Il vaccino anti-Covid e gli “eventi di impatto sulla salute”. Ecco una tabella su cui ragionare

Cari amici di Duc in altum, un amico mi ha inviato un video che fa pensare. Il signore che parla è Vernon Coleman (1946), giornalista, scrittore, blogger ed ex medico di base, autore di numerosi saggi e romanzi.

Noto per la sua libertà di giudizio, Coleman nel suo sito non nasconde di avere “molti nemici tra l’establishment medico e tra le alleanze commerciali dell’establishment”.

Inoltre, in molti dei suoi libri di medicina e in migliaia di articoli su giornali e riviste Vernon Coleman “ha richiamato l’attenzione sui pericoli derivanti dall’uso di specifici farmaci da banco e da prescrizione”.

Nel libro The Medicine Men (1975) “ha richiamato l’attenzione sul rapporto pericolosamente stretto tra l’establishment medico e l’industria farmaceutica”. In Paper Doctors (1977) “ha sostenuto che la maggior parte della ricerca medica viene fatta a beneficio dei ricercatori (e delle aziende farmaceutiche)”.

Questo è il link del video. E qui sotto ecco la traduzione italiana. Occorre sottolineare che Coleman, come dichiara lui stesso, non è contrario ai vaccini. È però a favore di una scelta informata

***

Ho appena visto un rapporto del Gruppo di lavoro sul vaccino Covid-19 dell’AIP Covid-19 presso il CDC negli Stati Uniti [ACIP sta per Advisory Committee on Immunisation Practices; CDC per Centers for Disease, Control and Prevention].

Si tratta di una relazione sull’anafilassi in seguito alla somministrazione del vaccino m-RNA Covid-19, e la relazione include una tabella intitolata V-Safe Active Surveillance for Covid-19 Vaccine.

La tabella elenca 112.807 dichiaranti con una prima dose registrata entro il 18 dicembre e 3.150 eventi di impatto sulla salute [Health Impact Events].

Gli eventi di impatto sulla salute riguardano individui “incapaci di svolgere le normali attività quotidiane, incapaci di lavorare, che necessitano di cure mediche o professionali” [unable to perform normal daily activities, unable to work, required care from doctor or health care professional].

Tali eventi riguardano il 2,79%, dei dichiaranti, entro pochi giorni dal ricevimento del vaccino.

Dunque, se sessanta milioni di persone nel Regno Unito faranno il vaccino, possiamo aspettarci che 1,67 milioni di persone non saranno in grado di lavorare e di svolgere le normali attività quotidiane e avranno bisogno di richiedere cure da parte di un medico o di un operatore sanitario.

Se sei miliardi di persone in tutto il mondo faranno il vaccino, possiamo aspettarci che 167 milioni di persone saranno “incapaci di lavorare e di svolgere le normali attività quotidiane e avranno bisogno di richiedere cure da un medico o da un operatore sanitario”.

E questo è solo l’effetto a breve termine del vaccino. Ovviamente non sappiamo cosa succederà nei mesi e negli anni a venire.

Il link alla relazione è sul mio sito web. Basta cercare “Informazioni urgenti sul vaccino Covid-19”. (È già stato visto da molte migliaia di visitatori di questo sito web. Se il rapporto scompare, temo che sia stato “rimosso” da forze al di fuori del mio controllo).

Se qualcuno, alla BBC o in qualsiasi altro media mainstream, ha ancora una qualche integrità, lo pubblicherà come notizia principale nel suo prossimo reportage.

Non dirò a nessuno di fare o meno il vaccino. Non sono contrario ai vaccini per qualche strana ragione luddista, ma sono a favore della scienza e della verità, e sto solo facendo qualcosa che i governi non faranno: aiutare la gente a fare una scelta informata.

Questo è ciò che ho fatto in tutta la mia vita e, per quanto riguarda il Covid, dal marzo 2020. Come ricompensa sono stato bandito, calunniato e deriso dagli ignoranti, da coloro che ragionano in base a pregiudizi e dai venduti.

A mio parere, questo rapporto significa che il vaccino Covid-19 deve essere fermato ora.

Se non viene fermato, allora sappiamo cosa sta succedendo. Se i governi sono davvero “guidati dalla scienza” (come affermano di essere) non hanno scelta.

La gente spesso dice: “Cosa posso fare?

Invia questo video a politici, giornalisti, familiari e amici. Chiunque pensi di avere il vaccino ha bisogno di un consenso informato.

Se vuoi fermare tutto questo, puoi farlo. Dipende da te. Tu puoi fare la differenza.

Vernon Coleman

***

 Virus e Leviatano (Liberilibri, 108 pagine, 11 euro).

Una riflessione sull’uso politico e sociale della pandemia. Ovvero, ecco a voi il dispotismo statalista, condiviso e terapeutico che minaccia democrazia e libertà.

Arrivato alla terza ristampa, lo si può acquistare qui, qui e qui oltre che su tutte le altre piattaforme per la vendita di libri e, ovviamente, nelle librerie.

***

E non perdete

Nell’ora della prova (Chorabooks) di Carlo Maria Viganò, a cura di Aldo Maria Valli.

Per conoscere meglio monsignor Viganò, capire le sue ragioni, valutare la portata dei suoi interventi. Un libro che gli storici della Chiesa dovranno prendere seriamente in considerazione quando studieranno il pontificato di Bergoglio e ricostruiranno i drammatici passaggi che stanno caratterizzando questi nostri anni.

Nell’ora della prova può essere ordinato qui in formato cartaceo e qui in formato Kindle

 

 

I miei ultimi libri