Sulla realtà virtuale per mucche. E non solo

Leggo che ad alcune mucche, bloccate nelle stalle durante i mesi invernali, sono stati applicati occhiali per la realtà virtuale, così che esse pensino di trovarsi al pascolo all’aperto, sui prati.

Succede ad Aksaray, in Turchia, e pare che le mucche, grazie all’illusione indotta dalla realtà virtuale, siano più felici e quindi producano più latte.

I bovini, in questo periodo, si nutrono con il foraggio essiccato, ma la realtà virtuale, a quanto sembra, può indurli a credere di trovarsi su profumate distese erbose, in estate. Due le mucche alle quali l’allevatore Izzet Kocak ha fatto indossare gli speciali occhiali. Con un risultato sorprendente: dai soliti ventidue litri di latte al giorno la loro produzione sarebbe salita a ventisette litri.

Gli occhiali, sviluppati con la collaborazione di veterinari, erano già stati testati in una fattoria di Krasnogorsk, in Russia, e anche in quel caso il risultato era stato soddisfacente: “Una riduzione dell’ansia e un miglioramento dell’umore emotivo generale nella mandria”, come certificato dal ministero dell’agricoltura e dell’alimentazione di Mosca.

Già si sapeva che ascoltare buona musica, soprattutto classica, fa bene alle mucche: il loro umore migliora e di conseguenza il latte è di più e di più alta qualità. Ma ora la realtà virtuale promette risultati ancora superiori, tanto che il signor Izzet Kocak ha deciso di acquistare altre otto paia di occhiali.

Naturalmente ci rallegriamo per le mucche. E già possiamo immaginare ulteriori sviluppi. Ricordo per esempio di aver letto da qualche parte, tempo fa, che anche per le galline rinchiuse negli allevamenti intensivi si stava pensando alla realtà virtuale per far loro credere di trovarsi in bellissimi pollai all’aperto, dove becchettare liberamente. Il tutto per produrre più uova e di migliore qualità.

Quanto a noi umani, non c’è bisogno di grandi applicazioni tecnologiche. Per ritrovarsi in piena realtà virtuale, cullati da una piacevole sensazione di appagamento, può anche bastare ascoltare un discorso di Mattarella. E magari ci scappa pure una certa produzione di latte. Alle ginocchia.

______________

Foto: Agenzia Anadolu tramite Getty Images

* * * * *

Sei un lettore di Duc in altum? Ti piace questo blog? Pensi che sia utile? Se vuoi sostenerlo, puoi fare una donazione utilizzando questo IBAN:

IT65V0200805261000400192457

BIC/SWIFT  UNCRITM1B80

Beneficiario: Aldo Maria Valli

Causale: donazione volontaria per blog Duc in altum

Grazie!

 

I miei ultimi libri