Blog

Ricordo di Kobe Bryant. Campione. Cattolico

Kobe Bryant aveva un difetto: tifava Milan. Per me, interista, un peccato grave. Ma, tutto sommato, gliel’avevo perdonato. D’altra parte, quando uno gioca a basket così bene, come si fa a non perdonargli tutto? Il tifo per il Milan era uno dei retaggi della sua italianità. Siccome il papà di Kobe, Joe, giocò diversi anni da noi, in serie A2 e A1, Kobe, al seguito della famiglia, visse in Italia dal 1984 al 1991, cioè dai sei a tredici anni, e proprio qui imparò benissimo l’italiano e anche a diventare un vero giocatore di pallacanestro, come lui stesso raccontava. Siccome…

Continue Reading

“C’è uno scisma di fatto. E il papa parla come l’Onu”

Cari amici di Duc in altum, sono stato intervistato da Il Giornale. Vi propongo qui il testo del colloquio con Francesco Boezi. A.M.V. *** Aldo Maria Valli, vaticanista di lungo corso, è uno di quelli che segnalano la persistenza di una “confusione” evidente. All’interno della sua ultima opera libraria, che è un romanzo, il giornalista disegna la parabola di una Chiesa del domani, che è tristemente immersa nelle “cose del mondo”. Una Chiesa, dunque, che ha abdicato a se stessa e al suo ruolo. D’altro canto, però, esistono anche ambienti che non hanno alcuna intenzione di mollare la presa sulla…

Continue Reading

Francesco, il peccato, la fragilità

Dopo il mio intervento a Radioromalibera intitolato C’era una volta il peccato, ripreso anche nel mio blog Duc in altum, un amico mi ha scritto dicendomi: “Guarda che ti sbagli a dire che papa Francesco ha eliminato il peccato. Anzi, ne parla spesso, specie nelle omelie durante le Messe del mattino a Santa Marta”. Ringrazio l’amico per la segnalazione, ma lo so anch’io che Francesco ha parlato e parla del peccato. Il che rende la situazione ancora più grave. Perché? Perché quella che emerge è ancora una volta una grandissima confusione nutrita dall’ambiguità. Nel mio intervento a Radioromalibera, lo ricordo,…

Continue Reading

Marcia per la vita a Washington: un segno di speranza / Intervista a Virginia Coda Nunziante

Venerdì 24 gennaio a Washington circa 700 mila persone sono scese per le strade per l’annuale Marcia per la vita, alla quale per la prima volta ha partecipato un presidente degli Stati Uniti. “Sono davvero orgoglioso di stare con voi”, ha detto Donald Trump. “Tutti noi qui comprendiamo un’eterna verità: ogni bambino è un dono prezioso e sacro di Dio. Insieme, dobbiamo proteggere, amare e difendere la dignità e la santità di ogni vita umana. I bambini non ancora nati non hanno mai avuto un difensore più forte alla Casa Bianca”. Alla March for Life ha partecipato anche Virginia Coda…

Continue Reading

Dopo la preghiera di Monaco / “Restare in prima linea. A difesa della Chiesa e della fede”

Come abbiamo ampiamente riferito, il 18 gennaio scorso a Monaco di Baviera circa centotrenta fedeli laici, riuniti nell’Acies ordinata, hanno pregato per la Chiesa e a difesa della fede nella centralissima Odeonsplatz,  davanti alla Theatinerkirche e alla Feldernhalle, la loggia costruita nel XIX secolo per celebrare gli eroi cattolici della Baviera. I manifestanti, soprattutto tedeschi e italiani, ma anche americani, austriaci, brasiliani, canadesi, cileni, estoni, francesi e inglesi, si sono schierati nella piazza e, così come era già avvenuto a Roma il 19 febbraio e il 29 settembre 2019, hanno recitato il rosario in silenzio e infine hanno cantato il…

Continue Reading

Storia di Huma. Che (forse) otterrà giustizia

Huma Younus, quattordicenne cattolica, il prossimo 3 febbraio potrebbe testimoniare dinanzi alla Corte suprema pakistana sul rapimento, il matrimonio forzato e la conversione all’Islam di cui ha sofferto per mano di un gruppo di musulmani. Sarebbe una svolta storica per quanto riguarda molti casi di ragazze e giovani donne cristiane, costrette a convertirsi all’Islam in Pakistan. Secondo Aid to the Church in Need Foundation, i due giudici della Corte suprema dello Stato del Sind,  Muhammad Iqbal Kalhoro e Irshad Ali Shah, hanno chiesto alla polizia incaricata delle indagini che la giovane Huma possa partecipare alla prossima udienza riguardante il suo…

