Aldo Maria Valli

Fai musica sacra? E io non ti pago!

Si sa che spesso carmina non dant panem, ovvero il lavoro artistico, non riconosciuto in quanto tale, non permette a chi lo svolge di sbarcare il lunario. È una vecchia questione, che proprio in Italia, ahinoi, trova molte conferme e, purtroppo, vede sul banco degli imputati anche la Chiesa, perché si ritiene, a torto, che chi produce arte per la Chiesa lo deve fare da volontario, senza pretendere di essere pagato. Da questo punto di vista il musicista di musica sacra è forse il più misconosciuto degli artisti, come sottolinea il maestro Aurelio Porfiri nell’articolo che qui pubblichiamo, primo di…

Continue Reading

Così la Chiesa anti-dogmatica cede al dogma del relativismo

Cari amici, sono stato intervistato dal sito The Post Internazionale. Intervista a vasto raggio: su questo pontificato, la situazione della Chiesa, i rapporti con l’Islam. Buona lettura. A.M.V. ***   “Che altro sono ancora queste chiese, se non le fosse e i sepolcri di Dio?”, urlava l’uomo folle nietzscheano intonando il Requiem aeternam Deo. Se a fine Ottocento, “l’annuncio più grande” destava ancora l’incredulità dei credenti e suscitava l’ilarità degli atei, oggi la situazione sembra essersi completamente stravolta. La Chiesa stessa, o almeno una parte di essa, sembra aver preso coscienza della propria agonia. Aldo Maria Valli, vaticanista Rai e…

Continue Reading

Uomini giusti ai posti giusti / 8

Buongiorno e ben trovati. L’uomo giusto al posto giusto con il quale partiamo è un cardinale: Roger Michael Mahony, arcivescovo emerito di Los Angeles, che fra due mesi parlerà al Los Angeles Religious Education Congress, il più grande congresso cattolico americano, che ogni anno si rivolge a giovani e adulti affrontando temi relativi all’educazione religiosa. È previsto che sua eminenza terrà una conferenza rivolta agli studenti delle scuole medie e superiori, ma perché diciamo che Mahony è uomo giusto al posto giusto? Perché, come qualche lettore ricorderà, il porporato sei anni fa fu sollevato da tutti gli incarichi dopo essere…

Continue Reading

Se l’autorità morale confonde cause ed effetti

Cari amici, dopo aver letto l’articolo che ho dedicato al libro di Sergio Quinzio Religione e futuro, mi ha scritto Ettore Gotti Tedeschi. Nella lettera l’economista e banchiere si pone domande – che tanti di noi avvertiamo come nostre – sull’ambiguità e la confusione dominanti e sulla difficoltà di dare un senso all’esistenza quando la «fine del sacro» ha di fatto attribuito sacralità soltanto alla scienza e alla tecnica e, in nome della «realtà», ha tolto alla persona ogni dimensione soprannaturale. Ma noi sappiamo che l’idea di realtà molto spesso è usata non per consentire all’uomo di conoscersi meglio, bensì per…

Continue Reading

Vogliamo diventare chrislamisti?

Si avvicinano i due viaggi di Francesco negli Emirati Arabi Uniti (3 – 5 febbraio) e in Marocco (30 – 31 marzo) e torna, implacabile, la retorica del dialogo, che utilizza in modo strumentale la visita di san Francesco al sultano al-Malik al-Kāmil, avvenuta a Damietta ottocento anni fa, nel 1219. Il tentativo è quello di accreditare un parallelo tra papa Francesco e san Francesco, presentando entrambi come paladini del dialogo. Ma così si travisa la realtà storica. Perché Francesco d’Assisi non andò dal sultano per «dialogare», ma per convertirlo. Di fronte al diluvio zuccheroso che si abbatterà su di…

Continue Reading

Una petizione per stroncare le reti omosessuali nella Chiesa

Fare tutti i passi necessari per fermare le reti omosessuali nella Chiesa cattolica, in particolare quelle connesse con gli abusi recentemente venuti alla luce. È quanto chiede una petizione lanciata da Pro Ecclesia, organizzazione cattolica laica svizzera, in vista dell’incontro dei capi delle conferenze episcopali di tutto il mondo, chiamati a raccolta da Francesco il prossimo mese in Vaticano per discutere la questione degli abusi. All’iniziativa aderiscono fra gli altri John Smeaton, The Society for the Protection of Unborn Children (Regno Unito); Markus Büning (Germania); Riccardo Cascioli, La Nuova Bussola Quotidiana (Italia); Christian Spaemann (Germania); Pedro L. Llera (Spagna); Anna…

Continue Reading

Ma la religione è morta?

