Aldo Maria Valli

Intervista / Carlo Maria Viganò: “Scandaloso il modo in cui Bergoglio parla della Madonna”. “Il sacrilegio della pachamama richiede la riconsacrazione di San Pietro”. “Dalla Madre di Dio alla Madre Terra: una sostituzione per compiacere la religione mondialista”. “Attenzione alla falsa umiltà”.

Cari amici di Duc in altum, con piacere vi propongo questa intervista esclusiva a monsignor Carlo Maria Viganò. Numerosi i temi affrontati. Si parte da argomenti d’attualità e recenti iniziative di Francesco per arrivare a questioni di fondo riguardanti la Chiesa e il pontificato in corso.  *** Monsignor Viganò, come sappiamo, nell’edizione 2020 dell’Annuario pontificio c’è un cambiamento che colpisce e preoccupa. Proprio nelle prime pagine, dove viene presentato il papa regnante, campeggia il nome del pontefice, Jorge Mario Bergoglio, seguito da una breve biografia e poi, sotto la definizione di “titoli storici”, c’è l’elenco dei termini che connotano l’identità…

Continue Reading

Una parola al giorno / Sicurezza

Uno dei concetti ai quali teniamo di più è anche uno dei più pericolosi per la nostra libertà. Parlo del concetto di sicurezza. In questa situazione determinata dal coronavirus, l’idea di sicurezza è spesso evocata per giustificare il ricorso a norme speciali, la cui conseguenza è limitare o annullare alcune libertà fondamentali. Non sono un complottista, mi limito a osservare. Niente di nuovo sotto il sole. La storia è piena di circostanze in cui chi detiene il potere fa ricorso al concetto di sicurezza per introdurre leggi speciali. Ma occorre rifletterci. Pensiamo, per esempio, alla teoria del Security State, fondata…

Continue Reading

Per il nuovo dogma di Maria corredentrice

Cari amici di Duc in altum, sulla questione del nuovo dogma di Maria corredentrice ho ricevuto e volentieri vi propongo questo contributo. *** Fatima, Amsterdam, Akita: così la Madonna ha lanciato i suoi avvertimenti al mondo Le parole di Francesco durante un’omelia del 12 dicembre 2019 e quelle analoghe del 3 aprile 2020 hanno dato il via a nuove discussioni sia sul titolo di Maria corredentrice sia sulla possibilità di arrivare un nuovo dogma mariano. La richiesta di un nuovo dogma ha una storia lunga almeno cent’anni. La troviamo anche in una rivelazione privata. In questo scritto ci soffermeremo soprattutto…

Continue Reading

Pietro, Vicario di Cristo. Non solo un “titolo storico”

Come certamente avrete appreso, nell’edizione 2020 dell’Annuario pontificio c’è una novità. Proprio nelle prime pagine, dove viene presentato il papa regnante, c’è il nome del pontefice, Jorge Mario Bergoglio, c’è una sua breve biografia e poi, sotto la definizione di “titoli storici”, c’è l’elenco dei termini che connotano l’identità spirituale, religiosa e giuridica del romano pontefice: Vicario di Gesù Cristo, Successore del Principe degli Apostoli, Sommo Pontefice della Chiesa Universale, Primate d’Italia, Arcivescovo e Metropolita della Provincia Romana, Sovrano dello Stato della Città del Vaticano e Servo dei Servi di Dio. Se si confronta questa presentazione con quella dell’Annuario pontifico…

Continue Reading

Una parola al giorno / Asino

Monsignor Josemaría Escrivá de Balaguer, il fondatore dell’Opus Dei, teneva sempre vicino a sé l’immagine di un asinello e ancora oggi, nelle residenze dell’Opera, non è raro vedere statuine di asinelli. Con la “teologia dell’asinello” san Josemaría mostrava il senso della santificazione del lavoro ordinario. Gesù, per entrare a Gerusalemme, non scelse una nobile cavalcatura ma preferì un umile asino, obbediente, resistente nel lavoro, un animale che si accontenta di poco e procede spedito, senza lamentarsi. Inoltre, l’asinello ha orecchie lunghe, tese verso l’alto, come antenne innalzate verso il cielo per cogliere la voce del suo padrone, di Dio. Ecco…

