Blog

L’assenza di Dio nella sfera pubblica e le riflessioni di Benedetto XVI

Lo scritto di Benedetto XVI sugli abusi sessuali nella Chiesa costituisce un chiarimento importante anche per quanto riguarda l’assenza di Dio nella sfera pubblica e dunque il ruolo della Dottrina sociale della Chiesa. Lo spiega il professor Stefano Fontana nel saggio, che qui proponiamo, per l’Osservatorio internazionaole cardinale Van Thuȃn. A.M.V. *** Il testo del papa emerito Benedetto XVI contenente alcune Note su “La Chiesa e lo scandalo degli abusi sessuali” presenta numerosi utilissimi spunti che riguardano anche la Dottrina sociale della Chiesa. A nome del nostro Osservatorio, propongo qualche riflessione in merito, a conferma della importanza del documento. Bisogna…

Continue Reading

Surrexit Dominus vere! Alleluja!

Cari amici, in questo Lunedì dell’Angelo 2019 voglio proporvi le parole che Benedetto XVI rivolse ai fedeli per il Regina Coeli nel Lunedì dell’Angelo del 2011. Dalla finestra del palazzo apostolico di Castel Gandolfo il papa partì dal bellissimo annuncio in latino, Surrexit Dominus vere! Alleluja!, che è anche il più bel saluto che i cristiani possano scambiarsi, per sottolineare che lì siamo al cuore della nostra fede. È una professione di fede, un impegno di vita, un invito ad alzare lo sguardo verso di Dio, specie con l’adorazione. In questi nostri tempi, nei quali anche dalla Chiesa arrivano continui…

Continue Reading

Müller: “Clericalismo diagnosi falsa”

“Più intelligente di tutti i contributi al summit sugli abusi in Vaticano e degli esperti della Conferenza episcopale tedesca”. Il giudizio è del cardinale  Gerhard Müller e riguarda il testo di Benedetto XVI uscito nei giorni scorsi. Un’affermazione netta da parte dell’ex prefetto della Congregazione per la dottrina della fede, che così si è espresso parlando al quotidiano Die Welt. Ma Müller ha  anche concesso un’intervista a LifeSiteNews, nella quale sostiene che “iI nebuloso concetto di clericalismo”, al centro del summit e delle analisi di Bergoglio, costituisce un “approccio sbagliato”. Il che, spiega, è molto grave, perché “con una diagnosi…

Continue Reading

Benedetto XVI: “Ecco la verità del Venerdì Santo”

Cari fratelli e sorelle, anche quest’anno abbiamo ripercorso il cammino della croce, la Via Crucis, rievocando con fede le tappe della Passione di Cristo. I nostri occhi hanno rivisto la sofferenza e l’angoscia che il nostro Redentore ha dovuto sopportare nell’ora del grande dolore, che ha segnato il culmine della sua missione terrena. Gesù muore in croce e giace nel sepolcro. La giornata del Venerdì Santo, così impregnata di umana mestizia e di religioso silenzio, si chiude nel silenzio della meditazione e della preghiera. Tornando a casa, anche noi come coloro che assistettero al sacrificio di Gesù, ci “percuotiamo il…

Continue Reading

Ruini: “Così mondo cattolico e gerarchia abdicano al diritto-dovere di testimoniare la verità umana e cristiana in materia di etica pubblica”

Ieri pomeriggio, nella sala Angiolillo di Palazzo Wedekind, a Roma, per iniziativa della fondazione Magna Carta, presieduta dal senatore Gaetano Quagliariello, è stato presentato il libro di Eugenia Roccella Eluana non deve morire. La politica e il caso Englaro (Rubbettino). Assieme all’autrice, al senatore Quagliariello, al giornalista Antonio Polito e all’ex ministro della Salute Maurizio Sacconi, è intervenuto il cardinale Camillo Ruini. Ne proponiamo qui la relazione. A.M.V. ***                Questo è davvero un bel libro, scritto bene, asciutto, che va all’essenziale, mettendo a nudo la sostanza della questione e delle posizioni. Un libro appassionato, non neutrale, ma onesto e…

Continue Reading

Io, sacerdote sospeso a divinis, dico: superiori miei carissimi, svegliatevi!

