Aldo Maria Valli

Quella volta che progettarono la chiesa lunare

La luna improvvisamente è tornata di moda. Potenza dell’eclissi e degli anniversari. A cinquant’anni dallo sbarco dell’uomo sul nostro satellite, è tutto un ricordare e discettare di allunaggi e missioni spaziali. Cose che da un bel po’ di tempo non appassionavano più. In cinquant’anni la pallida luna è rimasta uguale a se stessa. Quelli che sono cambiati sono i terrestri Sulla rivista America c’è un’interessante rievocazione di quella volta che qualcuno progettò una cappella da costruire sulla luna. Come ben sappiamo, non se ne fece niente, anche perché la luna si dimostrò tanto inospitale, e alla fine tanto inutile a scopo…

Continue Reading

Nel seminario delle ossessioni progressiste

Cari amici di Duc in altum, torna l’inchiesta sui seminari. Questa volta la testimonianza arriva da don A., che frequentò i corsi di formazione durante il pontificato di Benedetto XVI e ci racconta la sua esperienza. Il contributo di don A. fa seguito a quelli già pubblicati, che potete trovare qui, qui, qui, qui e qui.   Per chi volesse inviare testimonianze, la nuova mail a disposizione è inchiestaseminari@gmail.com A.M.V. *** Quella volta che Ratzinger divenne un “teologuccio”. E altri ricordi Caro dottor Valli, sono sacerdote in una diocesi del Nord Italia da dieci anni e sto seguendo con grande interesse sul suo…

Continue Reading

Storia del parroco che bruciò la foto del papa (e lo fece per amore)

Chi conosce Duc in altum sa che qui non c’è molto spazio per conformisti e allineati. Anzi, non ce n’è per niente. Qui trovate piuttosto non conformisti, non allineati, irregolari e spregiudicati d’ogni genere. Gente che ama pensare con la propria testa, anche a costo di ritrovarsi emarginata e respinta dagli «uomini giusti ai posti giusti». Mi chiederete: dov’è che vuoi arrivare? Ve lo dico subito: voglio arrivare a don Andrea Maggi. E chi è don Andrea Maggi? Forse qualcuno se lo ricorderà. Corre l’anno 2013. L’11 febbraio Benedetto XVI pronuncia la storica declaratio con la quale comunica ai signori…

Continue Reading

Musica di chiesa e diritto d’autore

Prosegue la riflessione del maestro Aurelio Porfiri sulla triste situazione della musica di chiesa e, in particolare, sulla questione del diritto d’autore, due problemi collegati.  *** Qualche settimana fa per uno dei miei canali YouTube ho realizzato un video in cui ho parlato del problema del diritto d’autore connesso con la musica di chiesa. Poiché colui che scrive musica per la Chiesa è un creatore, certamente ha il diritto di usufruire del frutto del proprio lavoro. Ma la cosa non è da tutti riconosciuta. Come ho detto in precedenza, da noi c’è una concezione distorta e buonista della questione. Il…

Continue Reading

Se il parroco non crede alla presenza reale di Cristo nell’Eucaristia

Al centro di numerose tra le testimonianze che stanno arrivando a Duc in altum in merito alla formazione, spesso distorta o parziale, che si riceve nei seminari c’è una questione assolutamente prioritaria per la vita di fede e per la Chiesa stessa: l’Eucaristia. Ciò che emerge dai racconti è che a volte nei seminari prevale una visione più protestante che cattolica, al punto che si arriva a mettere apertamente in discussione la dottrina ufficiale cattolica circa la presenza reale di Cristo nel sacramento eucaristico. Poi i seminaristi diventano preti, diventano cappellani, parroci, vanno in mezzo ai fedeli e… In proposito…

Continue Reading

La morte di Vincent Lambert, l’eutanasia di Stato e gli errori filosofici e contro la fede

