Dove eseguire l’eutanasia? Semplice: alle pompe funebri

Le agenzie di pompe funebri canadesi hanno scoperto un modo nuovo per guadagnare. “Durante la pandemia di Covid-19 – scrive bioedge.org – le persone hanno avuto bisogno di un luogo pulito, tranquillo e confortevole dove morire”, ma “molte volte le famiglie erano in difficoltà”, ha detto alla Cbc Paul Needham, direttore di pompe funebri in Ontario. “Volevano procedere, ma non avevano un posto dove andare. Nessuno era disposto ad accoglierli a causa del lockdown”.

E così alcuni operatori del settore hanno risposto mettendo a disposizione stanze nelle quali i parenti possono riunirsi attorno al letto del morituro, mentre il medico fa l’iniezione letale.

“I membri della famiglia possono essere proprio lì con il loro caro” spiega il signor Needham. “Possono portare un po’ della musica preferita, fiori, qualcosa da mangiare o, se vogliono, una bottiglia di vino. Non ci sono limitazioni. È l’ultimo giorno di questa persona sulla terra, quindi è giusto prendere in considerazione quante più cose possibili”.

A parte il lockdown per il Covid-19, altri clienti semplicemente non vogliono che il parente muoia a casa. A volte dicono cose come “ogni volta che guardo quel letto o ogni volta che entro in quella stanza rivivrei quel momento”. “Penso – dice Needham – che temano uno stigma e vogliano evitarlo”.

Un altro direttore di pompe funebri, David Mullen, sta seguendo la stessa strada. Ha infatti allestito una stanza appositamente per l’eutanasia. Su consiglio di un medico che esegue gli interventi, ha convertito uno spazio, precedentemente utilizzato come showroom per le bare, in un “luogo confortevole per le procedure di fine vita”. Ha portato un letto d’ospedale, una sedia reclinabile, luci soffuse, quadri, mobili per gli ospiti e un monitor televisivo per visualizzare le foto di famiglia. Nel locale possono essere forniti su richiesta degli spuntini. E c’è anche una stanza separata per i familiari che desiderano essere vicini al morituro ma non proprio al suo capezzale.

Sì, tutto molto confortevole.

Fonte: bioedge.org

I miei ultimi libri

Sei un lettore di Duc in altum? Ti piace questo blog? Pensi che sia utile? Se vuoi sostenerlo, puoi fare una donazione utilizzando questo IBAN:

IT65V0200805261000400192457
BIC/SWIFT: UNCRITM1B80
Beneficiario: Aldo Maria Valli
Causale: donazione volontaria per blog Duc in altum

Grazie!