Filastrocca / La verità alla riscossa

Cari amici di Duc in altum, un simpaticissimo lettore mi ha mandato una filastrocca e mi fa piacere condividerla.

***

Caro Valli, leggo ogni giorno con immensa curiosità e piacere  il suo blog e come ringraziamento per la sua opera preziosissima di controinformazione le dedico una filastrocca, lo stile poetico più semplice e insieme profondo che esista, tanto per rifarci ai dettami evangelici.

 

Ma il popolo mantiene la fede

Quando l’ eresia ariana

regnava nella Chiesa, sovrana,

pochi vescovi osavano parteggiare

per il Verbo intero da amare.

Molti, vassalli dell’imperatore,

ritenevano sommo onore

mischiar interessi e teologia,

senza adire alla giusta via.

Coi pochi intrepidi “sorveglianti”,

votati al martirio dei santi,

toccò ai fedeli darsi una mossa

e portar la verità alla riscossa.

Assieme a Ilario, Atanasio e Paolino –

quest’ultimo mandato al confino –

i laici sconfissero un’armata potente,

composta da teologi e da una classe saccente.

Ora siamo a punto e partenza,

forse ancor peggio di quell’esperienza:

abbiamo superato la soglia dell’eresia

per cader nel baratro dell’apostasia.

E mentre  il Cornuto aumenta gli estimatori

fra le porpore e i mal pensatori,

ecco, il popolo mantiene una fede

che nessun corrotto lede.

Aiutato da brillanti comunicatori,

come Aldo Maria Valli e rari altri signori;

perché il Bello, il Giusto e il Vero

abiti in ogni cuor aperto e sincero.

Gaetano Tirloni

I miei ultimi libri