Cari amici di Duc in altum, la morte di Vincent Lambert segna un momento drammatico per la nostra intera civiltà. Come scrive Luisella Scrosati su La nuova bussola quotidiana, Vincent “è stato ucciso da persone che odiano la legge di Dio, che non riconoscono altro Dio al di fuori di se stessi. Come i piccoli Alfie e Charlie e tanti altri sconosciuti, Lambert è un martire del nostro tempo, che il Signore ha chiamato a Sé nella festa di San Benedetto, segno che l’Europa ha bisogno di una rinascita cristiana”. Sulla vicenda di Vincent interviene qui don Alfredo Morselli, che…

Continue Reading

Formazione spirituale, la grande assente

Cari amici di Duc in altum, la nostra incursione nei seminari continua oggi con la testimonianza di Vivus, pseudonimo scelto da un religioso che ci racconta la sua esperienza nel noviziato. Ricordo che i precedenti interventi si possono leggere qui, qui, qui e qui . Quanto alla mail che avevamo predisposto per far giungere i contributi, purtroppo è stata bloccata e poi, anche dopo il cambio di indirizzo, ribloccata. Forse c’è chi non gradisce che questa nostra inchiesta prosegua a esplorare il mondo dei seminari. Se così è, ringraziamo il misterioso hacker: la sua azione ci rende ancora più determinati ad…

Continue Reading

Uomini giusti (e donne giuste) ai posti giusti / 29

Siamo a luglio, il caldo impazza e obnubila le menti, ma, per fortuna, possiamo sempre contare su uomini giusti ai posti giusti! È il caso di un super-esperto che è anche un prete, o un prete che è anche super-esperto (ecco qua la sua lunga e non comune qualifica: direttore dell’Osservatorio sul pluralismo religioso a Torino, professore universitario di Sociologia dei processi culturali e comunicativi, coordinatore nazionale della sezione Sociologia della religione dell’ Associazione italiana di sociologia), il quale ha definito l’Asti Pride del 6 luglio “un bel momento di festa”. Da quanto apprendiamo, il suddetto prete-esperto, o esperto-prete, “con i…

Continue Reading

Nel regno del modernismo, dove solo alla Tradizione è vietato l’ingresso

Cari amici di Duc in altum, la nostra inchiesta sui seminari prosegue oggi con un’altra testimonianza: è quella di P., che ci racconta la sua esperienza e ci spiega come, in base a quanto da lui vissuto, tanti problemi che sono al centro della crisi della fede, delle perplessità suscitate dal pontificato di Bergoglio e della confusione nella Chiesa trovano riscontro puntuale in ciò che si insegna, o non si insegna, nei seminari e nel modo in cui si vive in questi luoghi, i quali non sempre, a quanto sembra, sono centri di autentica formazione umana e spirituale. La testimonianza…

Continue Reading

Ecco l’insidia eucaristica che serpeggia nei seminari

Cari amici di Duc in altum, mi ha scritto di nuovo il giovane prete che avete già conosciuto attraverso il suo precedente intervento dedicato alla formazione,  o non-formazione, che si riceve nei seminari. Questa volta il tema è specifico, ed è anche centralissimo: la teologia eucaristica. Per chi desidera mandare testimonianze sui seminari la mail (leggermente cambiata rispetto alla precedente, che aveva problemi tecnici) è la seguente:  inchiestaseminari@yahoo.it Alberto, che ha studiato per cinque anni scienze religiose, ha già accolto il nostro invito, e qui trovate la sua testimonianza. Ora la parola al giovane prete. Buona lettura. A.M.V. *** Ma la…