Cari amici, ho ricevuto da un religioso, il padre Gabriele Rossi dei Figli dell’Amore Misericordioso, la lettera che trovate qui sotto. È una lettera aperta a Benedetto XVI, scritta con il cuore nel Giovedì Santo da un sacerdote sospeso a divinis perché ha espresso apertamente le sue idee sull’attuale situazione della Chiesa cattolica. Nel ringraziare l’autore, vi propongo la lettera con un pensiero per tutti i sacerdoti che in questo giorno santo rinnovano le promesse fatte al momento dell’ordinazione. A.M.V. *** «Benedetto (è) Colui che viene nel nome del Signore» (Sal 118,26) Beatissimo Padre, spero vorrà perdonare il mio ardire….

Continue Reading

Uomini giusti (e donne giuste) ai posti giusti / 19

Siamo al mercoledì della settimana santa, ma i lettori ci scuseranno se facciamo un passo indietro, fino al mercoledì delle ceneri, per segnalare doverosamente una suggestiva Santa Messa celebrata nella basilica di Sankt Kunibert a Colonia, dove, nel corso del pontificale, una gentile signora giusta al posto giusto ha dato il meglio di sé eseguendo quelli che solo in modo improprio potremmo definire «canti», dal momento che si è trattato piuttosto, e opportunamente, di rumori, sibili, urletti, strilli. Artefice della performance il soprano  Irene Kurka,  che certamente deve avere impressionato non poco il cardinale arcivescovo Rainer Maria Woelki, il quale…

Continue Reading

Notre-Dame brucia e…

Notre-Dame brucia e vengono in mente certe statistiche. Come quelle sul deserto vocazionale francese,  con cinquantotto diocesi su novantotto che nell’ultimo anno non hanno avuto nemmeno un’ordinazione sacerdotale (e Parigi in costante calo rispetto agli anni precedenti). O come quelle sulla media dei cattolici che vanno regolarmente a Messa, crollata al quattro per cento. O come quella sul numero dei battesimi, crollati in modo così impressionante che, secondo alcune proiezioni, nel 2048 a Parigi ci sarà l’ultimo battesimo, mentre l’ultimo matrimonio cattolico sarà nel 2031 e nel 2044 non ci sarà più nemmeno un sacerdote nato in Francia. Notre-Dame brucia…

Continue Reading

Il Sessantotto dei pedofili. E tutte le ragioni di Ratzinger

Esponenti del progressismo e del modernismo nostrani hanno subissato di critiche Benedetto XVI per il suo testo sugli abusi sessuali nella Chiesa, nel quale Joseph Ratzinger fa risalire al clima folle del Sessantotto l’origine dello sdoganamento morale di omosessualità e pedofilia, con dirette conseguenze anche sui seminari e più in generale sulla Chiesa cattolica. “Non è vero che tutto incominciò nel Sessantotto, perché pedofilia e abusi c’erano anche prima. Anzi, il Sessantotto fu positivo perché lì si incominciò a infrangere il segreto. Le parole di Ratzinger sono strumentali” hanno detto progressisti e modernisti, stravolgendo, come loro solito, quanto sostenuto da…

Continue Reading

Ecco perché la diagnosi di Benedetto XVI è corretta. E sarebbe bene ascoltarlo

Nel giro di alcuni giorni sono avvenuti tre fatti sui quali i cattolici, ma non solo, si interrogano. Ci riferiamo al rifiuto del papa di lasciarsi baciare l’anello, al suo inginocchiarsi davanti ai leader politici del Sud-Sudan per baciare loro i piedi e infine al testo che Benedetto XVI ha scritto e diffuso a proposito degli abusi sessuali nella Chiesa. Come sempre, diverse e di segno opposto le reazioni. Chi scrive non ha nascosto il proprio sconcerto per i primi due fatti e la sua gratitudine nei confronti di Benedetto XVI per il testo sugli abusi. Ora ne parliamo con…

Continue Reading

Scuole cattoliche come “bunker”. Ma dove? Ma quando?

