Sono i cattolici i più vaccinati negli Usa

Il Pew Research Center ha condotto il sondaggio dal 23 al 29 agosto, a più di un anno e mezzo dall’inizio della pandemia. Il sondaggio ha anche rilevato che il 73% degli americani di età pari o superiore ai diciotto anni ha ricevuto almeno una dose del vaccino Covid-19.

***

di Kate Olivera

Secondo un nuovo sondaggio nazionale del Pew Research Center, i cattolici costituiscono il gruppo religioso più vaccinato negli Stati Uniti,

Il sondaggio, condotto su un campione di 10.349 adulti statunitensi, ha rilevato che l’82% di coloro che si autoidentificano come cattolici ha ricevuto almeno una dose di vaccino contro il Covid-19, rispetto al 75% degli adulti non religiosi e al 73% dei protestanti bianchi. I cattolici ispanici hanno una probabilità leggermente maggiore rispetto ai cattolici bianchi di aver ricevuto almeno una dose di vaccino.

Tra i principali gruppi religiosi degli Stati Uniti, i protestanti evangelici bianchi registrano il tasso di vaccinazione più basso: solo il 57% afferma infatti di aver ricevuto almeno una dose di vaccino.

Il Pew Research Center ha condotto il sondaggio dal 23 al 29 agosto, a più di un anno e mezzo dall’inizio della pandemia.

Le cifre arrivano mentre i vescovi cattolici statunitensi continuano a emanare indicazioni in merito alle esenzioni dai vaccini per motivi religiosi. Alcuni, tra cui il vescovo Thomas Olmsted di Phoenix, hanno sostenuto il diritto dei cattolici di rifiutare i vaccini contro il Covid-19 per motivi di coscienza, ma nello stesso tempo hanno incoraggiato i cattolici a farsi vaccinare. Il vescovo John Stowe di Lexington ha invece affermato che “non c’è esenzione religiosa alla vaccinazione per i cattolici” e ha richiesto a tutti i dipendenti diocesani di farsi vaccinare come condizione per l’impiego.

Alcuni cattolici hanno sollevato preoccupazioni circa la connessione remota dei vaccini con tessuti fetali abortiti, mediante l’utilizzo di linee cellulari derivate da tessuto fetale di bambini che si ritiene siano stati abortiti negli anni Settanta.

La Conferenza episcopale degli Stati Uniti ha affermato che tutti e tre i vaccini approvati per l’uso negli Usa sono “moralmente accettabili” nonostante la connessione remota con l’aborto, ma, se si ha la possibilità di sceglierne uno, quelli di Pfizer o Moderna dovrebbero essere preferiti al vaccino Johnson & Johnson. I vaccini prodotti da Pfizer e Moderna sono stati testati utilizzando le controverse linee cellulari, mentre il vaccino Johnson & Johnson è stato sia prodotto che testato utilizzando quelle linee cellulari.

Il sondaggio del Pew ha anche scoperto che il 73% degli americani di età pari o superiore ai diciotto anni ha ricevuto almeno una dose del vaccino Covid-19. L’indagine ha rilevato tassi di vaccinazione più bassi tra i giovani adulti, nonché tra quelli con redditi familiari più bassi e tra coloro che vivono nelle aree rurali. Secondo il sondaggio, gli adulti neri ora hanno la stessa probabilità degli adulti bianchi di affermare di aver ricevuto un vaccino.

I democratici hanno maggiori probabilità di aver ricevuto un vaccino rispetto ai repubblicani, con l’86% dei democratici e degli indipendenti di sinistra che hanno ricevuto almeno una dose di vaccino, rispetto al 60% dei repubblicani.

Circa la metà degli americani vaccinati intervistati ha affermato che c’è troppa pressione per ricevere un vaccino, e l’88% degli americani non vaccinati ha risposto allo stesso modo.

Circa la metà degli americani vaccinati che sono stati intervistati ha riferito difficoltà nel dare un senso alle informazioni sui vaccini Covid-19. Hanno inoltre sostenuto di essere ancora preoccupati per i possibili gravi rischi per la salute derivanti dal vaccino. Circa la metà degli adulti intervistati ha affermato che il peggio della pandemia deve ancora venire.

Fonte: ncregister.com

 

I miei ultimi libri