Continue Reading

Tutti i dubbi della curia romana sulla bozza di riforma

Praedicate Evangelium, la bozza della nuova costituzione vaticana consegnata dal consiglio dei cardinali al papa,  non solo prevede che un dicastero per l’evangelizzazione assuma un ruolo di assoluto rilievo, anche più della Congregazione per la dottrina della fede, ma prospetta una forte centralizzazione, “un consolidamento del potere di Roma senza precedenti nell’era moderna”. La valutazione è della Catholic New Agency, che in un articolo di Ed Condon fa il punto della situazione e spiega: nella nuova costituzione tutti i dipartimenti vaticani – attualmente designati come congregazioni, pontifici consigli o segretariati, a seconda della loro dimensione e portata – sono ribattezzati…

Continue Reading

“Così, per me, il seminario è stato il regno dell’ambiguità e dell’errore”

Cari amici di Duc in altum, dopo la pubblicazione della testimonianza del giovane prete sulla sua (mancata) formazione in seminario, eccone oggi un’altra altrettanto significativa. L’autore, che si firma con il solo nome di battesimo, ci aiuta a entrare ancora meglio in un mondo in cui le ombre, ahinoi, prevalgono sulle luci. Se la “formazione” che si riceve è questa, come stupirsi che nella Chiesa si diffondano eresia e apostasia? Ricordo che per inviare testimonianze sui seminari è attivo il seguente indirizzo mail: inchiestaseminario@yahoo.it A.M.V. *** Storia di Alberto Mi chiamo Alberto, sono un laico, ho studiato cinque anni Scienze…

Continue Reading

Se si vuole rivoluzionare la fede…

Cari amici di Duc in altum, mi ha scritto un amico che, come dice lui, vuole restare  “temporaneamente anonimo”. È un intellettuale cattolico ben conosciuto, che ricopre incarichi istituzionali e anche per questo preferisce non manifestarsi.  Perché adesso? Perché l’amico, mi ha spiegato, vede nel documento di lavoro del sinodo amazzonico e nella prospettiva del prossimo incontro di Assisi nel 2020 (Economy of Francesco) “l’atto finale di un attacco, condotto dall’interno della Chiesa, contro la Rivelazione e la Dottrina sociale della Chiesa”. A.M.V. *** Lamento di un “temporaneamente anonimo”  Nelle sue Satire il grande poeta romano Orazio (65 – 8…

Continue Reading

Sinodo amazzonico / Ed ecco a voi il cristianesimo biodegradabile

Cari amici di Duc in altum, proseguendo nell’analisi dell’Instrumentum laboris del prossimo sinodo amazzonico vi propongo oggi il contributo di dom Giulio Meiattini, monaco benedettino dell’abbazia della Madonna della Scala di Noci, ben noto a voi lettori per i suoi precedenti interventi pubblicati nel blog. Il documento preparatorio del sinodo, scrive dom Meiattini, contiene un radicale, profondo rovesciamento dell’idea stessa di Chiesa e di fede cristiana. Dopo aver letto questo “inno al paradiso in terra dell’Amazzonia”, il nuovo Eden, non si capisce perché i suoi abitanti dovrebbero aver bisogno della fede cristiana. Al contrario, emerge che è la Chiesa che…

Continue Reading

“Chi tace è complice”. A quando la verità su Emanuela Orlandi?

“Chi tace è complice”. A trentasei anni dalla scomparsa di Emanuela Orlandi, la famiglia della ragazza è tornata a chiedere verità e giustizia. Verità e giustizia che però appaiono ancora lontane. “Nessuno Stato né tantomeno la Chiesa possono giustificare la criminalità. Verità per Emanuela”, si leggeva su uno degli striscioni esposti durante il sit-in piazza Apollinare, là dove Emanuela frequentava una scuola di musica, a pochi passi dal luogo in cui è stata vista per l’ultima volta. Cittadina vaticana, figlia di un commesso della Prefettura della Casa pontificia, Emanuela scomparve il 22 giugno 1983. Aveva quindici anni. Da allora il…

