Valli, Gli strani casi. Storie sorprendenti e inaspettate di fede vissuta (Fede & Cultura)

Aldo Maria Valli, Le due Chiese. Il sinodo sull’Amazzonia e i cattolici in conflitto (Chorabooks) 

Aldo Maria Valli (a cura di), Non abbandonarci alla tentazione? Riflessioni sulla nuova traduzione del “Padre nostro”, con contributi di Nicola Bux, Silvio Brachetta, Giulio Meiattini, Alberto Strumia (Chorabooks)

I miei ultimi libri