Gran Bretagna / Simboli gialli e vecchi fantasmi

Ha un retrogusto amaro e inquietante la notizia che arriva dalla Gran Bretagna, dove una scuola ha chiesto agli alunni di indossare un distintivo giallo per dimostrare che sono esenti dall’uso della mascherina. 

***

Un gruppo di genitori ha criticato come “profondamente inappropriata” la richiesta da parte di una scuola che gli alunni indossino un “distintivo giallo” per dimostrare che sono esentati dall’indossare una mascherina: un’idea che molti paragonano alle stelle gialle imposte agli ebrei durante il nazismo.

Allison Pearson di The Telegraph aveva fatto circolare la scorsa settimana estratti di un’e-mail del preside della Farringtons School di Chiselhurst, nel Kent, che consigliava ai genitori di alunni esentati dall’indossare una mascherina di far loro indossare un “distintivo giallo” per identificarsi. L’e-mail ha spinto la giornalista a chiedersi se “la scuola ha insegnanti che conoscono la storia”.

Un’indagine del giornale sul collegio (una scuola che, con tasse fino a 34 mila sterline, si suppone impieghi alcuni degli insegnanti più capaci del paese) ha confermato che la dirigenza voleva applicare il provvedimento del distintivo giallo.

Il preside della Farringtons School, David Jackson, ha scritto ai genitori: “Alla luce dell’aumento del numero di casi, abbiamo deciso di reintrodurre l’uso obbligatorio delle mascherine nelle aule e in altre aree all’interno della scuola superiore, come i corridoi. Gli alunni che nello scorso anno scolastico erano esentati dall’indossare una mascherina saranno di nuovo esenti e dovrebbero indossare un badge giallo per indicarlo”.

Rispondendo alle reazioni indignate dopo che la lettera è trapelata, la scuola si è detta “inorridita” di fronte al parallelo con le stelle imposte dai nazisti.

Un portavoce della Farrington School ha dichiarato al The Telegraph : “La logica per l’introduzione di un badge per gli alunni esenti da mascherina è quella di evitare che essi siano ripetutamente richiamati. Camminando lungo un corridoio, un insegnante può vedere immediatamente che l’alunno in questione è esente, quindi l’uso di un badge ha lo scopo di rendere tutto più facile”.

La rappresentante dei genitori Molly Kingsley di UsForThem ha tuttavia dichiarato che il badge giallo è “profondamente inappropriato” e che “non dovrebbe essere necessario spiegare” agli educatori il perché: “Ci sono connotazioni storiche profondamente scomode per molte persone”.

La signora Kingsley ha anche rivelato che “incredibilmente la richiesta di indossare un badge giallo non è isolata”.

I media hanno riferito all’inizio di quest’anno che alcuni addetti alla sicurezza di un supermercato Morrisons in Inghilterra chiamarono la polizia per fermare un uomo che, affermando di essere disabile, si era rifiutato di indossare un adesivo giallo che segnalava che non era tenuto a indossare la mascherina.

L’incidente è avvenuto a febbraio, quando la politica di Morrisons richiedeva l’uso di un adesivo, “in modo che personale e clienti all’interno del negozio fossero consapevoli che il cliente era esente dall’uso della mascherina”.

Fonte: breitbart.com

 

I miei ultimi libri

Sei un lettore di Duc in altum? Ti piace questo blog? Pensi che sia utile? Se vuoi sostenerlo, puoi fare una donazione utilizzando questo IBAN:

IT65V0200805261000400192457
BIC/SWIFT: UNCRITM1B80
Beneficiario: Aldo Maria Valli
Causale: donazione volontaria per blog Duc in altum

Grazie!