Una parola al giorno / Vescovo

Messa sì, Messa no, Messa quando? Vescovi che parlano, vescovi che tacciono. Confusione e incertezza dominano la scena in questi giorni segnati dal coronavirus.

Nell’attesa di decisioni, due parole sul vescovo.

Vescovo viene dal greco episkopos, da epì (sopra) e skopèo (guardare). È il sovrintendente, nel senso che vigila.

Al vescovo, san Giovanni Paolo II, di venerata (ma non troppo frequentata) memoria, dedicò un’ampia riflessione con l’esortazione apostolica Pastores gregis. Dove si legge fra l’altro: “Tra tutte le incombenze del ministero pastorale del Vescovo, l’impegno per la celebrazione dell’Eucaristia è il più cogente e importante. A lui spetta pure, come uno dei suoi principali compiti, quello di provvedere affinché i fedeli abbiano la possibilità di accedere alla mensa del Signore, soprattutto alla domenica… il giorno in cui la Chiesa, comunità e famiglia dei figli di Dio, trova la sua peculiare identità cristiana attorno ai propri presbiteri” (n. 37).

Ecco.

A.M.V.

I miei ultimi libri