In questi giorni, per vari motivi, mi sono arrampicato sulla scaletta e ho messo mano ai libri che se ne stanno a prendere polvere in alto, sugli scaffali irraggiungibili. Dopo aver starnutito cinque volte, l’occhio mi è andato su un librino dalla copertina marrone e il librino, come a volte succede, mi ha detto: “Leggimi”. E così mi sono messo a leggere. E non l’ho più mollato. Il librino si intitola Religione e futuro ed è di Sergio Quinzio (1927 – 1996), teologo (a modo suo) ed esegeta (a modo suo) che forse i lettori più anziani ricorderanno. L’edizione che…

Continue Reading

Ecco tutti i miei “dubia” di prete e religioso

Cari amici lettori, la lettera che trovate qui sotto mi è stata inviata da un sacerdote e religioso, appartenente a una grande congragazione presente in diversi Paesi. È una testimonianza significativa, che porta alla luce una realtà molto più diffusa di quanto si potrebbe immaginare. Chi scrive esprime in modo semplice e chiaro i motivi per cui ha incominciato ad avvertire perplessità nei confronti di questo pontificato e perché ritiene che oggi la Chiesa si trovi in una situazione di fronte alla quale occorre una decisa presa di coscienza. Come spesso succede a chi osa manifestare dubbi e porre domande sull’insegnamento…

Continue Reading

Uomini giusti ai posti giusti / 7

Buongiorno e ben ritrovati con la rubrica L’uomo giusto al posto giusto, che è ormai giunta alla settima puntata. Partiamo oggi con un vescovo, monsignor Raúl Martín della diocesi di Santa Rosa, in Argentina, che sta cercando di costringere i parrocchiani di Nuestra Señora de la Medalla Milagrosa a non ricevere la Comunione sulla lingua e in ginocchio, ma in piedi e sulle mani. Circola infatti in internet un video che mostra monsignor Martin mentre, rivolto ai fedeli, in modo ben poco tenero e misericordioso e sottolineando la sua “autorità” episcopale, sostiene che egli, in quanto vescovo, può decretare “norme”…

Continue Reading

Viganò a McCarrick: “Confessi e si penta dei suoi peccati”

Cari amici lettori, l’arcivescovo Carlo Maria Viganò mi ha fatto pervenire ieri, domenica, la lettera che trovate qui sotto, in italiano e in inglese. Monsignor Viganò mi ha chiesto di pubblicarla oggi, lunedì 14 gennaio, alle 12 ora italiana, e lo faccio molto volentieri. Con la lettera, inviata all’ex cardinale Theodore McCarrick, monsignor Viganò chiede al confratello un atto pubblico di pentimento per i gravissimi abusi commessi. Scrive monsignor Viganò: “La imploro, si penta pubblicamente dei suoi peccati, così che la Chiesa ne gioisca e lei abbia a presentarsi davanti al tribunale di Nostro Signore purificato dal Suo sangue. La…

Continue Reading

“Don Alessandro, in ginocchio ti supplico…”

In merito a uno dei commenti pubblicati oggi nel mio blog all’intervista che mi è stata concessa da don Alessandro Minutella ho ricevuto la richiesta di pubblicare la lettera che potete leggere qui sotto. Ritengo giusto tuttavia sottolineare che d’ora in poi, dopo aver ospitato un civile confronto di idee (che spero abbia fornito ai lettori la possibilità di cogliere il senso delle posizioni in campo), il blog non si presterà a fare da luogo di confronto tra opposti “partiti” pro e contro don Minutella. Grazie a tutti. A.M.V. *** Carissimo Aldo, il mio commento all’intervista che lei ha fatto…

Continue Reading

Don Minutella. Un caso che continua a far discutere

L’intervista a don Alessandro Minutella ha dato il via a un dibattito acceso, che non accenna a fermarsi. Moltissimi i commenti ricevuti. Dopo l’intervento del padre Giovanni Cavalcoli , che a sua volta ha provocato numerose reazioni, propongo oggi una selezione di contributi che mi sono arrivati da lettori. Ripeto ancora una volta che rendere note alcune tesi non significa che io le faccia mie. Significa dare la misura di quanto la vicenda don Minutella susciti interesse, muova passioni forti e provochi domande che molte persone si stanno ponendo. Mi scuso se non posso pubblicare tutto e per qualche taglio….

Continue Reading

Carlo Caffarra. Ovvero la teologia come testimonianza di fede e di amore a Cristo

«È un dovere di giustizia e nello stesso tempo un bisogno del cuore fare memoria del cardinale Caffarra». Monsignor Livio Melina scrive così all’inizio del suo ricordo del cardinale che ci ha lasciati improvvisamente, la mattina del 6 settembre 2017, all’età di settantanove anni. Per rendere omaggio al cardinale Caffarra le edizioni Cantagalli hanno pubblicato, a cura di Livio Melina e Alberto Frigerio, il libro Scritti su etica, vita e famiglia, che è stato presentato a Roma, il 3 dicembre scorso, presso l’auditorium del Pontificio istituto teologico Giovanni Paolo II, del quale Caffarra, su mandato di papa Wojtyła, fu fondatore…

Continue Reading

“Grazie Francesco”. Da “todos los masones del mundo”

«Todos los masones del mundo se unen a la petición del Papa por “la fraternidad entre personas de diversas religiones”». È davvero pieno di entusiasmo e riconoscenza il messaggio che i massoni spagnoli hanno inviato a Francesco: «Tutti i massoni del mondo si uniscono alla richiesta del papa per “la fraternità tra persone di diverse religioni”». Il testo è stato rilanciato in un tweet della Gran Logia de España, nel quale si sottolinea l’identità di vedute rispetto a quanto sostenuto da Francesco nel messaggio di Natale. «Nel suo messaggio natalizio dalla loggia centrale del Vaticano – scrivono infatti i massoni…

