Blog

No alla Comunione in bocca? Una raccomandazione senza evidenza scientifica

“Rimane la raccomandazione di evitare la distribuzione delle ostie consacrate portate dall’officiante direttamente alla bocca dei fedeli”. Così si legge nello stralcio del verbale n. 91 della riunione tenuta presso il Dipartimento della Protezione civile il 23 giugno 2020. Secondo i principi della medicina basata sull’evidenza questa raccomandazione si colloca al IV livello di evidenza, ovvero al livello più basso. Un rating simile è tecnicamente attribuito alle raccomandazioni mediche prive di ogni affidabilità e valore scientifico. Mai questo tipo di raccomandazioni diventa pratica medica routinaria. Eppure, la nuova raccomandazione del Comitato tecnico scientifico (Cts) per l’emergenza Covid-19 è destinata a…

Continue Reading

Viganò: “Non penso che il Vaticano II sia invalido, ma è stato gravemente manipolato”

Cari amici di Duc in altum, il dibattito sul Concilio Vaticano II continua a tenere banco e si arricchisce di giorno in giorno. John-Henry Westen di LifeSiteNews ha scritto a monsignor Carlo Maria Viganò chiedendogli delucidazioni in merito ai suoi più recenti interventi in materia. Una, soprattutto, la questione posta da Westen: Viganò ritiene che il Vaticano II sia un concilio invalido? Di seguito la lettera di Westen e l’articolata risposta dell’arcivescovo. A.M.V. *** Caro arcivescovo Viganò, spero di avere un chiarimento da lei sui suoi ultimi testi riguardanti il Concilio Vaticano II. Nel suo testo del 9 giugno ha…

Continue Reading

Il Dogma e l’Anticristo / Il Concilio Vaticano II e la maxi-spallata di monsignor Viganò

Cari amici di Duc in altum, il contributo che qui vi propongo, del professor Enrico Maria Radaelli, è per palati forti. Il linguaggio dell’autore è volutamente provocatorio. Personalmente non lo condivido quando è usato nei confronti dei pontefici e, in particolare, di Benedetto XVI. Ma, a parte la forma, ritengo che i contenuti siano utili al dibattito innescato dalla presa di posizione di monsignor Carlo Maria Viganò sul Vaticano II.  A.M.V. *** È da sessant’anni che si continua a truffare la gente a furia di “progressisti” e “conservatori”, ora anche con questa bagarre per la santissima presa di posizione dell’arcivescovo…

Continue Reading

Non volete la Comunione in mano? Allora niente Messa

Mentre in Italia e in Europa l’epidemia del Covid sta finalmente terminando, non così purtroppo si può dire dell’indotto generato dalla stessa: per parecchio tempo ancora dovremo aspettarci minacce di un sedicente ritorno, dovremo vederci prospettare forme di controllo personale, come il tracciamento, e limitazioni alle libertà. L’epidemia sta rappresentando un’occasione per introdurre cambiamenti radicali di tipo politico, economico, culturale, e non da ultimo ecclesiale. All’interno della Chiesa cattolica l’epidemia rappresenta per qualcuno l’occasione ghiotta per cambiamenti epocali: la cyberteologia, la Messa in streaming, la sospensione a tempo indeterminato di molti sacramenti, fino a modifiche apportate alla Santa Messa. Nei…

Continue Reading

Statue abbattute: una guerra contro la civiltà

Mentre infuria la violenta guerra delle statue, sta diventando sempre più chiaro che il problema non riguarda queste ultime. Questa è una guerra alla civiltà. Le motivazioni per distruggere figure storiche sono in continua crescita. I rivoltosi mirano a buttare giù tutto ciò che una volta era venerato. Niente è sicuro; nessuno è risparmiato. Dapprima di trattava dei soldati della Confederazione (il Sud, ndr) che dovevano cadere per avere sostenuto una causa che includeva la schiavitù. Dopodiché è stato il turno dei Padri Fondatori, perché possedevano schiavi. Più di recente, è stata decapitata una statua di Cristoforo Colombo a Boston. I…

