Una parola al giorno / Motivo

Leggo che un rappresentante delle forze dell’ordine, onde multare un giovane (euro 533,33 riducibili a 373,33 se pagati entro trenta giorni) il quale avrebbe disatteso il “Divieto di spostamento con veicolo di persona fisica sul territorio nazionale non giustificato da comprovate esigenze lavorative, situazioni di necessità ovvero per motivi di salute”, ha scritto questo verbale: “La persona effettuava spostamento senza giustificato motivo più precisamente si spostava in qualità di accompagnatore del padre che per giustificato motivo si recava all’ospedale San Martino accompagnato dal figlio in qualità di conducente che per giustificato motivo trasportava il genitore titolare di contrassegno disabili”.

Che dire? Fossi stato la “persona che effettuava spostamento senza giustificato motivo”, avrei mandato il verbalizzante a quel paese. E con giustificato motivo.

A.M.V.

 

 

I miei ultimi libri