Volete la Luna? Affrettatevi! Ultimi giorni per candidarsi

Volete salire su un razzo ed essere spediti dalle parti della Luna? Potete farlo. Dovete solo candidarvi. Basta inviare una mail a Yusaku Maezawa, il miliardario giapponese che sta cercando otto componenti per formare l’equipaggio di SpaceX Moon Flight, il primo volo commerciale sulla Luna. Partenza prevista, se tutto va bene, nel 2023, a bordo del veicolo di lancio Starship di SpaceX, l’azienda aerospaziale statunitense di Elon Musk.

Maezawa, imprenditore di moda e collezionista d’arte, ha acquistato tutti i posti disponibili sulla navicella e ora li mette a disposizione di chi si sente di affrontare l’avventura. Il tour prevede un’orbita attorno alla Luna, con visione del lato nascosto, e ritorno sulla Terra.

In un primo tempo Maezawa aveva pensato a otto artisti, ma poi si è ricreduto. Il termine “artista”, ha spiegato, è un po’ troppo ambiguo. Meglio rivolgersi a chiunque. In fondo, “ogni persona che desideri fare qualcosa di creativo è un artista”.

Per far parte degli otto prescelti non è necessario possedere particolari qualità. Basta avere buona salute e soddisfare alcuni criteri-chiave: “Desiderare di superare i propri limiti, avere una visione più ampia ed essere disposti a supportare gli altri membri dell’equipaggio che condividono le stesse aspirazioni”.

La visione, dalla navicella, sarà certamente assai ampia, non c’è che dire.

L’anno scorso Maezawa annunciò che stava cercando anche una compagna di vita disposta a seguirlo nel viaggio. Quasi trentamila le donne che risposero. Dopo di che Maezawa, forse per l’abbondanza di offerta e la difficoltà di decidere, non ha più dato seguito al suo proposito.

Il progetto – la missione si chiama dearMoon – è però confermato. Durata prevista, poco meno di una settimana, visto che Starship dovrebbe impiegare tre giorni per raggiungere la Luna, uno per completare un giro attorno al nostro satellite e altri tre giorni per tornare indietro.

Elon Musk, amministratore delegato di SpaceX, si dice “altamente fiducioso”. Il razzo, assicura, sarà certamente pronto per la missione nel 2023.

Il missile è di nuova generazione, riutilizzabile dopo il rientro. Progettato per il trasporto dei turisti spaziali, in seguito dovrebbe essere impiegato nell’ambito di progetti di colonizzazione della Luna e di Marte.

Musk spiega che Starship è stato pensato “per fornire un ambiente pressurizzato per tutti i membri dell’equipaggio”, anche in caso di “situazioni atipiche”. Le tute fornite saranno dotate di sistemi di regolazione della temperatura e per garantire le comunicazioni.

Nato nel 1975, Yusaku Maezawa deve la sua fortuna a Zozotown, negozio online di abbigliamento fondato nel 2004. Un pallino, quello per il business, avuto fin da ragazzino, quando Maezawa fece i primi soldi vendendo i suoi dischi preferiti. Con un patrimonio stimato di circa due miliardi di dollari, oggi Maezawa è, secondo Forbes, al ventiduesimo posto nella classifica delle persone più ricche del Giappone e tra le millecinquecento più ricche del mondo. Anni fa la passione per l’arte lo spinse a spendere più di centodieci milioni di dollari per l’acquisto di un dipinto del writer Jean-Michel Basquiat.

“Se Pablo Picasso fosse stato in grado di vedere la Luna così da vicino, che genere di dipinti avrebbe realizzato?” si domanda Maezawa nel suo sito. “E se John Lennon avesse visto la curvatura della Terra, che canzoni avrebbe scritto? Se fossero andati nello spazio, come sarebbe stato oggi il mondo?”.

In caso di succeso, la missione di Musk e Maezawa sarà la prima a riportare esseri umani dalle parti della Luna dai tempi dell’Apollo 17, undicesima e ultima missione umana della Nasa sulla Luna, nel 1972.

La cifra sborsata dal miliardario giapponese per sé e gli otto ospiti non è stata rivelata. Musk ha fatto sapere che per lo sviluppo del Big Falcon Rocket, il vettore, servono circa cinque miliardi di dollari.

Chi è interessato a fare domanda per la Luna ha tempo fino al 14 marzo.

A.M.V.

_____________________

Fonte: dearmoon.earth

***

Sei un lettore di Duc in altum? Ti piace questo blog? Pensi che sia utile? Se vuoi sostenerlo, puoi fare una donazione utilizzando questo IBAN:

IT65V0200805261000400192457

BIC/SWIFT  UNCRITM1B80

Beneficiario: Aldo Maria Valli

Causale: donazione volontaria per blog Duc in altum

Grazie!

 

I miei ultimi libri