Continue Reading

Esclusivo / Ecco il decreto per la nomina di un delegato pontificio per i Memores Domini

Duc in altum è in grado di pubblicare il testo del decreto con il quale il Dicastero per i laici, la famiglia e la vita ha nominato un delegato pontificio, nella persona del padre gesuita Gianfranco Ghirlanda (professore emerito nella facoltà di Diritto canonico dell’Università Gregoriana), allo scopo di guidare il processo di revisione dello statuto e del direttorio dell’associazione laicale Memores Domini, composta da persone della Fraternità di Comunione e Liberazione che seguono una vocazione di dedizione totale a Dio vivendo nel mondo e praticando i consigli evangelici assunti con impegno personale e privato. I Memores Domini sono oggi…

Continue Reading

E il partito del terrore ora punta sui positivi

Torniamo a parlare di coronavirus. Con un istruttivo editoriale pubblicato dall’Opinione delle libertà. *** Riguardo a ciò che io considero come il più rilevante fenomeno di follia collettiva della storia repubblicana, la lotta italiana al Covid-19, vi è da segnalare la precisa presa di posizione in favore di una sostanziale uscita dall’emergenza sanitaria, basata su un studio piuttosto accurato realizzato dal laboratorio di microbiologia dell’Ospedale San Raffaele di Milano, da parte di dieci illustri studiosi indipendenti che hanno controfirmato un documento ufficiale. Un consesso di medici e ricercatori piuttosto accreditati che di seguito elenchiamo: Giuseppe Remuzzi, direttore dell’Istituto Mario Negri…

Continue Reading

“Duc in altum” anche su Telegram. E i miei libri più recenti

Cari amici di Duc in altum, i contributi che appaiono nel blog sono disponibili anche su Telegram Potete cercarmi digitando il mio nome, Aldo Maria Valli, oppure cliccate sul link https://t.me/aldomariavalli e poi scegliete: unisciti al canale  ________________ Vi ricordo anche i miei ultimi libri Aldo Maria Valli, Non avrai altro Dio. Riflettendo sulla dichiarazione di Abu Dhabi, con contributi di Nicola Bux e Alfredo Maria Morselli (Chorabooks, 2020) Aldo Maria Valli, Gli strani casi. Storie sorprendenti e inaspettate di fede vissuta (Fede & Cultura, 2020) Aldo Maria Valli, Le due Chiese. Il sinodo sull’Amazzonia e i cattolici in conflitto…

Continue Reading

Dibattito sul Concilio Vaticano II

Cari amici di Duc in altum, volentieri segnalo questa iniziativa dedicata al Concilio Vaticano II Martedì 30 giugno, ore 17 Vatican II. A Pastoral Council In diretta su Facebook nella fan-page di Aurelio Porfiri In diretta su YouTube nel canale Ritorno a Itaca Partecipano: il maestro Aurelio Porfiri, padre Serafino Lanzetta, il professor Eduardo Echeverria. Il dibattito sarà in lingua inglese. ***    

Continue Reading

Medici austriaci ai vescovi: “La Comunione sulla bocca più sicura di quella sulla mano”

Ventuno medici cattolici austriaci hanno scritto una lettera che rivolge un appello alla Conferenza episcopale del loro paese perché sia revocato il divieto di ricevere la Santa Comunione sulla lingua, divieto applicato da quando è stato annunciato che la Comunione in mano sarebbe stata l’unica forma consentita per la distribuzione dell’ostia consacrata. Mentre le misure di blocco determinate dal Covid-19 vengono progressivamente revocate in tutta Europa e le Messe sono riaperte al pubblico, un certo numero di conferenze episcopali, in paesi come l’Italia e l’Austria, hanno deciso di obbligare i sacerdoti a distribuire la Santa Comunione solo sulla mano, sebbene…

