Spagna / La proposta di Vox per dare riconoscimento legale al nascituro

Una proposta per il riconoscimento dello status giuridico del nascituro. Viene dal partito spagnolo Vox, che l’ha presentata al Congresso dei deputati, la camera bassa del parlamento. In proposito, ecco una sintesi dell’articolo con cui churchmilitant.com illustra l’iniziativa.

***

In Spagna il partito Vox offre una speranza ai bambini non ancora nati: si tratta di una proposta per riconoscere il loro status giuridico di esseri umani fin dal concepimento.

Vox, unico partito politico pro-vita in Spagna, ha presentato venerdì al Congresso una misura che chiede di modificare la legge del registro civile del paese in modo che i genitori di un bambino che è ancora nel grembo della madre possano registrare il bambino con “pieno effetto legale al momento del concepimento”.

Come spiegato in dettaglio sul sito web del Congresso, la misura non vincolante sostiene che mentre un nascituro non è ancora “una persona giuridica”, deve godere di un “diritto legale alla vita” protetto dallo Stato, secondo una sentenza della Corte suprema spagnola del 1985.

La registrazione di un nascituro offre “numerosi vantaggi” per il nascituro stesso e per la famiglia, come “il semplice riconoscimento della sua esistenza e della sua eventuale morte se la gravidanza viene interrotta”. Tra i vantaggi per il nascituro vi sono il diritto di eredità, la proprietà o la comproprietà di un’impresa familiare e il riconoscimento della filiazione ai fini di procedimenti matrimoniali e/o ereditari in corso.

I redattori del provvedimento si sono ispirati a una massima del diritto romano: Nasciturus pro iam nato habetur, quotiens de commodis eius agitur (Il nascituro venga considerato come se fosse già nato, tutte le volte in cui si tratta del suo vantaggio), principio applicato per esempio quando la regina Vittoria ereditò il trono di Gran Bretagna nel 1837.

Come spiegato da Vox, la registrazione di un nascituro consentirebbe ai genitori di richiedere i servizi di medici specialisti in caso di necessità e di richiedere una designazione di nazionalità. Si propone che l’iscrizione del bambino venga effettuata “dal momento del concepimento” quando “così è richiesto da uno o entrambi i genitori”.

Vox, che la maggior parte dei media tradizionali descrive come di “estrema destra”, difende i valori tradizionali, tra cui il diritto alla vita, l’autorità dei genitori, la libertà religiosa, la definizione tradizionale di sesso e matrimonio e la libertà di parola. Lunedì, ad esempio, il portavoce del partito Jorge Buxadé ha criticato il governo socialista al potere per aver aperto la Spagna ai turisti stranieri mentre cercava di “derubare gli spagnoli della Settimana Santa”. Ha detto: “Hanno deciso di derubare gli spagnoli della Settimana Santa e della partecipazione ad atti religiosi, così come delle vacanze per i figli di coloro che hanno ancora un lavoro”. Riferendosi al drastico lockdown imposto dai socialisti, ha proseguito affermando che il governo “ha messo milioni di spagnoli agli arresti domiciliari e a rischio l’economia nazionale”.

Il leader di Vox Santiago Abascal ha twittato la scorsa settimana che il Partito popolare è apparentemente incapace di fermare la “sinistra più radicale” al governo.

Fonte: churchmilitant.com

***

Sei un lettore di Duc in altum? Ti piace questo blog? Pensi che sia utile? Se vuoi sostenerlo, puoi fare una donazione utilizzando questo IBAN:

IT65V0200805261000400192457

BIC/SWIFT  UNCRITM1B80

Beneficiario: Aldo Maria Valli

Causale: donazione volontaria per blog Duc in altum

Grazie!

I miei ultimi libri