Continue Reading

Letture / La “filosofia del senso comune” di Antonio Livi

Cari amici di Duc in altum, vorrei tornare sulla figura di monsignor Antonio Livi, il grande filosofo e teologo morto il 2 aprile dopo lunga malattia. Nella prefazione al libro Sradicati. Dialoghi sulla Chiesa liquida, che ho scritto con l’amico Aurelio Porfiri, Livi diceva di noi due: “Aurelio Porfiri e Aldo Maria Valli parlano da cattolici, sinceramente e profondamente credenti, e non temono che quanto scrivono possa attirare nemici: la verità ha dei diritti che sono anche superiori al proprio tornaconto personale. Come dice il Vangelo, la verità ci farà liberi, non le convenienze dettate da esigenze di carriera”. Siccome…

Continue Reading

E invece tutto sarà come prima. A meno che…

Cari amici di Duc in altum, ogni giorno ci sentiamo dire che dopo il coronavirus, niente sarà più come prima. Sarà vero? In proposito ricevo da Silvio Brachetta questa riflessione che volentieri vi propongo.  A.M.V. *** Diverse voci, in questi giorni, si levano per dire che, dopo l’epidemia del coronavirus, «niente sarà più come prima». Vediamo che cosa ci dicono la storia e la fede. Prima guerra mondiale, 1914-1918: diciassette milioni di morti, cifra per difetto. C’è fu forse la conversione di massa o lo scoppio della pace perpetua? No di certo. Anzi, l’anno seguente (1919) vide la Russia sovietica…

Continue Reading

Una parola al giorno / Sottopelle

Ho letto da qualche parte che il vaccino contro il Covid-19, se e quando sarà messo a punto, verrà forse somministrato mediante un cerotto dotato di microaghi, il che consentirà all’organismo una migliore assimilazione. In materia sono del tutto ignorante, però, leggendo la notizia, mi sono ricordato di aver letto da qualche altra parte che ricercatori del Massachusetts Institute of Technology sono all’opera da tempo per consentire di impiantare nell’uomo, proprio con lo stesso sistema, una sorta di “libretto delle vaccinazioni” scritto sottopelle grazie a un inchiostro invisibile e monitorabile in ogni momento. Lo studio, già pubblicato su una rivista…

Continue Reading

Carlo Maria Viganò / Nell’Annuario pontificio 2020 un gesto di sfida?

Cari amici di Duc in altum, non è senza un profondo senso di turbamento che vi propongo un nuovo intervento di monsignor Carlo Maria Viganò. Il contributo viene anche pubblicato oggi da La Verità. A.M.V. *** “Tu l’hai detto” «In verità vi dico: uno di voi mi tradirà». Ed essi, profondamente rattristati, cominciarono a dirgli uno dopo l’altro: «Sono forse io, Signore?» Ma egli rispose: «Colui che ha messo con me la mano nel piatto, quello mi tradirà. Certo, il Figlio dell’uomo se ne va, come è scritto di lui; ma guai a quell’uomo dal quale il Figlio dell’uomo è…

Continue Reading

In ricordo di Antonio Livi (1938 – 2020)

Cari amici di Duc in altum, è morto ieri, dopo molti mesi di malattia, monsignor Antonio Livi, il grande teologo cattolico. Era nato a Prato il 25 agosto 1938 e il Signore lo ha chiamato a sé nel giorno del quindicesimo anniversario della morte di san Giovanni Paolo II, il cui insegnamento fu studiato e apprezzato da don Antonio con tanta passione. Conobbi don Antonio alla fine degli anni Settanta del secolo scorso, quando, giovanissimo, lavoravo alle edizioni Ares di Milano e don Antonio, che ne era un collaboratore, passava di tanto in tanto a salutarci. Ricordo la sua arguzia…