Continue Reading

Il peccato più grave? La mancanza di fede. Anche nella Chiesa

Cari amici di Duc in altum, vi propongo il mio più recente intervento per al rubrica La trave e la pagliuzza di Radio Roma Libera. *** Ritengo sia il caso di tornare sulla bella intervista che Giulio Meiattini, monaco dell’Abbazia Madonna della Scala a Noci (Bari) e docente alla Facoltà teologica pugliese e al Pontificio ateneo Sant’Anselmo di Roma, ha concesso al Die Tagespost e durante la quale il teologo ha detto fra l’altro: «Sembra, ormai, che l’annuncio del Vangelo si riduca a una terapia che serve a far star bene l’uomo nel suo mondo, invece che trasformare l’umano dall’interno sospingendolo…

Continue Reading

Monsignor Viganò / “Compito del prossimo papa: riconoscere l’infiltrazione del nemico nella Chiesa”.

Cari amici di Duc in altum, l’intervento di monsignor Carlo Maria Viganò dedicato al Concilio Vaticano II e alle sue conseguenze ha suscitato un ampio dibattito in tutto il mondo. Tra coloro che hanno sentito il bisogno di sollecitare ulteriori riflessioni c’è stato Philip F. Lawler, direttore di Catholic World News, analista e commentatore di questioni riguardanti la Chiesa cattolica. Phil ha così fatto pervenire a monsignor Viganò alcune domande, alle quali l’arcivescovo ha prontamente risposto. *** Carissimo dottor Lawler, ho ricevuto per il tramite del comune amico Edward Pentin la sua e-mail, nella quale pone alcune domande relative a quanto…

Continue Reading

Dire la verità non deve diventare illecito. La “legge Zan” contro l’omofobia è inaccettabile

Cari amici di Duc in altum, vi propongo una dichiarazione del Coordinamento nazionale Justitia et Pax per la Dottrina sociale della Chiesa, organismo che raccoglie più di trenta associazioni e centri culturali italiani. Il tema è la legge Zan “contro l’omofobia”, legge “inaccettabile”, si legge nella dichiarazione, perché rende illecito dire la verità e nasce da un triplice errore: politico, etico e antropologico. *** La proposta di legge Zan mira a punire coloro che esprimano forme di intolleranza nei confronti delle persone ad orientamento omosessuale, transessuale o bisessuale. Essa riprende e sviluppa la proposta di legge Scalfarotto già presentata nelle…

Continue Reading

The masonic plan to replace catholicism with different religion

Cari amici di Duc in altum, Church Militant ha ripreso il mio articolo Contro Roma e l’Italia, ovvero come “spapare” il mondo. Un vecchio piano che ritorna, proponendolo nella versione inglese. *** An old plan to “de-pope” the world is still being realized by Aldo Maria Valli “What is the purpose of all this? To replace the Catholic religion and the Catholic Church with a new religion.” These words are contained in a great book by Massimo Viglione: 1861. Le due Italie. Identità nazionale, unificazione, guerra civile [1861: The Two Italys – National Identity, Unification, Civil War] (Ares, 2011). This…

Continue Reading

Usa: una rivoluzione da manuale

Quella che sta avvenendo negli Stati Uniti è una rivoluzione da manuale. Pur diverse nella loro concretezza storica, le rivoluzioni hanno sempre alcuni elementi in comune. La Rivoluzione francese del 1789 è considerata un evento emblematico proprio perché in essa si manifestarono in modo paradigmatico tutti gli ingredienti di una Rivoluzione. Forse in futuro gli storici studieranno ciò che sta succedendo negli Stati Uniti pure come un evento con caratteristiche emblematiche. Quali sono gli ingredienti di una Rivoluzione? Come si presentano negli Stati Uniti? Un clima frenetico… Il primo ingrediente di una Rivoluzione è il clima di frenesia elettrizzante, in…

