Aldo Maria Valli

Leicester. Il sogno infranto del multiculturalismo felice

“Qui siamo una grande famiglia multiculturale felice”. Era il 2013 quando la stampa dedicava titoli come questo alla città inglese di Leicester. “Abbiamo cinquantacinque moschee, diciotto templi indù e siamo tutti minoranza”. Un vero modello di integrazione. Che però nei giorni scorsi, mentre gli inglesi erano tutti presi dalla morte della regina Elisabetta, è diventato un sogno infranto. “Nessuno prevedeva che Leicester diventasse la città più multiculturale del pianeta. Ma è successo proprio questo” scriveva nel 2013 The Independent, giornale della sinistra inglese. Leicester crogiuolo di culture diverse, Leicester laboratorio da prendere a esempio. Ma sabato 17 settembre il quadro…

Continue Reading

Investigatore Biblico / Altre traduzioni insensate nella Bibbia Cei 2008

di Investigatore Biblico In questo articolo voglio evidenziare altri errori della traduzione Cei 2008, presenti nell’Antico Testamento. L’errore in esame mostra la Bibbia come un libro ormai superato, da prendere in considerazione solo come “libro storico”, ma non come parola di Dio. Il versetto a cui mi riferisco oggi è Levitico, capitolo 18, versetti 22-23. Vediamo le due traduzioni: Cei 1974: “22 Non avrai con maschio relazioni come si hanno con donna; è abominio. 23 Non ti abbruttirai con alcuna bestia per contaminarti con essa” (Lv 18,22-23); Cei 2008: “22 Non ti coricherai con un uomo come si fa con una donna. È…

Continue Reading

E questi sarebbero cattolici… Pensieri a margine di alcune interviste

di Fabio Battiston L’analisi di quanto proposto in questi giorni dai diversi organi di informazione, la cui apparente diversità e molteplicità pare soddisfare il bisogno di una comunicazione “libera, pluralista e democratica” così sentito dalla stragrande maggioranza del popolo italiano, ci dona autentiche perle di imparziale saggezza nonché di stretta aderenza al cosiddetto “pensiero unico”. Istruttivo, dunque, un piccolo assaggio di queste ricchezze, profuse a piene mani dai lobotomizzatori di professione che affollano l’attuale agorà massmediale. Nello specifico i loro interlocutori sono, ahimè, personaggi di spicco della nostra agonizzante Chiesa cattolica, apostolica, romana. Ecco qua. Avvenire 1 – Intervista al…

Continue Reading

Abolire la famiglia? Partiamo dalla cucina di casa. L’ultima follia della femminista-marxista

di Aldo Maria Valli L’istinto suicida che percorre la nostra società e la nostra cultura non conosce freni. Un libro pubblicato da poco, recensito sul New Statesman, chiede l’abolizione della famiglia, quella tradizionale, a favore dell’assistenza all’infanzia da parte dello Stato. Il libro, scritto dalla femminista Sophie Lewis, è intitolato Abolish the Family: A Manifesto for Care and Liberation e sostiene che le famiglie tradizionali sono un fattore negativo per la società, poiché “privatizzano la cura” e “trasformano l’amore e l’intimità in abusi e proprietà”. La famiglia, secondo questa tesi, è un male per i figli e anche per le donne….

Continue Reading

Carlo Maria Viganò / Alcune considerazioni a proposito dell’attuale situazione politica in Italia

di Carlo Maria Viganò Il nuovo quadro politico che emerge dalle recenti elezioni conferma quel comune sentire dell’elettorato che alcuni avevano saputo cogliere con anticipo. Dopo due anni di inquietanti violazioni dei diritti più elementari, e dopo due governi che hanno dimostrato di obbedire agli ordini di entità sovranazionali contro gli interessi dell’Italia e degli Italiani, il voto che ha portato al governo il cosiddetto Centrodestra guidato da Fratelli d’Italia ha inequivocabilmente espresso una precisa linea politica, che va ben oltre le modeste proposte del programma dei partiti della coalizione. Ciò è evidente anzitutto dal fatto che all’interno di questa…

Continue Reading

Riscoprire il distributismo. Per una vita buona

di Squalo Secondo la rivista letteraria settimanale britannica The Times Literary Supplement, nella classifica dei cento libri più influenti dopo la Seconda guerra mondiale troviamo Piccolo è bello. Uno studio di economia come se la gente contasse qualcosa, di Ernst Friedrich Schumacher, del 1973. Il libro è una critica radicale al consumismo odierno, inumano perché autodistruttivo e perché, spingendoci a consumare e a volere sempre di più, conduce all’epoca della frenesia, la nostra, nella quale non solo consumiamo risorse in modo irresponsabile ma siamo sempre in lotta contro il tempo. Per una vita buona il tempo deve essere un amico,…

