Vaccini / Le frasi a effetto della propaganda e la realtà dei fatti. Lettera di un medico

Cari amici di Duc in altum, nuova lettera del Medicus Cogitans, medico che, non  disposto a cedere alla narrativa dominante, fa le pulci alle ultime notizie propalate dai media dogmatici in materia di vaccini.

***

di Medicus Cogitans

Caro Valli, già appare un altro segno della follia dei nostri tempi, ancora una volta portato da un’ informazione sensazionalistica ad usum delphini.

Sempre più affannosamente si va ripetendo da tg ed “esperti” vari che il vaccino è efficacissimo e salva la vita: stavolta la prova sarebbe che negli ultimi sei mesi (gennaio-giugno 2021) il 99% dei morti non era vaccinato.

Complimenti, grande frase a effetto ripetuta anche da vari medici, trionfale e definitiva, utile per corroborare i torpidi nella dottrina vigente e per demonizzare ulteriormente i miscredenti (che adesso sono anche accusati di frenare la ripresa economica!).

Peccato però che, ancora nel quinto dei suddetti sei mesi presi a esempio, il totale dei soggetti vaccinati con seconda dose superasse a stento il 20%, quindi è ovvio che la quasi totalità dei deceduti, peraltro in netto calo, fosse non vaccinata.

Inoltre mi sarei aspettato per correttezza ulteriori dettagli da parte dei medici araldi del vaccino su questi morti: andiamo a vedere per esempio fascia di età, patologie concomitanti, terapia effettuata e così via.

Insomma, sempre più informazione scorretta, cittadini intervistati che recitano a memoria le parole d’ordine (“tutti dobbiamo vaccinarci, ce la faremo, chi non lo fa è un irresponsabile, solo così ne usciremo”) sorridenti ma pronti ad additare il nemico, medici che obbediscono per salvare il posto, tanto il giuramento di Ippocrate serve solo a commuovere le mamme il giorno della laurea… che tristezza, che brutti tempi.

E soprattutto ancora nessuno che ponga la domanda decisiva: perchè mai non è obbligatorio questo vaccino?

Perchè non si dovrebbe rendere obbligatorio un vaccino che è così necessario, efficace e sicuro, come dicono tutti in coro?

È obbligatorio vaccinarsi per una quantità di malattie (morbillo, difterite, pertosse, tetano ecc.) e né governo né cittadini hanno da ridire, e allora cosa impedisce a un governo che ha poteri da emergenza nazionale di mettere nero su bianco un obbligo che cerca invece di realizzare di fatto con inviti pressanti, appelli morali, lacrimosi ricordi di bare, proclami duceschi di virologi ebbri di potere?

Un atteggiamento vigliacco ma ricattatorio proprio sul piano morale e dei sentimenti della gente.

Basta ragionare un minuto, ma è più rassicurante credere al tg: sembra sempre più il film La fuga di Logan (1976) o la teoria della rana bollita di Chomsky, che non è proprio un estremista di destra.

Quando le autorità renderanno obbligatorio questo vaccino allora e solo allora saremo certi della SICUREZZA, EFFICACIA e NECESSITA’ dello stesso, e io per primo me lo inietterò da solo: non credo ai complotti, credo a governi disperati che non trovano soluzioni, e sanno che l’unica eventuale soluzione non è affatto sicura nè efficace, per questo non si prendono la responsabilità delle eventuali conseguenze scaricandola sul cittadino che firma felice la liberatoria.

 

I miei ultimi libri