Continue Reading

Una parola al giorno / Ginocchio

L’Italia in ginocchio, la Spagna in ginocchio… In questi giorni sentiamo e leggiamo spesso espressioni come queste. Nel linguaggio comune diciamo “in ginocchio” e pensiamo subito a uno stato di profonda prostrazione e difficoltà, dal quale sarà difficile riprendersi. Per noi credenti, invece, dire “in ginocchio” fa venire in mente un’altra immagine: quella del fedele che assume questa posizione in segno di devozione, rispetto e adorazione davanti al Santissimo Sacramento, alla Santa Croce. Oggi, 3 aprile, primo venerdì del mese, l’espressione assume un significato ancora più forte. Inginocchiarsi è un segno importante, che manifesta la nostra consapevolezza. Noi siamo anima…

Continue Reading

Conforti religiosi per i malati di Covid-19 / Una storia americana

Come ottenere l’unzione degli infermi per un malato di Covid-19 nonostante l’isolamento? Una storia che arriva dagli Stati Uniti racconta l’esperienza di una famiglia che non si è arresa di fronte al divieto di avvicinare la nonna, di settantotto anni, ricoverata per coronavirus in un ospedale privato. Il 29 marzo la signora, cattolica praticante e malata di Covid-19, ha potuto ricevere l’unzione degli infermi dopo una trattiva tra la famiglia e la struttura ospedaliera. In un primo tempo i responsabili dell’ospedale avevano detto di no, ma in seguito, dopo che la famiglia ha chiesto l’aiuto di un avvocato, hanno accettato….

Continue Reading

Quella volta che Giovanni Paolo II ci parlò con gli occhi

Non voglio lasciare trascorrere questo 2 aprile, quindicesimo anniversario della salita al Cielo di san Giovanni Paolo II, senza un ricordo del grande papa che ha segnato la mia vita. Non userò tante parole. Mi limito a ricordare un piccolo grande episodio, chiedendo scusa a chi, eventualmente, me l’ha già sentito raccontare. È un papa già molto anziano e sofferente quello che incontriamo in Vaticano alla fine di un’udienza generale nell’aula Paolo VI. Al termine del Grande Giubileo dell’anno Duemila (quanto lavoro!) ho chiesto di poterlo vedere con la mia numerosa famiglia (moglie e sei figli) e Giovanni Paolo II…

Continue Reading

Monaca Guerriera / Settimana Santa: due decreti, tanta superficialità e impreparazione

Il 19 marzo scorso la Congregazione per il culto divino ha emanato un decreto, indirizzato agli ordinari di tutto il mondo, contenente indicazioni per le celebrazioni della Settimana Santa in questo difficile momento di pandemia. Il 25 marzo, a sorpresa, il decreto veniva aggiornato con un altro, che di fatto cancellava e modificava alcuni punti del precedente che avevano suscitato non poco sconcerto nel mondo ecclesiastico. Innanzitutto, nel primo decreto risaltava la mancanza di indicazioni per la Domenica delle Palme, che apre la Settimana Santa e solitamente prevede una processione, ovviamente irrealizzabile in questo momento. Per riparare alla grave dimenticanza,…

Continue Reading

Una parola al giorno / Isolamento

Dunque, il re della Thailandia, Maha Vajiralongkorn, si è messo in quarantena. E per isolarsi ha scelto un albergo in montagna, nella celebre località sciistica di Garmisch-Partenkirchen, in Baviera. Ma “isolarsi” è un modo dire, visto che sua maestà si è portato dietro l’intero suo entourage (centodiciannove persone). Più venti concubine. L’albergo, per ospitare il re e tutto il gruppo, ha ricevuto un permesso speciale dalle autorità tedesche, le quali però, quando hanno avuto il sospetto che tra i centodiciannove membri della corte reale potessero esserci malati di coronavirus, li ha gentilmente pregati di tornarsene in Thailandia. E così sua…