Cari amici, torniamo sulla Christus vivit, l’esortazione apostolica post-sinodale sui giovani, della quale mi sono già occupato per segnalare come il documento sia caratterizzato da una strisciante avversione verso la dottrina. Ora mi ha scritto un lettore (purtroppo costretto all’anonimato) che ha una lunga esperienza nel mondo della scuola paritaria ed è rimasto sorpreso da certe affermazioni di Bergoglio a proposito di scuola cattolica.  Buona lettura. A.M.V. *** Caro Aldo Maria, ancora una volta devo fare i conti con i miei cattivi pensieri. Fra le  cose giuste che il pontefice dice, c’è sempre qualche goccia di veleno che mi fa…

Continue Reading

“La Chiesa muore nelle anime”. L’appello di Benedetto XVI per la lotta alla menzogna e alle mezze verità

È doveroso ritornare sulle parole scritte da Benedetto XVI sugli abusi sessuali nella Chiesa. Joseph Ratzinger fa risalire le cause della situazione non alla fumosa categoria del “clericalismo” (al centro del recente summit vaticano), ma a una certa condotta morale che nella Chiesa dilagò nel ventennio tra il 1960 e il 1980. E a questo proposito Benedetto XVI non esita a far riferimento all’omosessualità, questione che invece l’attuale vertice della Chiesa non prende mai in considerazione quando si occupa del dramma degli abusi. «Si formarono club omosessuali in molti seminari» scrive Ratzinger sul mensile tedesco Klerusblatt. E aggiunge che in…

Continue Reading

Abusi nella Chiesa. La “ricetta” Ratzinger: tornare a Dio e difendere la Santa Eucaristia

Cari amici del blog Duc in altum, oggi scrivo in ritardo, rispetto alle mie abitudini, per ché ho voluto leggere, rileggere e meditare il contributo che Benedetto XVI ci ha fornito con l’articolo per il mensile tedesco Klerusblatt, presentato ai lettori italiani dal Corriere della sera. Nell’articolo Benedetto XVI si occupa del dramma degli abusi sessuali nella Chiesa e lo fa, con la consueta chiarezza, partendo da un’analisi storica della situazione ecclesiale nel ventennio 1960 – 1980, durante il quale, sotto il profilo della morale sessuale, ci fu, scrive, «un processo inaudito, di un ordine di grandezza che nella storia…

Continue Reading

Ipse dixit. O forse no

Ma il papa l’ha detto davvero? Ma l’ha detto o non l’ha detto? Sembra incredibile, ma nel tempo della comunicazione globale, in cui ogni frase, ogni singola parola e ogni immagine è rilanciata in tempi brevissimi in tutti gli angoli del pianeta, certe domande sono sempre più frequenti. Da che cosa nascono? Da un lato dal fatto che questo papa si esprime spesso in modo estemporaneo, con affermazioni che a volte suscitano perplessità se non incredulità. Dall’altro dal fatto che non sappiamo più se il Vaticano riferisce ciò che il papa ha detto o ciò che il Vaticano ritiene opportuno…

Continue Reading

Sacri tradimenti. La vedova Alegria e le accuse al cardinale Maradiaga

Lei si chiama Alegria, ma la storia che racconta ha ben poco di allegro. Anzi niente. È la storia di una vedova e di un importante prelato.  Una storia che mette a confronto una donna sconosciuta e uno dei cardinali più in vista nel pontificato di Francesco: Oscar Andrés Rodríguez Maradiaga, arcivescovo di Tegucigalpa nonché coordinatore del C 9, il Consiglio dei cardinali voluto dal papa per riformare la curia romana. Martha Alegria Reichmann, vedova di Alejandro Valladares, per ventidue anni ambasciatore dell’Honduras presso la Santa Sede, racconta la vicenda nel libro Traiciones sacradas, e non esita a parlare di…