Continue Reading

An interview with Aldo Maria Valli

Cari amici di Duc in altum, il sito Church Militant propone in inglese la mia intervista a Libero.  Ecco il testo. * Dear friends of Duc in altum, the website Church Militant offers in English my interview with the newspaper Libero. Here is the text. A.M.V. *** An interview with Aldo Maria Valli Aldo Maria Valli is one of the Italian journalists who helped publish the testimony of Archbishop Carlo Maria Viganò in August 2018. While an epochal clash is unfolding between the traditionalist and progressivist wings of the Church, Aldo Maria Valli, former Vatican journalist for RAI (Italian national…

Continue Reading

La continenza sacerdotale e le sue origini apostoliche. Contro l’attacco al celibato

Cari amici di Duc in altum, in questi giorni in cui, a seguito della vicenda del libro del cardinale Sarah e di Joseph Ratzinger, la questione del celibato sacerdotale è tornata al centro di analisi e commenti, sono lieto di proporvi un saggio del professor Silvio Brachetta nel quale la questione è presa in esame in base agli studi del cardinale Alfons Maria Stickler, che al celibato sacerdotale dedicò un’analisi chiara e profonda. Dalle riflessioni del cardinale austriaco, ben sintetizzate da Silvio Brachetta, emerge ciò che anche Benedetto XVI sostiene nel libro Dal profondo del nostro cuore, ovvero che celibato…

Continue Reading

Il monaco guerriero, modello per il cattolico. Oggi

“Quale figura di cristiano propone il nostro autore? La figura del cristiano come monaco-cavaliere. Non con la bardatura, cavallo bianco e spada sguainata, ma in giacca e cravatta negli uffici, nelle case, nelle scuole, nelle parrocchie, ovunque. Persone che rimettono tutto in equilibrio: Dio prima di tutto, poi l’ascolto della sua divina Parola, la contemplazione della vita e dell’ordine delle cose, quindi di conseguenza l’amore vero per il prossimo, lo spirito di sacrificio, la preghiera, il servizio”. Scrive così il padre Serafino Tognetti nella prefazione al bel libro di Aurelio Porfiri Uscire nel mondo. Strategie di sopravvivenza per cattolici non…

Continue Reading

Ecco “Dal profondo del nostro cuore” in italiano

Cari amici di Duc in altum, quella che vedete qui sopra è la copertina dell’edizione italiana del libro Dal profondo del nostro cuore, scritto dal cardinale Robert Sarah con Joseph Ratzinger-Benedetto XVI, testo che ha fatto tanto discutere nei giorni scorsi. David Cantagalli, editore del volume in Italia, ha diffuso la copertina con il comunicato stampa che qui vi propongo, nel quale si annuncia che il libro sarà disponibile dal prossimo 30 gennaio. A.M.V. *** Siena, 22 gennaio 2020 «Così conoscerete la verità, e la verità vi farà liberi» (Gv 8,32) In seguito alle recenti polemiche sorte in merito alla…

Continue Reading

C’era una volta il peccato

Cari amici di Duc in altum, è disponibile su radioromalibera il mio nuovo contributo per la rubrica La trave e la pagliuzza. Lo potete ascoltare qui. Qui sotto trovate invece il testo scritto. A.M.V. *** Avrete notato, cari amici, che i pastori della Chiesa cattolica parlano sempre meno del peccato. La parola stessa è diventata quasi impronunciabile e si preferisce usare il termine “fragilità”. Mi sembra che dietro questa sostituzione ci sia un progetto: sostituire l’uomo a Dio, fare dell’uomo il dio di se stesso. Nel momento in cui mettiamo da parte Dio, perdiamo automaticamente il senso del peccato. Ora,…

Continue Reading

Lettera ai vescovi / “Pastori, tornate ai vostri doveri!”

“Chi salverà la Chiesa? Non pensate ai sacerdoti. Non pensate ai vescovi. Sta a voi, laici. Sta a voi ricordare ai sacerdoti di essere sacerdoti e ai vescovi di essere vescovi”. Questo pensiero dell’arcivescovo Fulton Sheen (1875-1979) è posto all’inizio di una bella Lettera ai nostri vescovi che John Vrdolayk, autore cattolico statunitense, padre di cinque figli, propone nel sito catholicstand.com, un documento che mi ha colpito per la passione con cui è stato scritto e per la lucidità dell’analisi. La lettera si apre così: “Caro vescovo, ti scrivo in spirito di carità e incoraggiamento, animato da sincero senso di…

Continue Reading

Se il prete (cattolico) fa l’elogio dei protestanti

Cari amici di Duc in altum, ho ricevuto una breve lettera da un lettore che racconta una sua esperienza. L’ho trovata significativa e, ahinoi, tipica di una certa Chiesa che di cattolico, a questo punto, forse ha solo la ragione sociale, ma nessun contenuto. A.M.V. *** Caro Aldo Maria Valli, ho pensato a lungo se condividere i miei pensieri oppure no. Alla fine ho deciso di scrivere a Duc in altum, ma non con spirito di divisione, bensì per far sapere a che cosa si trova esposto oggi un semplice cattolico che, entro i propri limiti, cerca di vivere Gesù…