Continue Reading

Pandemia e lockdown. Il potere di due parole magiche

di Sinead Murphy* All’alba del 2020 due concetti si sono profilati improvvisamente al nostro orizzonte: “pandemia” e “lockdown”. Nel giro di un mese o due, hanno gettato la loro ombra su tutto e su tutti. I concetti di “pandemia” e “lockdown” hanno in comune qualcosa di fondamentale. Ciascuno di essi descrive un assoluto: una malattia che colpisce tutte le persone, ovunque siano, e uno stato di completa reclusione. Ma la realtà umana non ammette assoluti. Non può esistere una malattia che colpisca tutte le persone dappertutto. Anche i più accaniti sostenitori della pericolosità del Covid accettano che alcuni gruppi demografici…

Continue Reading

Elezioni / Qualche motivo di soddisfazione. Ma la vera partita si gioca altrove

Cari amici di Duc in altum, avrei voluto scrivere due righe sul risultato elettorale e mi ci stavo mettendo. Poi ho letto Maurizio Blondet e mi sono trovato il compito già fatto. Il mio caro amico e collega Maurizio, mio compagno di stanza nella redazione di Avvenire negli anni Ottanta del secolo scorso (sì, avevamo un giornale cattolico) dice in modo sintetico ed efficace tutto quel che c’è da dire al momento. *** di Maurizio Blondet Di queste elezioni, rimangono intanto alcune immagini apprezzabili. Fra tutte: – il Bibbbbitaro tornerà al San Paolo a fare il suo mestiere dopo anni…

Continue Reading

Comunione sulla lingua / Cronache dalla chiesa degli orrori

Altre due lettere (una dal Sud, una dal Nord Italia) sull’abuso commesso da sacerdoti e ministri straordinari che si rifiutano di distribuire la Comunione sulla lingua. Un abuso spesso accompagnato da comportamenti inaccettabili nei confronti di fedeli che chiedono solo di esercitare un loro diritto. *** Gentile dottor Valli, sono una suora e le scrivo per raccontare ciò che mi è accaduto nei giorni scorsi a Salerno. In vacanza nella mia città di origine (risiedo altrove), per necessità di orario ho partecipato a una delle Messe celebrate presso la chiesa dell’Immacolata (retta dai francescani). Dopo che, nei giorni precedenti, avevo…

Continue Reading

La vita monastica? Se radicale e coerente, attira i giovani. Nonostante gli attacchi dall’interno della Chiesa

di Silere non possum La Chiesa cattolica sta vivendo una profonda crisi, soprattutto per quanto riguarda le vocazioni al ministero sacerdotale e alla vita religiosa. Mentre continua la retorica del clericalismo, le parrocchie restano senza sacerdoti e le comunità religiose si svuotano. Molteplici persone, purtroppo anche ecclesiastici, confondono quello che è l’abuso di potere e di coscienza commesso da alcuni religiosi (e religiose) o presbiteri e quello che è il ministero sacerdotale. Come sempre, fare di tutta l’erba un fascio è stupido e non porta a una profonda riflessione che, invece, andrebbe promossa. Assistiamo a una vera e propria lotta al ministero ordinato. Passiamo…

Continue Reading

Riscoperte / La religiosità profetica di Cristina Campo

di Fabio Battiston Cristina Campo, pseudonimo di Vittoria Guerrini (1923 – 1977), è una delle più luminose figure della cultura italiana del Novecento. Fino alla sua prematura morte (causata da una patologia cardiaca che l’affliggeva sin dall’infanzia) fu poetessa, traduttrice, critica letteraria e scrittrice di grande levatura intellettuale, ma non solo. Come vedremo (ed è l’argomento per il quale propongo a Duc in altum questo contributo), Cristina Campo fu una fervente cattolica; si avvicinò progressivamente al cristianesimo che divenne per lei ragione di vita – ed anche di profonde analisi e riflessioni – soprattutto negli ultimi quindici anni della sua…

Continue Reading

Resistere si può. Riflessioni dopo il pandemonio pandemico

Cari amici di Duc in altum, a meno di due anni dalla pubblicazione di Libertà e coronavirus. Riflessioni a caldo su temi sociali, economici, politici e teologici, l’autore, don Beniamino Di Martino, ne propone una versione aggiornata e più agile. Si tratta di Stato e Covid. Minaccia alla libertà, saggio attraversato dalla preoccupazione verso quel centralismo politico e quell’interventismo statale che, scrive Di Martino, riescono a produrre più conseguenze negative di qualsiasi calamità, pandemie comprese. Per gentile concessione dell’autore e dell’editore, vi propongo qui la mia prefazione al libro. *** di Aldo Maria Valli Le epidemie, o pandemie, vanno e…

Continue Reading

Uscite, fiaschi, chiusure. A Genova la Chiesa va così. E il Collegio vigilante dei parroci prende nota

di Romano Curiale La capitolina canicola estiva è una di quelle cose che, come diceva il cardinale Siri, farebbe eleggere papa anche una bottiglia di cognac, col miraggio di sfuggirla prima possibile. Il solleone ha anche quest’anno spinto molti a cercare refrigerio in più amene italiche località, ove farsi cullare dallo sciabordio delle acque o discorrere sotto il pergolato, sorseggiando un cortese vinello che inclina alla facondia. Si sa: una parola tira l’altra e fanno capolino ancora una volta i parroci vigilanti di Genova, collegio di alacri prevosti. Intorno alla Cattedra che fu di San Siro non ci appisola mai,…

