Aldo Maria Valli

Contro le gravissime violenze a Roma e a Trieste

Dopo gli episodi di violenza da parte delle forze dell’ordine avvenute a Roma il 9 ottobre, con utilizzo di cannoni idranti, lancio di lacrimogeni e manganellate verso manifestanti inermi, famiglie con bambini, anziani e giovani, mentre chi aveva annunciato violenza è stato lasciato libero di agire, assistiamo indignati al ripetersi di un attacco alla democrazia che non ha alcuna giustificazione. Si ripete infatti la stessa drammatica situazione a Trieste, con cannoni idranti, lancio di lacrimogeni e manganellate verso manifestanti pacifici che stanno difendendo il diritto al lavoro, la Costituzione, la democrazia, il diritto alla manifestazione (art. 21 Costituzione) e la…

Continue Reading

Monsignor Viganò: “Alla Porta dell’inferno rispondiamo con la Porta del Cielo!”

Intervento per il “No paura day” di Torino di monsignor Carlo Maria Viganò Vi siete riuniti, così numerosi, in questa piazza a Torino, come centinaia di migliaia di persone in tutto il mondo manifestano la propria opposizione all’instaurazione di una tirannide globale. Milioni di cittadini di ogni Nazione, nel silenzio assordante dei media, da mesi gridano il proprio «No!» : No alla follia pandemica, No ai lockdown, ai coprifuoco, all’imposizione delle vaccinazioni, No ai passaporti sanitari, ai ricatti di un potere totalitario asservito all’élite. Un potere che si mostra come intrinsecamente malvagio, animato da un’ideologia infernale e mosso da scopi…

Continue Reading

Monsignor Viganò al popolo di Trieste: “La resistenza ad un’autorità che abusa del proprio potere contro il fine per cui è stata costituita è non solo legittima, ma doverosa

Messaggio dell’arcivescovo mons. Carlo Maria Viganò al popolo di Trieste Carissimi amici, sto seguendo con viva apprensione la pacifica protesta che i portuali di Trieste hanno indetto da alcuni giorni, contro l’illegittima norma che obbliga tutti i lavoratori a munirsi di un lasciapassare sanitario, ottenibile sottoponendosi all’inoculazione del siero genico sperimentale, o sottoponendosi ogni quarantott’ore al tampone. Avete ormai compreso, cari amici, che il cosiddetto vaccino sia ancora in fase sperimentale; che non si conoscano gli effetti a lungo termine; da settimane si contano sempre più reazioni avverse e decessi, che l’Autorità sanitaria – con la complicità dei media –…

Continue Reading

Lettera ad Aldo Maria Valli sulla sua (mancata) canonizzazione

di Aurelio Porfiri Caro Aldo Maria, la tua lettera sul trasloco mi è particolarmente piaciuta, perché mi ha fatto pensare ai miei traslochi e specialmente a uno della mia adolescenza, quando lasciai la casa dove ero nato. Ricordo ancora adesso, quasi quarant’anni dopo, il mio pianto sfrenato tra le mura vuote della casa che per prima mi vide interrogarmi e riflettere sul perché fossi al mondo e se fosse vero quello che mi sembrava di capire in chiesa, a Santa Maria in Trastevere, quando il mio parroco di allora, don Teocle Bianchi, ci parlava con immagini drammatiche del giudizio finale…

Continue Reading

Monsignor Viganò: “Rendiamoci degni di quanto chiediamo alla Vergine Maria, con l’essere coerenti testimoni della Fede”

Santo Rosario per la fine dell’emergenza pandemica di monsignor Carlo Maria Viganò Quattrocentocinquant’anni fa, il 7 ottobre 1571, la flotta cristiana guidata da don Giovanni d’Austria riportò a Lepanto – nel Golfo di Patrasso – una schiacciante vittoria sul Turco. Quella vittoria, conseguita miracolosamente dalla Lega Santa che pure era in netta inferiorità numerica e militare rispetto alla flotta dell’Impero Ottomano, venne attribuita all’intervento della Madonna, che da quel giorno viene venerata sotto il titolo di Regina delle Vittorie e Aiuto dei Cristiani: l’invocazione Auxilium Christianorum che recitiamo nelle Litanie Lauretane fu inserita proprio a seguito di quella miracolosa vittoria….

