Dopo tanto camminare…

– Buongiorno!

– Buongiorno a lei! Pant! Pant!

– Mi scusi, perché è così affaticato? Le manca il fiato…

– Eh! Ho appena finito di partecipare al sinodo! Pant! Pant!

– Ma lei è giovane!

– Appunto!

– Appunto cosa?

– Appunto, in quanto giovane ho partecipato al sinodo, e sono esausto! Pant! Pant!

– Ma perché?

– Ma come perché? Non ha letto?

– No…

– La Chiesa in uscita, andare nelle periferie, accompagnare le fragilità, camminare insieme… Pant! Pant!

– E dunque?

– E dunque sono distrutto! Ci provi lei!

– A fare cosa?

– A camminare insieme, andare nelle periferie, uscire, accompagnare! Una fatica!

– Ma che strano…

– Cosa?

– Beh, ecco, io pensavo che per voi giovani il sinodo sarebbe stata una festa. Almeno così ho letto…

– Aaah! Non mi parli di feste!

– E perché?

– Quei diavoli!

– Ma quali diavoli? Che dice?

– Quei diavoli di vescovi!

– Cioè?

– Alla fine, non contenti di camminare, uscire, andare nelle periferie e accompagnare, hanno fatto pure una festa!

– Una festa?

– Sì, e si sono messi pure a ballare! Pant! Pant!

– Ma come?

– Sì, un cardinale suonava il piano e loro ballavano. Sembrava di essere in discoteca. Io già ero debilitato, ma la festa finale mi ha massacrato! Pant! Pant!

– Beh, vuol dire che i vescovi se la passano bene, alla loro età…

– Già, ma noi giovani che c’entriamo?

– Cioè?

– Dico: se loro, i vescovi, hanno tanta voglia di camminare insieme, accompagnare, uscire, andare nelle periferie, lo facciano pure. E se poi alla fine trovano anche la forza di ballare, sono felice per loro. Ma lascino in pace noi giovani! Pant! Pant!

– Uhm…

– Che c’è?

– Non so. Mi sembra che lei sia uno strano giovane.

– In che senso?

– Beh, ai giovani piace muoversi, camminare, correre, ballare. E lei invece si lamenta…

– Anche a me piace camminare e ballare, ma c’è un limite a tutto. Al sinodo per tre settimane non abbiamo fatto altro: Chiesa in uscita, camminare insieme, accompagnare, andare nelle periferie! Pant! Pant!

– Coraggio, su, ora potrà riprendersi.

– Lo spero.

– Come sarebbe a dire… lo spera?

– Ora tornerò nella mia diocesi… Pant! Pant! E…

– E…

– E temo che il mio vescovo… Pant! Pant!

– Il suo vescovo?…

– Riprenderà con la storia di camminare insieme, uscire, andare nelle periferie, accompagnare…

– Suvvia, non faccia così…

– Eh, lei forse non capisce…

– Che cosa?

– Che cosa vuol dire essere cattolici oggi.

– Cioè?

– Qui è tutto un uscire, un camminare insieme, un accompagnare, un andare nelle periferie. Ci vuole un fisico bestiale!

– Ma lei è giovane, che diamine!

– Ero giovane. Ma dopo questo sinodo mi sento invecchiato di colpo! Pant! Pant!

– Su, su, coraggio! Non ha sentito il papa?

– Che ha detto?

– A voi giovani ha detto di lanciarvi verso un futuro non conosciuto…

– Aaah!

– Che c’è?

– No, per favore, no! Anche lanciarsi! Non ce la posso fare! Pant Pant!

– Mi spiace, non volevo. E d’altra parte…

– D’altra parte non possiamo ignorare che il papa ha chiesto a voi giovani di avvertire un forte impulso a mettervi in cammino…

– Aaah! No, la prego… Ma allora lei lo fa apposta!

– Oh, scusi, non volevo proprio. Cercavo solo di consolarla.

– Ecco, allora eviti di parlare di cammino… Non ne posso più, mi manca il fiato. Pant! Pant!

– Già. Forse… Forse potrebbe fare al caso suo un bel ritiro spirituale.

– Magari!

– Ecco, ne vedo qui uno: “Giovani per una Chiesa in uscita”…

– Grrr!

– Che fa? Ruggisce?

– Sì, lei è un provocatore!

– Chiedo di nuovo scusa, non volevo. Ma… guardi qua, che ne dice? Un bel corso d’aggiornamento pastorale: “Accompagnare. La Chiesa in cammino con e per i giovani”…

– Aaarghh!

– Fermo! Che fa?

– Stonk Stonk!

– Perché mi prende a randellate?

– E mi chiede anche perché? Stonk! Stonk!

– Si fermi, la prego! Lei è cattolico. Il perdono… La misericordia… La tenerezza…

– Guardi, ero cattolico…

– E ora?

– Ora sono stanco, molto stanco! Stonk! Stonk!

– E mi prende a randellate?!

– Sì, con le ultime forze…

– Fermo! Guardi qui: un bel corso di alta formazione in pastorale vocazionale…

– Il titolo… mi dica il titolo…

– Sì, dunque… ehm… ecco…

– Il titolo!

– “Dall’ascolto all’accompagnamento”…

– Aaaargh! Bang! Bang!

– Ma che fa? Mi spara?

– Sììì! Bang! Bang!

– Aiuto!!! Soccorso!!! Non ci sono più i giovani cattolici di una volta!!!

– Ah, l’ha capito, finalmente! Bang! Bang!

Aldo Maria Valli

 

 

 

 

 

 

 

 

I miei ultimi libri