Se il ministero della Salute raccomanda ma non sa

Caro dottor Valli, il ministero della Salute, che in questi mesi si è notoriamente distinto per l’eccellenza della gestione-Covid, ha comunicato una iniziativa fondamentale a provvida tutela dei minori: si raccomanda vaccinazione antinfluenzale per bambini a partire dai sei mesi di età.

La motivazione è la seguente: “Nella prossima stagione influenzale 2020/2021, non è esclusa una co-circolazione di virus influenzali e Sars-CoV-2, pertanto, si rende necessario ribadire l’importanza della vaccinazione antinfluenzale, in particolare nei soggetti ad alto rischio di tutte le età, per semplificare la diagnosi e la gestione dei casi sospetti, dati i sintomi simili tra Covid-19 e Influenza. Vaccinando contro l’influenza, inoltre, si riducono le complicanze da influenza nei soggetti a rischio e gli accessi al pronto soccorso.”

Ma il ministero ha idea se la vaccinazione dei bambini sarà efficace e sicura? No, non lo sa, per sua stessa ammissione: “Dal momento che, stante l’attuale situazione pandemica causata dal SARS-CoV-2, non esistono le condizioni per condurre uno studio pilota teso a valutare fattibilità ed efficacia in pratica della vaccinazione influenzale fra i 6 mesi e i 6 anni, si fornisce la bibliografia a oggi disponibile su protezione di comunità ed efficacia della vaccinazione influenzale in età pediatrica.”

Insomma, il solerte ministero non ha tempo sufficiente per studiare se la raccomandata vaccinazione influenzale sia “fattibile ed efficace in pratica”, e quindi si limita a fornire un po’ di generica bibliografia al riguardo. Non c’è che dire, i genitori dei bambini possono dormire sonni tranquilli, sapendo che il ministero della Salute ignora se la vaccinazione raccomandata ai loro figli sarà “fattibile ed efficace in pratica”.

Il solerte ministero, inoltre, pare ignorare che i bambini non sono untori: gli studi disponibili mostrano che i minori rarissimamente s’infettano e infettano di Sars-CoV-2.

Offro queste considerazioni corrispondendo alla richiesta del ministero stesso: “Si raccomanda l’attivazione di campagne di informazione/educazione della popolazione e degli operatori sanitari coinvolti nella attuazione delle strategie vaccinali… evidenziando i  benefici  e i vantaggi  che una copertura vaccinale ottimale può ottenere nella attuale emergenza da coronavirus”. Ecco: i benefici e i vantaggi della vaccinazione per i bambini non li vedo, e quindi mi permetto di evidenziarlo.

Alessandro Martinetti

I miei ultimi libri