Continue Reading

I miti creati da una ragione stanca durante la pandemia

Cari amici di Duc in altum, dall’Osservatorio internazionale cardinale Van Thuân sulla Dottrina sociale della Chiesa un imperdibile contributo del professor Stefano Fontana. *** Quando la ragione si stacca dalla fede cade nel mito. È uno dei grandi insegnamenti di Benedetto XVI. Per lui valeva anche il contrario: quando la fede si stacca dalla ragione cade nel mito. La caduta nel mito da parte della religione si chiama fideismo, la caduta nel mito da parte della ragione si chiama razionalismo: sono due religioni mitiche. Nel famoso discorso di Ratisbona del 2006 lo aveva spiegato molto bene. In questo nostro tempo…

Continue Reading

Contro Roma e l’Italia, ovvero come “spapare” il mondo. Un vecchio piano che ritorna

Cari amici di Duc in altum, vi propongo qui il mio più recente contributo per la rubrica La trave e la pagliuzza in Radio Roma Libera. *** «Lo scopo di tutto questo? Sostituire alla religione e alla Chiesa cattolica una nuova religione». Si legge così nel bel libro di Massimo Viglione 1861. Le due Italie. Identità nazionale, unificazione, guerra civile (Ares, 2011): affermazione che arriva alla fine di un capitolo, intitolato Massoneria, utopismo e rivoluzione, nel quale l’autore dimostra come nella «rivoluzione italiana», compreso il «Risorgimento», il ruolo delle logge massoniche fu decisivo e fu giocato innanzitutto in opposizione alla…

Continue Reading

Pubblicata (in ritardo) la relazione sull’attuazione della legge 194

Nessuna incidenza dell’obiezione, incremento dell’aborto farmacologico, abbandono delle gestanti straniere *** Nell’indifferenza generale è stata pubblicata la relazione annuale sull’attuazione della legge 194/1978, che disciplina l’aborto: è una relazione che arriva con consistente ritardo, poiché utilizza i dati consolidati relativi all’anno 2018. Riservando un esame più approfondito di quanto da essa riportato, appaiono significativi, fra gli altri, tre dati: il primo riguarda il numero di Ivg realizzate nel periodo di riferimento, 76.328, che conferma la costante diminuzione del fenomeno (-5,5% rispetto al 2017) e si allontana dal picco del 1983, allorché fu riscontrata la quantità più elevata in Italia, pari…

Continue Reading

“Swing Low, Sweet Chariots” non va più cantata a Twickenham. Quando il “politically correct” esagera

Chiunque conosca e ami il rugby a quindici certamente conosce lo stadio londinese di Twickenham, il tempio del rugby inglese, dove la nazionale gioca le partite interne. E chiunque conosca Twickenham certamente conosce Swing Low, Sweet Chariot, l’inno non ufficiale della formazione inglese, una canzone che puntualmente si alza dalle gradinate ogni volta che la squadra sta dimostrando la sua superiorità nei confronti degli avversari oppure, trovandosi in difficoltà, ha bisogno di essere rincuorata. Swing Low, Sweet Chariot è uno spiritual degli afroamericani del diciannovesimo secolo, una canzone che apparentemente non ha alcun legame con il rugby ma alla quale…

Continue Reading

“Conferens in corde suo”. Il Cuore Immacolato e il suo Nemico

Cari amici di Duc in altum, sia pure con un giorno di ritardo (mi scuso con tutti voi e con l’autore) desidero proporvi una riflessione di Pietro D’Agostino. *** Caro Aldo Maria, nella festa de Cuore Immacolato di Maria, ovvero il sabato della seconda settimana dopo Pentecoste, vorrei condividere con Lei e con i Suoi lettori un pensiero che mi è venuto ascoltando la messa questa mattina. Come in passato, offro qui una piccola riflessione a partire dalla disciplina che ho la gioia di coltivare, ovvero la filologia intesa come critica testuale. Mi avvicinerò, in punta di piedi s’intende, ad un…

Continue Reading