Continue Reading

I sette frutti di un nuovo dogma mariano

Cari amici di Duc in altum, oggi pubblico un nuovo, corposo saggio del professor Mark Miravalle – mariologo statunitense già intervenuto nel blog – che torna ad affrontare la possibilità di giungere a un dogma mariano che sancisca il ruolo di Maria nell’opera della Redenzione.  A.M.V. *** I commenti spontanei e non scritti di Papa Francesco del 12 dicembre 2019 riguardanti il tradizionale titolo mariano di “Corredentrice” hanno dato vita a una vivace discussione mondiale sulla legittimità di questo titolo mariano e sulla dottrina che cerca di identificare l’esclusiva cooperazione umana della Madre di Gesù con e sotto Gesù Cristo,…

Continue Reading

Passeggiata notturna in piazza San Pietro

Sabato sera con mia moglie e due delle mie figlie ho fatto una passeggiata fino a piazza San Pietro, un luogo che ho visto migliaia di volte ma mi sorprende sempre per la sua bellezza e l’incanto che trasmette, specie di notte. In quest’ultima occasione però è stato difficile non avvertire anche un forte dispiacere. Guardare in su, verso il palazzo apostolico, e non vedere la luce accesa nell’appartamento papale mi ha trasmesso un senso di vuoto, anche se forse la parola “vuoto” non dice tutto e non dice bene. Lo so, lo so. Da più di sei anni l’appartamento…

Continue Reading

Chiose e postille di padre Giocondo / 2

Cari amici di Duc in altum, mi ha scritto di nuovo padre Giocondo da Mirabilandia, il quale si è tanto affezionato al blog da raccogliere e commentare alcune delle affermazioni che vado proponendo ai lettori, così da riannodare tanti fili. In questo secondo contributo padre Giocondo si concentra sulla questione, sempre più centrale, della compresenza dei due papi. E mi sembra che le sue considerazioni vadano prese in esame molto attentamente. A.M.V. ***   Due papi e una matassa alquanto aggrovigliata Caro Valli, eccomi di nuovo a riflettere su alcuni contenuti recenti del suo blog. E lo faccio mentre passeggio…

Continue Reading

La manifestazione a Monaco di Baviera / “Cardinale Marx, si penta! Lei è un falso profeta!”

Cari amici di Duc in altum, come vi ho annunciato questa mattina, è in corso a Monaco di Baviera un’iniziativa di Acies ordinata, coalizione internazionale di laici cattolici fedeli alla Tradizione della Chiesa. Dopo le due precedenti manifestazioni dell’anno scorso a Roma, la città di Monaco è stata scelta perché è la sede episcopale del cardinale Reinhard Marx, presidente della Conferenza episcopale tedesca. I vescovi tedeschi, dopo essere stati tra i promotori ideologici e finanziari del sinodo sull’Amazzonia, costituiscono oggi la punta avanzata della rivoluzione nella Chiesa e il prossimo 30 gennaio si riuniranno in assemblea plenaria a Francoforte per…

Continue Reading

Intervista a “Libero” / Ecco chi lavora per l’autodissoluzione della Chiesa

Cari amici di Duc in altum, sono stato intervistato dal quotidiano Libero. Tanti i temi affrontati nel colloquio con Gianluca Veneziani. *** Mentre si sta consumando uno scontro epocale tra l’ala tradizionalista e quella progressista della Chiesa, Aldo Maria Valli, già vaticanista per la Rai, ha pubblicato un libro, L’ultima battaglia (Fede & Cultura, pp. 236, euro 19), che è allo stesso tempo un romanzo distopico e una fotografia inquietante della situazione attuale in Vaticano. Nella Chiesa che lei descrive è proibito farsi il segno di croce, parlare di paradiso, pregare la Madonna e dirsi cattolici. «È una realtà che…

Continue Reading

In preghiera silenziosa, a Monaco di Baviera, per il bene della Chiesa

Si svolge oggi, 18 gennaio, a Monaco di Baviera una manifestazione di preghiera di Acies ordinata, coalizione internazionale di laici cattolici fedeli alla Tradizione della Chiesa. Dopo le due precedenti manifestazioni svoltesi a Roma il 19 febbraio e il 28 settembre 2019, la città di Monaco di Baviera è stata scelta perché è la sede episcopale del cardinale Reinhard Marx, arcivescovo di Monaco e presidente della Conferenza episcopale tedesca. I vescovi tedeschi, dopo essere stati tra i promotori ideologici e finanziari del Sinodo sull’Amazzonia, costituiscono oggi la punta avanzata della rivoluzione nella Chiesa e il prossimo 30 gennaio si riuniranno…

Continue Reading