Russia / Il ministero della Salute approva in via definitiva la terapia del dottor De Donno con il plasma iperimmune

Il farmaco Covid-globulina, basato sul plasma sanguigno di persone che hanno già sofferto della malattia, ha superato con successo gli studi clinici e ha ricevuto un certificato di registrazione permanente dal ministero della Salute della Federazione Russa, registrato dalla società statale Rostec.
Afferma la nota: “Lo sviluppo della holding Natsimbio della società statale Rostec nel corso di studi clinici ha confermato l’efficacia, la sicurezza e la capacità di neutralizzare il coronavirus. Secondo i risultati della ricerca, il farmaco Covid-globulin ha ricevuto un certificato di registrazione permanente dal ministero della Salute della Russia”.

Secondo i risultati di uno studio comparativo in doppio cieco, controllato con placebo, in sette pazienti su dieci che hanno ricevuto Covid-globulina come parte di una terapia complessa, il rischio che la malattia diventi più grave è stato ridotto. La più grande efficienza di Covid-globulina è stata dimostrata quando viene utilizzata nelle prime fasi della malattia.
Inoltre, nel 70% dei casi la terapia ha impedito lo sviluppo di complicazioni derivanti dallo sfondo dell’infezione da coronavirus come la comparsa di una tempesta di citochine, insufficienza renale, complicanze tromboemboliche, lo sviluppo della sindrome da distress respiratorio acuto, un aumento del grado del danno polmonare e un peggioramento dei sintomi clinici.

Ha detto il direttore generale di Rostec Sergey Chemezov: “Oggi possiamo annunciare con orgoglio il completamento con successo degli studi di un farmaco per il trattamento del coronavirus, Covid-globulina”.

Viene chiarito che la Covid-globulina è creata sulla base del plasma sanguigno di persone che hanno già subito il Covid-19 e contiene anticorpi contro il coronavirus. L’introduzione del farmaco aiuta il corpo a prevenire la transizione della malattia a una forma più grave e a superare l’infezione.

Il farmaco viene prodotto da un’impresa con sede a Perm della Microgen Research and Production Association, membro della holding farmaceutica Nacimbio di Rostec.

“Per la produzione di Covid-globulina viene utilizzato solo plasma di donatore con un alto titolo di anticorpi contro il Covid-19. Il farmaco è caratterizzato da un alto grado di purificazione e sicurezza del virus, nonché da una maggiore concentrazione di anticorpi rispetto alla materia prima iniziale. La tecnologia che abbiamo sviluppato ci consente di produrre “COVID-globulina “con una certa concentrazione standardizzata di anticorpi neutralizzanti in ciascuna fiala, che garantisce l’efficacia del farmaco”, ha affermato Andrei Zagorskiy, direttore generale di Nacimbio.

Dopo le primissime fasi delle indagini cliniche, il 1° aprile era stato approvato il suo impiego dal Ministero della Sanità russo e il giorno dopo sono iniziate le prove cliniche.

“Circa ventimila moscoviti guariti hanno donato il sangue con gli anticorpi” dice il sindaco di Mosca Sergej Sobjanin nel ringraziare i cittadini. Mosca è la prima delle città russe in cui si è iniziato a impiegare la trasfusione del plasma con gli anticorpi.

“Adesso nell’arsenale dei medici russi ci sono entrambe le forme di immunizzazione: quella attiva che è il vaccino e quella passiva che è costituita dalle immunoglobuline” ha dichiarato Serghey Chemezov.

Fonte: notizieindipendenti.it

* * * * *

Sei un lettore di Duc in altum? Ti piace questo blog? Pensi che sia utile? Se vuoi sostenerlo, puoi fare una donazione utilizzando questo IBAN:

IT65V0200805261000400192457

BIC/SWIFT  UNCRITM1B80

Beneficiario: Aldo Maria Valli

Causale: donazione volontaria per blog Duc in altum

Grazie!

I miei ultimi libri

Sei un lettore di Duc in altum? Ti piace questo blog? Pensi che sia utile? Se vuoi sostenerlo, puoi fare una donazione utilizzando questo IBAN:

IT65V0200805261000400192457
BIC/SWIFT: UNCRITM1B80
Beneficiario: Aldo Maria Valli
Causale: donazione volontaria per blog Duc in altum

Grazie!