Continue Reading

Brandmüller, il sinodo amazzonico e il destino della Chiesa

Cari amici di Duc in altum, torniamo a puntare l’attenzione sul prossimo sinodo amazzonico. Dopo aver pubblicato giorni fa l’intervento del professor Roberto de Mattei, oggi ho il piacere di proporvi una lettera che mi è stata inviata dal professor José Antonio Ureta. Riguarda l’accusa che il cardinale Walter Brandmüller ha mosso al documento preparatorio dell’assemblea, un testo che, secondo il porporato tedesco, “contraddice l’insegnamento vincolante della Chiesa in punti decisivi e quindi deve essere qualificato come eretico”. Non solo. Siccome il documento mette in discussione il fatto stesso della divina Rivelazione, a giudizio di Brandmüller “si deve anche parlare,…

Continue Reading

Uomini giusti ai posti giusti / 28

Una sovvenzione di 750 mila dollari a un gruppo che sostiene la propaganda LGBT. Da chi arrivano tanti soldi? Ma dai vescovi cattolici statunitensi, naturalmente. I quali, da autentici uomini giusti ai posti giusti, hanno deciso: la Campagna cattolica per lo sviluppo umano (CCD), programma nazionale contro la povertà della Conferenza dei vescovi cattolici degli Stati Uniti, stanzierà la cospicua somma a favore della Rete di solidarietà ignaziana  (ISN), la quale da tempo promuove omosessualismo e transgenderismo. Sul sito web dell’ISN ci sono numerosi articoli ed eventi che promuovono l’omosessualità, mentre la conferenza annuale dell’organismo ospita regolarmente sessioni di approfondimento…

Continue Reading

Folau, il rugbista discriminato due volte, non si arrende

Come forse ricorderete, tempo fa ci siamo occupati di Israel Folau, il rugbista australiano allontanato dalla nazionale e dalla sua squadra di club per aver citato su Instagram San Paolo, là dove l’apostolo, nella prima lettera ai Corinzi, dice: «Non sapete che gli ingiusti non erediteranno il regno di Dio? Non v’illudete; né fornicatori, né idolatri, né adúlteri, né effeminati, né sodomiti, né ladri, né avari, né ubriachi, né oltraggiatori, né rapinatori erediteranno il regno di Dio. E tali eravate alcuni di voi; ma siete stati lavati, siete stati santificati, siete stati giustificati nel nome del Signore Gesù Cristo e…

Continue Reading

La perversa “doppia pista” di Pechino: inneggiare all’amicizia con il Vaticano e soffocare la libertà religiosa

Cari amici di Duc in altum, l’atteggiamento della Cina nei confronti della Chiesa cattolica continua a suscitare preoccupazioni e indignazione. Da un lato il Partito comunista lascia filtrare notizie piene di entusiasmo sull’”amicizia” tra Pechino e il Vaticano, ma dall’altro la libertà religiosa subisce continui oltraggi e i cattolici cinesi sono sempre più sottoposti a un regime di repressione. Un esame lucido della situazione è fornito da padre Bernardo Cervellera, direttore dell’agenzia AsiaNews, il quale mostra come Pechino stia seguendo una doppia pista e illustra la condizione di oggettiva persecuzione dei cattolici. Inoltre padre Cervellera mette a disposizione dei lettori…

Continue Reading

Alterare la sana dottrina: gli scopi di un progetto perverso

Cari amici di Duc in altum, oggi vi propongo il contributo di un amico e collega: Alessandro Forti. Una riflessione sul disastro a cui si va incontro quando si dice che occupandoci di filosofia, teologia, dottrina e idee diventiamo astratti e perdiamo il contatto con la realtà. Invece è vero proprio il contrario. È sempre dalle teorie apparentemente astratte che nascono poi i comportamenti pratici. Cattive idee determinano dunque cattivi comportamenti. Ma, per quanto riguarda la Chiesa cattolica, il dramma è che l’attacco arriva questa volta non dall’esterno, bensì, in massima parte, dal di dentro. A.M.V. *** Un attacco al…

Continue Reading