Continue Reading

Cardinale Burke: “Grazie a Dio, sto sempre meglio e ora posso celebrare la Santa Messa. Vi esorto a recitare il Rosario ogni giorno”

Cari amici di Duc in altum, con questa lettera, il cardinale Burke aggiorna sulle sue condizioni di salute e lancia un’esortazione a tutti i fedeli. *** Sia lodato Gesù Cristo! Cari fratelli e sorelle in Cristo, con sentita gratitudine a tutti coloro che hanno pregato per la mia guarigione, vi scrivo per informarvi che, dalla mia precedente lettera, la fisioterapia ha aiutato così tanto la mia riabilitazione che ora sono in grado di offrire quotidianamente la Santa Messa. Le parole non possono esprimere adeguatamente la mia gioia per questo dono della grazia di Dio nella mia vita. Come sacerdote, Vescovo…

Continue Reading

Dopo la lettera di fra Simone / Quando lo spirito del Sessantotto si impossessò dei seguaci di san Francesco

Qualche breve riflessione sulla crisi della vita religiosa a partire dalle note del beato Gabriele Maria Allegra di Pietro D’Agostino  Caro Aldo Maria, sul suo Duc in altum si è affrontato recentemente il problema della decadenza della vita religiosa, e una lettera-testimonianza di fra Simone Saggiorato ci ha dato l’occasione di riflettere ancora su questo tema. Tutto ciò mi ha riportato alla mente un contributo letto da poco e che vale forse la pena portare all’attenzione dei lettori. Queste mie poche parole non si vogliono certo porre come chiosa alla lettera di fra’ Simone, che non ho avuto il piacere di…

Continue Reading

Omelia / La logica dei potenti e quella di Gesù. L’attualissima lezione del Vangelo

Cari amici di Duc in altum, un sacerdote lettore del blog – che preferisce restare anonimo – ha voluto farci dono della sua omelia odierna. *** Ancora una volta, senza troppi giri di parole, il Vangelo di oggi ci presenta la totale incomprensione dei discepoli alle parole di Gesù. C’è una distanza tra i dodici e il maestro, è come se parlassero lingue diverse: Gesù annuncia la sua passione e morte, e i discepoli si preoccupano dei loro posti di onore. Ma quello che più sorprende non è la testardaggine dei discepoli, ma la pazienza di Gesù.  Gesù non si…

Continue Reading

Il punto di non ritorno

Cari amici di Duc in altum, vi propongo un Massimo Cacciari che dice tutto quel che c’è da dire sulla situazione italiana alla luce degli ultimi avvenimenti. In questo povero Paese c’è ancora qualcuno che ha il coraggio di andare contro il conformismo assoluto promosso dai padroni del pensiero.  *** di Massimo Cacciari È un punto di non ritorno, credo. Quello che vedo intorno a me è difficile persino da descrivere per quanto sia angosciante e al contempo ignorato dai più. A prescindere da quello che uno possa pensare su una data questione, al di là delle proprie scelte personali,…

Continue Reading

Dibattito / Cristiana rassegnazione o battaglia? Nessuna contrapposizione. E benedetta sia questa crisi, se ci farà aprire gli occhi

Cari amici di Duc in altum, il dibattito fra i professori Rubén Peretó Rivas e Massimo Viglione (qui) ha innescato numerose reazioni. Tra le più significative, quella di Federica, una mamma che espone qui le sue riflessioni sostenendo: “Non vedo contrapposizione tra rassegnazione e battaglia”. Purché per rassegnazione si intenda quella genuinamente cristiana: non l’inerzia, ma l’abbandono alla volontà divina. *** Rassegnazione, che bella parola! Stimatissimo Aldo Maria Valli, ho letto con interesse l’articolo del professor Rubén Peretó Rivas e la risposta del professor Massimo Viglione. Arrivo tardi, ma vorrei ugualmente dire la mia. Sono una mamma che fa parte…

Continue Reading

Recita del Rosario domenica a Milano: cambio di piazza

Cari amici di Duc in altum, gli organizzatori della recita del Rosario per il Trionfo del Cuore Immacolato di Maria Santissima (Milano, domenica 17 ottobre, ore 20:30) comunicano che la questura ha imposto, per non meglio precisate “ragioni di sicurezza”, di cambiare piazza: non più piazza del Duomo, bensì piazza San Carlo al Corso. Resta invariato l’orario.

Continue Reading

Testimonianza / “Ecco perché io, frate francescano, lascio il mio ordine. Per professare la vera Fede”

Cari amici di Duc in altum, la testimonianza che qui vi propongo è preziosa. Me l’ha inviata un frate francescano: fra Simone. Nella lettera il religioso spiega le ragioni per cui, volendo essere un cattolico coerente, non può più vivere nell’ordine dei frati minori, ormai caduto nel più spinto modernismo. Evidente è la sofferenza, ma in modo altrettanto chiaro emerge la volontà di combattere in nome della vera Fede, senza arrendersi all’eresia e all’apostasia dilaganti. *** Ne vale la pena. Lettera aperta di un religioso sulla crisi nella Chiesa di fra Simone Saggiorato Mi chiamo frate Simone, sono un francescano…

