Ed ecco Immunaband, braccialetto elettronico per vaccinati

di Emily Mangiaracina

Un medico del Colorado sta vendendo un braccialetto scansionabile, chiamato Immunaband, progettato per fornire la prova dell’avvenuta vaccinazione contro il coronavirus.

Il braccialetto, presentato da organi di stampa come la Cnn, dispone di un codice a barre QR collegato ai registri personali delle vaccinazioni. I portatori devono caricare la loro scheda di vaccinazione per ricevere il braccialetto e avere la possibilità di aggiungere il proprio nome, nonché il tipo di vaccino contro il coronavirus che hanno ricevuto.

Il dottor J. Tashof Bernton, che ha creato il braccialetto ispirandosi a un’idea di suo figlio, ha progettato Immunaband come uno strumento destinato ai ristoranti, così da “assicurare ai clienti di trovarsi in un ambiente sicuro che prende sul serio il Covid-19”.

“So che il settore della ristorazione ha passato un inferno nell’ultimo anno”, ha detto Bernton. “Eppure, stanno ancora studiando come creare un ambiente sicuro, come far tornare i clienti, come farli sentire a proprio agio. L’Immunaband può svolgere un ruolo davvero significativo in questo”.

Il ristorante El Merkury a Philadelphia, così come i ristoranti a Los Angeles ed Elizabethtown, in Pennsylvania, sono tra quelli che hanno adottato il bracciale, ha riferito la CNNLa proprietaria di El Merkury, Sofia Deleon, ha detto: “Per me era davvero importante che tutti fossero vaccinati, che tutti tornassero al lavoro e si sentissero al sicuro”.

KXAN News ha recentemente condiviso una foto del dottor Bernton che mostra persone che usano l’Immunaband per accedere al Madison Square Garden di New York City, che per consentire l’ingressi richiede un test Covid-19 negativo o una prova di avvenuta vaccinazione.

Bernton vede il braccialetto come un passo avanti rispetto alle carte vaccinali emesse dal CDC, perché “con l’Immunaband non perderai i tuoi documenti, non verranno rubati o mutilati e hai un accesso costante”.

Il sito web afferma: “Il nostro contributo è produrre un simbolo esterno visibile dell’immunità interiore che si ottiene prendendo il vaccino. Gli eleganti braccialetti sono il simbolo della vaccinazione e – si spera – del trionfo finale della società su questa pandemia. Indossa questo braccialetto al lavoro, nei ristoranti e per far conoscere alle persone il tuo impegno per superare questa malattia attraverso il completamento della serie di vaccinazioni”.

Ora che il CDC ha diffuso una guida che afferma che “le persone completamente vaccinate possono riprendere le attività senza indossare una maschera o allontanarsi fisicamente”, alcune aziende richiedono la prova della vaccinazione prima che i clienti possano entrare senza mascherina.

Secondo quanto riferito, i codici QR sono anche favoriti come metodo di prova della vaccinazione da alcuni governi, incluso il Regno Unito, e alcune province canadesi.

La provincia del Quebec ha recentemente annunciato che invierà una “prova elettronica” sotto forma di un codice QR a coloro che sono stati vaccinati.

LifeSiteNews ha pubblicato un rapporto esclusivo che rivela che la provincia canadese di Manitoba starebbe ideando una scheda di registrazione dei vaccini Covid-19 abilitata per il codice QR: secondo una fonte governativa, potrebbe essere utilizzata come una sorta di “passaporto vaccinale”” digitale.

Fonte: lifesitenews.com

* * * * *

Cari amici di Duc in altum, è disponibile il mio nuovo libro: La trave e la pagliuzza. Essere cattolici “hic et nunc” (Chorabooks).

Uno sguardo sulla situazione della Chiesa cattolica e della fede. Senza evitare gli aspetti più controversi e tenendo conto dell’orizzonte dei nostri giorni, segnato dalla vicenda del Covid. Un diario di viaggio in una realtà caratterizzata da profonde divisioni, ma con la volontà di costruire, non di distruggere. E sapendo che il processo di conversione riguarda tutti, a partire da se stessi.

Il volume prende in esame questioni disparate (dal Concilio Vaticano II al pontificato di Francesco, dalla vita spirituale in regime di lockdown alle vicende vaticane, dal great reset alle questioni bioetiche) ma con un filo conduttore: l’amore per la Chiesa e la Tradizione, unito a una denuncia chiara sia delle derive moderniste sia delle nuove forme di dispotismo che limitano o negano le libertà fondamentali.

* * * * *

Sei un lettore di Duc in altum? Ti piace questo blog? Pensi che sia utile? Se vuoi sostenerlo, puoi fare una donazione utilizzando questo IBAN:

IT65V0200805261000400192457

BIC/SWIFT  UNCRITM1B80

Beneficiario: Aldo Maria Valli

Causale: donazione volontaria per blog Duc in altum

Grazie!

I miei ultimi libri