Cristianesimo e proprietà privata. Un dibattito

Al capitolo secondo degli Atti degli apostoli si legge: “Erano assidui nell’ascoltare l’insegnamento degli apostoli e nell’unione fraterna, nella frazione del pane e nelle preghiere. Un senso di timore era in tutti e prodigi e segni avvenivano per opera degli apostoli. Tutti coloro che erano diventati credenti stavano insieme e tenevano ogni cosa in comune; chi aveva proprietà e sostanze le vendeva e ne faceva parte a tutti, secondo il bisogno di ciascuno”. Dunque, qual è il rapporto tra cattolicesimo e proprietà privata, visto che la Chiesa ha sempre difeso la legittimità di quest’ultima?

Giovedì 16 settembre alle ore 18 ne parlano con il musicista e autore Aurelio Porfiri gli studiosi di dottrina sociale della Chiesa don Samuele Cecotti e Guido Vignelli, l’avvocato Giovanni Formicola e lo studioso della Teologia della liberazione Julio Loredo.

Il programma sarà trasmesso in live streaming su numerosi canali, tra cui il canale YouTube Ritorno a Itaca, su Twitter e sulla fanpage in Facebook di Aurelio Porfiri.

I miei ultimi libri