Continue Reading

Dibattito / Totalitarismo sanitario e prospettive future. Una controreplica

Cari amici di Duc in altum, con la controreplica del professor Massimo Viglione all’intervento del professor Rubén Peretó Rivas, si conclude un dibattito (qui) che ho ospitato volentieri. Mi auguro che abbia portato un arricchimento nella riflessione di ciascuno. Da parte mia, un grazie ai due autori. *** Caro Aldo Maria, ho letto la risposta al mio articolo del professor Peretó Rivas. Tengo solo a specificare che ho scritto chiaramente sia che il mio articolo prendeva spunto da quello del professore, ma per allargare il tema a una valutazione complessiva (epocale, anzi), anche nel quadro delle vicende italiane, sia che…

Continue Reading

Lettera / “Nulla giustifica il sacrificio di una vita innocente. Da madre e medico, non vaccinerei mai i miei figli”

Cari amici di Duc in altum, ricevo da Elena – moglie, mamma e medico –  questa lettera che volentieri vi propongo. *** Caro Valli, dopo aver ascoltato il silenzio della maggioranza dei cattolici nelle nostre chiese su ciò che sta realmente accadendo, dopo essermi resa conto del fatto che ci sono verità che non vengono quasi mai annunciate nei nostri gruppi, nelle nostre catechesi, nei nostri campeggi, nelle nostre innumerevoli attività parrocchiali e non, ho deciso di “gridare” a tutti i cattolici che raggiungerò quanto segue. Questi sieri genici che vogliono iniettare a tutti indistintamente sono immorali (e pericolosi, sia…

Continue Reading

Dibattito / Rubén Peretó Rivas replica a Massimo Viglione

Cari amici di Duc in altum, dopo l’articolo del professor Massimo Viglione (qui) in risposta al testo (qui) che il professor Rubén Peretó Rivas ha pubblicato nel suo blog, lo stesso professor Peretó Rivas ha replicato inviandomi questo contributo che vi propongo nella versione originale e in quella italiana. Buona lettura *** El Prof. Massimo Viglione ha tenido la amabilidad de redactar un largo y minucioso artículo en respuesta a mi escrito titulado Resignación. No puedo si no agradecer su tarea y el interés puesto de manifiesto hacia mis breves líneas. Sin embargo, me resulta difícil comprender el objeto de…

Continue Reading

Dibattito / La pandemia, i vaccini, il green pass. Tutto come sempre oppure siamo a una svolta epocale? E quale deve essere la riposta? Rassegnazione o battaglia?

Cari amici di Duc in altum, come sapete, pubblico spesso articoli del blogger argentino The Wanderer, con i quali in genere concordo pienamente. Fa eccezione quest’ultimo contributo, intitolato Resignación (Rassegnazione) che mi ha lasciato perplesso e che faccio seguire da un’articolata e appassionata risposta di Massimo Viglione. Buona lettura. *** Rassegnazione di The Wanderer La pandemia di coronavirus sta finendo. Ogni volta che ha piovuto, ha smesso. Ci sono state migliaia di epidemie nella storia dell’umanità, e sono sempre finite. I vaccini non hanno lasciato alcuna sorta di mortalità e coloro che li hanno fatti non sono diventati automi o…

Continue Reading

Lettera ad Aurelio Porfiri su un trasloco. E sull’essenzialità

Caro Aurelio, in questi giorni mi trovo a vivere un trasloco, piuttosto dispendioso sotto tutti i profili, ma soprattutto dal punto di vista fisico e mentale. Quando una famiglia che è stata numerosa lascia la grande casa nella quale ha vissuto per un quarto di secolo, mettere mano a tutto ciò che ha costituito la sua realtà quotidiana è come fare un lavoro di scavo. La casa assomiglia a un sito archeologico, nel quale i ricercatori trovano indizi di civiltà che furono, stratificati e sovrapposti. Al mattino, davanti alla prima tazza di caffè, mia moglie ed io ci guardiamo e…

Continue Reading

La battaglia di Lepanto e il suo significato. Anche per il nostro tempo

Nella prestigiosa sede della Lega Navale al porticciolo del Molosiglio a Napoli, in uno scenario marinaresco, si è svolto l’8 ottobre scorso un convegno promosso dalla comunità Opzione Benedetto per celebrare il 450° anniversario dell’epica battaglia di Lepanto, che salvò la cristianità dall’invasione islamica. Con gl’importanti contributi di Alberto Leoni, Maurizio Brunetti e Sara Magister per la selezione iconografica, concluso da Giovanni Formicola, il convegno ha offerto un’articolata disamina dello storico accadimento, compresa la sua dimensione soprannaturale dichiarata dal Papa san Pio V, fino alla sua attualità per il nostro tempo. L’intero convegno può essere seguito qui. Buona visione. *…

Continue Reading