Continue Reading

Storia di Ermanno, meraviglia del mondo

di Alessandro Staderini Busà La sua fortuna fu nascere e vivere nell’anno Mille. Partorito qualche secolo prima, la lacuna nella carità dei pagani lo avrebbe lasciato in pasto alle bestie, fatto annegare, gettato da una rupe. “Portentosos fetus extinguimus, liberos quoque, si debiles monstrosique editi sunt” scriveva Seneca. “Eliminiamo i neonati mostruosi, perfino i figli, se vengono alla luce deboli e deformi”. Se poi fosse appartenuto al millennio nostro, nemmeno avrebbe avuto il tempo di metter fuori il naso col parto. Aspirato ancora vivo dall’utero materno, sarebbe andato ad arricchire il numero di sacrificati al programma eugenetico globale, quasi 43…

Continue Reading

Covid / Dopo le gravi violazioni dei diritti e delle libertà fondamentali occorre ridare il primato alla persona. Parola di scienziati

Il Comitato internazionale per l’etica della biomedicina (Cieb) ha prodotto un documento che merita di essere letto con attenzione. Il Cieb è un network scientifico internazionale creato da docenti universitari ed esperti di diverse discipline e nazionalità allo scopo di riportare i principi e i valori cui si ispira la riflessione bioetica al centro della gestione politica del Covid, restituendo alla società civile i punti di riferimento etico che vanno messi a fondamento delle scelte politiche e delle decisioni normative. *** Parere relativo al primato dell’essere umano sugli interessi della società e della scienza, alla demedicalizzazione della società e alla revisione…

Continue Reading

Lettera / Comunione sulla lingua. Diritto negato, anche a Lanciano

Caro dottor Valli, nelle mie peregrinazioni per l’Italia recentemente ho sentito Messa a Lanciano, nel Santuario del miracolo eucaristico. Celebrante molto attento alla liturgia, preparato, bella predica, cosicché al momento della distribuzione dell’Eucarestia mi aspettavo di trovare rispetto per i diritti di Nostro Signore (e pure dei fedeli), secondo le disposizioni della Cei. Purtroppo mi sbagliavo: prima della distribuzione, con annuncio esplicito, è stato specificato dal sacerdote che in quel santuario la Comunione è distribuita solo sulle mani. A malincuore, ho dunque rinunciato a riceverla. Impressione ancora peggiore, se possibile, ho ricevuto dopo la Messa: al fondo del santuario, l’altare…

Continue Reading

Astenersi? Votare? Idee a confronto

Ancora due interventi sul voto del 25 settembre. Uno per l’astensione, l’altro per il voto. Idee a confronto. Fa sempre bene, se sono idee motivate ed esposte in modo garbato. *** Caro Valli, bisognerebbe analizzare gli ultimi sessant’anni della nostra storia per fare un discorso compiuto. Mi limito a ricordare che dopo l’omicidio Moro l’Italia perse del tutto la possibilità di scelte autonome dai poteri anglo-americani, nel 1992 sul Britannia (presenti Amato, Prodi, Draghi & C.) venne svenduta la parte migliore dell’Italia. I governi che si sono succeduti mai hanno fatto gli interessi dell’Italia sia quelli di centro, di sinistra…

Continue Reading

Storie di santi vescovi e visite alle diocesi. Quando la pastorale non era solo una parola

di Rita Bettaglio “Si comanda ai vescovi che visitino la loro greggia, che l’ammaestrino, la raddrizzino, la consolino. Se io sto tutto l’anno in orazione e digiuno tutta la mia vita e non fo questo, io mi danno”. Così si esprimeva san Francesco di Sales, il santo vescovo di Ginevra, vissuto tra il XVI e il XVII secolo, titolare di una diocesi in cui era rischioso anche solo metter piede per la violenza degli eretici calvinisti. Eppure egli, opportune et importune, fu instancabile e, a dorso di mulo, col caldo, il gelo, la pioggia e la neve visitava e confortava…

Continue Reading

Voto sì, voto no / Dibattito aperto. 4

Cari amici di Duc in altum, ormai ci siamo. Domenica si vota. Dopo il mio articolo Ecco perché sto andando verso il non voto, mi avete scritto in tantissimi. Ringrazio tutti, specie per lo stile pacato e le espressioni di stima e amicizia, a prescindere dalla diversità di idee. Oggi vi propongo un’altra selezione di interventi. Le precedenti le trovate qui, qui e qui.  ***  Caro dottor Valli, le scrivo dopo aver letto il suo articolo riguardante le prossime elezioni politiche del 25 settembre. Premetto che sono un assiduo frequentatore del suo blog il quale, insieme a pochi altri, fa…

Continue Reading

Sei un lettore di Duc in altum? Ti piace questo blog? Pensi che sia utile? Se vuoi sostenerlo, puoi fare una donazione utilizzando questo IBAN:

IT64Z0200820500000400192457
BIC/SWIFT: UNCRITM1D09
Beneficiario: Aldo Maria Valli
Causale: donazione volontaria per blog Duc in altum

Grazie!