Continue Reading

Padre Cavalcoli: “Bravo don Minutella, ma ecco dove sbagli”

Com’era facile prevedere, l’intervista che don Alessandro Minutella mi ha concesso il 2 gennaio scorso (https://www.aldomariavalli.it/2019/01/02/don-minutella-ecco-perche-combatto-la-chiesa-liquida/)  ha suscitato numerosissime reazioni. Tante sono le persone che si dichiarano vicine alle posizioni del prete palermitano, ma non mancano coloro che ne prendono le distanze. Una terza categoria è poi costituita da coloro che, pur dichiarandosi in linea di principio d’accordo con l’analisi di don Minutella circa l’attuale situazione della Chiesa, si dissociano da lui per quanto riguarda la non validità dell’elezione di Francesco, sostenuta da don Minutella con decisione, al punto che il prete palermitano si riferisce sempre all’attuale papa come al…

Continue Reading

Uomini giusti ai posti giusti / 6

Buongiorno e ben ritrovati! L’Epifania tutte le feste se le porta via, ma non ha portato via la nostra rubrica L’uomo giusto al posto giusto! Che si apre con monsignor Manuel Linda, vescovo di Oporto, in Portogallo, il quale sostiene che “non dobbiamo mai riferirci alla verginità fisica della Vergine Maria”. Racconta infatti il sito Observador che, secondo Linda, “non dobbiamo mai riferirci alla verginità fisica della Vergine Maria. L’Antico Testamento dice spesso che Gesù sarebbe nato da una fanciulla, figlia di Israele, che era semplice, povera e umile. Ma in realtà questo è solo un riferimento alla piena devozione…

Continue Reading

Francesco e quella singolare “benedizione senza benedizione”

Alcuni lettori mi hanno chiesto un parere circa la singolare “benedizione senza benedizione” di Francesco dopo la preghiera dell’Angelus dalla finestra del palazzo apostolico, nel primo giorno del nuovo anno. Ricordo che, a conclusione della preghiera, il papa ha alzato le mani e ha detto: “Vi benedica il Signore e vi custodisca. Il Signore faccia risplendere per voi il suo volto e vi faccia grazia. Il Signore rivolga a voi il suo volto e vi conceda la pace. Amen”. A quel punto, tutti si aspettavano che aggiungesse: “Et benedictio Dei omnipotentis, Patris et Filii et Spiritus Sancti descéndat super vos…

Continue Reading

Europa: si fa presto a dire “cattolici”

Se nel 1910 il 65 per cento di tutti i cattolici del mondo viveva in Europa, un secolo dopo la percentuale è scesa al di sotto del 24 per cento. Oggi è l’America Latina a ospitare più cattolici (39%) rispetto all’Europa e a qualsiasi altra regione del mondo, mentre altre quote considerevoli si hanno nell’Africa sub-sahariana (16 per cento) e nella regione Asia-Pacifico (12 per cento). All’inizio di un nuovo anno, una fotografia del cattolicesimo in Europa e nel mondo è offerta dal Pew Reserach Center (http://www.pewresearch.org/fact-tank/2018/12/19/5-facts-about-catholics-in-europe/). I ventuno paesi europei con le maggiori quote di cattolici sono situati per…

Continue Reading

Don Minutella: “Ecco perché combatto la Chiesa liquida”

È il 13 novembre 2018 quando l’arcidiocesi di Palermo  notifica a don Alessandro Maria Minutella un decreto di scomunica datato 15 agosto 2018: “L’arcivescovo, monsignor Corrado Lorefice, dichiara le scomuniche latae sententiae, in cui lo stesso sacerdote è incorso per il delitto di eresia e per il delitto di scisma”. Il provvedimento ha fatto seguito alla sospensione a divinis avvenuta nel 2017. Anche se per la Chiesa è ormai ex parroco ed ex sacerdote, don Minutella non rinuncia a far sentire la sua voce. Definisce la Chiesa attuale “neoariana, neomodernista e neoluterana” e, respinta al mittente l’accusa di eresia, vi…

Continue Reading

L’allarme di monsignor Livi: “Storicismo e sociologismo, nemici mortali della teologia cattolica”

Assoggettata al modernismo che strizza l’occhio al protestantesimo (un po’ come cercare il bacio della morte) e ridotta ad ancella delle scienze sociali, la teologia cattolica oggi non se la passa gran che bene. Così è rincuorante potersi accostare a una riflessione teologica veramente cattolica. Possibilità offerta da Teologia, dogma e pastorale. Un teologo parla, l’ultimo libro di monsignor Antonio Livi (Edizioni Chorabooks), una conversazione con Aurelio Porfiri nella quale Livi non teme di andare, ancora una volta, controcorrente rispetto a certe mode e soprattutto recupera quell’alleanza tra ragione e fede che san Giovanni Paolo II mise al centro del…

Continue Reading