Solo vaccinati? Djokovic non ci sta

“La verità è che non so se giocherò, la situazione non è affatto buona. Tra due o tre settimane verrà presa una decisione definitiva”.

Novak Djokovic sarà a Parigi Bercy per l’ultimo Master 1000 del 2021, sarà a Torino per le Finals e giocherà la Coppa Davis ma ha annunciato che non sa ancora se parteciperà agli Australian Open nel 2022. Il serbo potrebbe così non esserci a difendere il titolo in quanto al campionato australiano entreranno solo giocatori vaccinati e sono note le posizioni di Djokovic contro i vaccini.

La presenza del serbo agli Australian Open dunque è in forte dubbio e il numero 1 del tennis ha spiegato:

“Trovo terrificante che la società ti giudichi in base a un vaccino. Non voglio partecipare a una guerra che stanno fomentando i media. Pertanto, non rivelerò se sono vaccinato o meno. […] Tra due o tre settimane verrà presa una decisione definitiva. Questa è una situazione difficile, non so quanti viaggeranno a Melbourne questa volta”.

Dal tennis all’NBA, le dichiarazioni di Djokovic fanno eco a quelle di Kyrie Irving che con coraggio ha deciso di non cedere alle pressioni della sua squadra e di non sottoporsi a vaccinazione. L’All-Star dei Nets è stato messo fuori squadra fino a quando non tornerà a essere a disposizione “a pieno servizio”, ossia vaccinato. Il suo obiettivo è quello di dare voce a chi sta perdendo il lavoro a causa delle restrizioni. Una lotta “più grande della pallacanestro” che rischia di compromettere la corsa al titolo di Brooklyn e l’intera stagione.

Enrica Perucchietti

Fonte: visionetv.it

 

I miei ultimi libri