Al Collegio Nordamericano di Roma non si insegnerà più la Messa “vetus ordo”

Il rettore ha reso noto che “la rotazione delle Messe speciali del sabato sarà modificata in modo che la celebrazione della Messa novus ordo in latino sostituisca la precedente messa nella forma straordinaria”.

***

In una nota inviata alla “comunità” del North American College il rettore, padre Peter Harman, ha annunciato che tutte le Messe in forma straordinaria saranno definitivamente sospese presso la più importante istituzione cattolica americana a Roma.

Inoltre, secondo la nota – riferisce Alejandro Bermudez sul National Catholic Register – la celebrazione della forma straordinaria non sarà più insegnata ai seminaristi.

In un memorandum firmato e pubblicato il 31 agosto, padre Harman spiega che “quando Papa Benedetto XVI ha emesso il Summorum pontificum nel 2007 il Pontificio Collegio Nordamericano in conformità con il suo motu proprio ha iniziato la formazione ufficiale alla forma straordinaria e ha provveduto a inserire le Messe secondo il Missale Romanum del 1962 nella rotazione regolare delle Messe speciali del sabato. Inoltre, il Collegio forniva i beni liturgici necessari ai sacerdoti per celebrare secondo la forma straordinaria”.

Ora però, prosegue il rettore, “alla luce del motu proprio di papa Francesco Traditiones custodes, emanato il 16 luglio 2021, e dopo aver sentito il consiglio canonico, il Collegio resta coerente con quanto ci ha chiesto il Santo Padre”. Di conseguenza, “la rotazione delle Messe speciali del sabato alle 12:30 sarà modificata in modo che la celebrazione della Messa novus ordo in latino sostituisca la precedente Messa nella forma straordinaria”.

Fonte: ncregister.com

Foto: Bohumil Petrik/CNA/EWTN

 

I miei ultimi libri