Suor Joseph nuova superiora delle Missionarie della Carità. È la prima indiana

Eletta dal capitolo generale a Calcutta, suor Joseph prende il posto di suor Prema, che guidava le suore dal 2009. Cresciuta a Calcutta accanto a Madre Teresa, 68 anni, attualmente era superiora per il Kerala.

di Nirmala Carvalho

AsiaNews

L’indiana suor Maria Joseph Michael, 68 anni, è la nuova superiora delle Missionarie della Carità, le suore di Madre Teresa. È stata eletta dal capitolo generale delle religiose riunitosi nella casa madre di Calcutta. Prende il posto di suor Prema, la suora di origini tedesche che ha guidato per due mandati le Missionarie della Carità dal 2009 a oggi. Suor Joseph diventa così la quarta religiosa chiamata a guidare le suore con il sari bianco e azzurro, note in tutto il mondo per la loro presenza accanto ai più poveri: dopo santa Teresa di Calcutta, la fondatrice delle Missionarie della Carità morta nel 1997, a guidare la congregazione fu chiamata la nepalese suor Nirmala Joshi, a cui si deve anche la fondazione del ramo contemplativo delle suore.

Suor Joseph diventa dunque la prima indiana a ricoprire l’incarico di superiora generale. Originaria di Thissur, nel Kerala, è entrata tra le Missionarie della Carità a vent’anni ed è stata tra le più strette collaboratrici di Madre Teresa. Ha svolto il suo ministero anche nelle Filippine, in Polonia e in Papua Nuova Guinea. Attualmente viveva presso lo Shishu Bhavan (la casa di accoglienza per i bambini) di Ernakulam, dove era superiora delle Missionarie della Carità per il Kerala. In precedenza, fino a quindici mesi fa, era stata l’assistente generale accanto a suor. Prema.

Da Ernakulam suor John Mariette commenta così l’elezione della nuova superiuora: “Sono sicura che Dio userà tutti i suoi talenti e le sue qualità per portare il bene nella società secondo i Suoi disegni”.

Al capitolo delle Missionarie della Carità – che ha eletto anche il consiglio generale che affiancherà suor Joseph – hanno preso parte le rappresentanti di tutte le comunità dell’ordine, oggi presente in centodieci Paesi del mondo.

Fonte: asianews.it

I miei ultimi libri