Gli impegni arcobaleno dell’arcivescovo di Berlino

L’arcidiocesi di Berlino ha annunciato che l’arcivescovo Heiner Koch nominerà un responsabile con l’incarico di dedicarsi alla pastorale per le persone omosessuali.

L’agenzia di stampa cattolica tedesca KNA riferisce che l’arcivescovo Koch ha preso l’impegno durante un incontro con i rappresentanti dell’Associazione lesbica e gay di Berlino-Brandeburgo. Un impegno importante, ha sottolineato Koch, così che “l’emarginazione e la discriminazione della comunità Lgbtq possa essere affrontata senza paura nella Chiesa”.

L’arcivescovo Koch ha affermato di considerare la doppia emarginazione dei gay cattolici – all’interno della comunità cattolica così come nella comunità Lgbtq  – come “problematica e dolorosa”.

Il motivo dell’incontro, richiesto dall’Associazione lesbiche e gay, è stato “guardare alle contraddizioni all’interno della Chiesa cattolica e alla simultanea solidarietà mostrata nei confronti delle persone Lgbtq sulla scia del rinnovato rifiuto del Vaticano, lo scorso febbraio, di qualsiasi benedizione ecclesiale per le coppie omosessuali”.

Ulrich Kessler, membro del consiglio di amministrazione dell’Associazione gay e lesbiche di Berlino-Brandeburgo, si è detto sorpreso ed entusiasta “che le bandiere arcobaleno sventolassero anche dalle guglie della Chiesa cattolica, decorassero pagine Internet e post sui social media e che molte congregazioni della Chiesa avessero chiamato per fornire servizi di benedizione”.

L’arcivescovo Koch ha chiesto di comprendere che, come vescovo, “per amore dell’unità della Chiesa, non posso prescindere dalla posizione di Roma”. Tuttavia, ha affermato di essere impegnato “senza riserve a concedere la benedizione di Dio all’amore e alle relazioni tra le persone”. Si è impegnato quindi a proseguire la discussione, anche nell’ambito del progetto di riforma del Cammino sinodale della Chiesa cattolica in Germania .

Il tema, ha detto, è comunque problematico “mentre la pressione politica della Chiesa dovrebbe essere esercitata mediante servizi di benedizione”. Questa osservazione è stata vista come un riferimento all’iniziativa dello scorso maggio soprannominata Love Wins, quando, in segno di protesta contro il Vaticano, in molte chiese cattoliche della Germania si sono tenute benedizioni per coppie dello stesso sesso e divorziate.

Fonte: ucanews.com

* * * * *

Sei un lettore di Duc in altum? Ti piace questo blog? Pensi che sia utile? Se vuoi sostenerlo, puoi fare una donazione utilizzando questo IBAN:

IT65V0200805261000400192457

BIC/SWIFT  UNCRITM1B80

Beneficiario: Aldo Maria Valli

Causale: donazione volontaria per blog Duc in altum

Grazie!

 

I miei ultimi libri