Continue Reading

Gli auguri all’Italia del grande Kareem Abdul-Jabbar

Cari amici di Duc in altum, se anche voi, come me, siete appassionati di pallacanestro, penso gradirete questo regalo che ci arriva da Giorgio “Papo” Papetti, del Museo del basket di Milano: gli auguri a tutti gli italiani da parte di Kareem Abdul-Jabbar, stella della NBA negli anni Settanta-Ottanta, con le maglie dei Milwaukee Bucks e dei Los Angeles Lakers. Noto per il suo tiro chiamato “gancio cielo“ (sky hook), Abdul-Jabbar è stato un mito della nostra gioventù, e per questo suo pensiero per l’Italia gli mandiamo un grandissimo grazie con un forte abbraccio. A.M.V. 

Continue Reading

“Deus non irridetur”! Perché il monito di monsignor Viganò va preso molto sul serio

Cari amici di Duc in altum, vi propongo il mio intervento per la rubrica La trave e la pagliuzza in Radio Roma Libera. *** L’intervista che monsignor Carlo Maria Viganò ha concesso a The Remnant, e che ho ripreso su Duc in altum nella versione italiana, contiene numerosi spunti di riflessione e alcuni punti fermi che vanno ribaditi. Incentrate sull’attuale situazione caratterizzata dalla pandemia del coronavirus, le considerazioni di monsignor Viganò partono da un dato decisivo per noi cattolici, un dato che non può essere mai trascurato: “La pandemia del coronavirus, come tutte le malattie e la stessa morte, sono…

Continue Reading

Comunione ai fedeli in tempo di pandemia? Dagli Usa una soluzione

Sappiamo bene quanto i fedeli stiano soffrendo, in questi giorni di prolungata quarantena, a causa della sospensione delle Messe e dell’impossibilità di ricevere la Comunione. Per quanto riguarda le Messe, si è ovviato con quelle televisive e molte comunità si sono organizzate con i collegamenti in streaming. Resta il problema della Comunione. Dagli Stati Uniti arriva una proposta. Nella parrocchia Ave Maria di Venice, in Florida, fanno così. Dopo aver partecipato alla Messa dalle loro abitazioni, in streaming, i fedeli si recano davanti alla chiesa dove il parroco dà a ciascuno la Comunione, all’esterno, seguendo tutte le norme stabilite dalle…

Continue Reading

Il coronavirus? Un alleato di Madre Terra

La pagina delle notizie del Vaticano, VaticanNews.va, ha pubblicato il 30 marzo un articolo in inglese intitolato Coronavirus: Earth’s unlikely ally. L’autore, il gesuita Benedict Mayaki, commenta con soddisfazione il fatto che la quarantena causata dal coronavirus, con conseguente chiusura in casa di tante persone, abbia comportato “benefici imprevisti per il pianeta”, come l’acqua limpida e il ritorno dei pesci nei canali di Venezia e la diminuzione delle emissioni di carbonio e dunque dell’inquinamento atmosferico. In tutto questo, commenta il buon padre gesuita, “c’è una lezione per il futuro” che ci insegna “quanto si possa fare per il pianeta”. Ovviamente…

Continue Reading

Una parola al giorno / Obbedienza

“L’obbedienza non è più una virtù” scrisse don Lorenzo Milani. Correva l’anno 1965, alcuni cappellani militari dichiararono di considerare l’obiezione di coscienza un insulto alla patria, e don Milani reagì con quella famosa affermazione. La frase mi è tornata alla mente vedendo quanto spesso, in questi giorni segnati dal coronavirus, dai pastori ci viene ricordato che noi fedeli dobbiamo obbedire alle disposizioni dei vescovi, anche quando magari non ci piacciono troppo. È curioso che questo pressante richiamo all’obbedienza arrivi da chi, avendo fatto propria la teologia di ispirazione post-conciliare, finora aveva sempre puntato su ben altri concetti, quali la coscienza,…

Continue Reading