Continue Reading

Ecco come e perché il monachesimo è sotto attacco

Cari amici, la rivista Radici cristiane mi ha intervistato a proposito del mio libro Claustrofobia. La vita contemplativa e le sue (d)istruzioni, edito da Chorabooks. Un’intervista a vasto raggio, nella quale Cinzia Notaro mi invita a riflettere sui motivi profondi e sulla portata dell’attacco in corso contro la vita contemplativa e la Tradizione. Per gentile concessione di Radici cristiane propongo qui il testo dell’intervista. Buona lettura. A.M.V. *** Claustrofobia, un libro del giornalista e saggista Aldo Maria Valli, rivela un vero e proprio attacco da parte della gerarchia cattolica alla vita contemplativa, mistica ed ascetica nei monasteri di clausura: vita…

Continue Reading

Protezione dei minori e delle persone vulnerabili. “In Vaticano la montagna ha partorito il topolino”

Porta la data del 26 marzo 2019 la Lettera apostolica in forma di motu proprio sulla protezione dei minori e delle persone vulnerabili promulgata da papa Francesco al fine di «rafforzare ulteriormente l’assetto istituzionale e normativo per prevenire e contrastare gli abusi contro i minori e le persone vulnerabili». All’inizio del documento si legge: «La tutela dei minori e delle persone vulnerabili fa parte integrante del messaggio evangelico che la Chiesa e tutti i suoi membri sono chiamati a diffondere nel mondo». Proprio per questo motivo, tra gli obiettivi figurano i seguenti: «maturi in tutti la consapevolezza del dovere di…

Continue Reading

Sull’uso strumentale della mediocrità

Il maestro Aurelio Porfiri prosegue nella riflessione sulla situazione della musica sacra eseguita in chiesa e, con l’aiuto di Alain Deneault, autore di  La médiocratie (nell’edizione italiana Mediocrazia), ci porta oggi a ragionare sui costi della mediocrità e sul suo uso strumentale. A.M.V. *** I miei pochi lettori (mi tengo più nel vago rispetto al grande Alessandro Manzoni) mi scuseranno se torno a puntare l’attenzione sul tema della mediocrità e del suo rapporto con il professionismo nella musica di Chiesa. Come detto in precedenza, non tutto il volontariato è mediocre. Anzi, facevamo l’esempio dei medici che vanno in altri paesi per prestare servizio…

Continue Reading

Uomini giusti ai posti giusti / 18

Salve a tutti e scusate il ritardo. Eccoci qui di nuovo con la nostra rubrica Uomini giusti ai posti giusti. Che oggi si apre con sua eminenza il cardinale Carlos Osoro Sierra, arcivescovo di Madrid, il quale nella cattedrale di Almudena ha promosso un “concerto interreligioso” con la recita di preghiere cristiane, ebraiche e musulmane. Eseguito anche, narrano le cronache, il Canto in onore di Muhammad, durante il quale alcuni musulmani hanno pure danzato. Qualche cattolico irreparabilmente ultra-tradizionalista, miope, ipocrita, baciapile, farisaico eccetera ha fatto notare: “Non c’era un altro posto nel quale organizzare il tutto? Proprio nella cattedrale si…

Continue Reading

Pastori, vi prego, tornate alla Verità

Cari amici, ho ricevuto una lettera molto appassionata. L’ha scritta una laica, indirizzandola a cardinali, vescovi, sacerdoti, religiosi. Come una novella santa Caterina da Siena, richiama i pastori alle loro responsabilità e li ammonisce: parlate di “rivoluzione culturale” e “cambio di paradigma”, ma non annunciate Gesù e non proponete la dottrina nella sua integrità. “Tornate, vi prego, alla Verità”. A.M.V. *** Reverendi padri, cardinali, vescovi, sacerdoti, pastori consacrati a Dio! Consapevole che “i fedeli hanno il diritto di manifestare ai Pastori della Chiesa le proprie necessità, soprattutto spirituali […] e anzi talvolta anche il dovere di manifestare ai sacri Pastori…

Continue Reading