Blog

I pastori malaccorti e la paura di proclamare la verità

Cari amici di Duc in altum, ho ricevuto da monsignor Carlo Maria Viganò il seguente contributo, che volentieri vi propongo. A.M.V. *** Oggi, 6 ottobre, XXVII Domenica dopo la Pentecoste, memoria di san Bruno, l’Ufficio delle letture offre alla meditazione dei pastori questo brano della Regola pastorale di san Gregorio Magno, papa (Lib. 2, 4 PL 77, 30-31):  «Il pastore sia accorto nel tacere e tempestivo nel parlare, per non dire ciò ch’è doveroso tacere e non passare sotto silenzio ciò che deve essere svelato. Un discorso imprudente trascina nell’errore, così un silenzio inopportuno lascia in una condizione falsa coloro…

Continue Reading

O Maria, ci affidiamo a te!

Cari amici di Duc in altum, ci siamo trovati in tanti oggi a Roma, in preghiera per la Chiesa. Abbiamo proclamato il Credo e recitato il Santo Rosario, e ci siamo affidati a Maria. Ecco l’Atto di affidamento che abbiamo recitato tutti insieme. O Maria, Madre di Dio e Madre nostra, ci affidiamo a te e confidiamo in te. Ti offriamo le nostre vite con il passato, il presente e il futuro. Tutto ciò che siamo e tutto ciò che abbiamo: facci tutti tuoi. Madre di misericordia, proteggi e difendi la Santa Chiesa dal relativismo, dall’eresia, dall’apostasia, dallo gnosticismo e…

Continue Reading

Strano dunque vero / 2

Cari amici di Duc in altum, ben ritrovati con la rubrica Strano dunque vero. Partiamo subito. Confronta con l’originale / 1 Ieri, nel giorno di san Francesco, ho ricevuto il seguente comunicato stampa. Sacro convento di Assisi aderisce alla preghiera Una croce in più. Ognuno dei settanta frati pianterà una croce. Assisi (Perugia), 4 ottobre – La comunità francescana del sacro convento di Assisi ha aderito alla preghiera Una croce in più, promossa dalla comunità Veritatis splendor. Lo ha annunciato il direttore della sala stampa del sacro convento di Assisi, padre XY, intervenendo alle celebrazioni per la festa di San…

Continue Reading

Roma, 5 ottobre / In piazza con il Rosario, in preghiera per la Chiesa

Forse perché si colloca a cavallo tra la festa di san Francesco (il giorno prima) e la Madonna del rosario (due giorni dopo), o forse perché il giorno successivo incomincia il Sinodo sull’Amazzonia, fatto sta che il 5 ottobre è una data molto intensa per quei cattolici che, con un eufemismo, possiamo definire “perplessi” e “dubbiosi”. Del resto dopo sei anni di aggiornamenti e di massiccia discontinuità rispetto ai pontificati precedenti, è un po’ inevitabile che la dialettica interna alla Chiesa cattolica si manifesti non più solo con appelli, “suppliche filiali”, lettere aperte, Dubia inascoltati, ma anche fisicamente, con una…

Continue Reading

San Francesco / Croci e alberi

Cari amici di Duc in altum, mi ha scritto un apota, ovvero uno di quelli che non se la bevono (secondo la definizione cara a Giuseppe Prezzolini e da me ripresa tempo fa).  Una breve lettera per stigmatizzare quanto avverrà oggi, nel giorno di san Francesco, nei giardini vaticani, dove il papa, per iniziativa dell’ordine dei frati minori aderenti al nuovo culto ecologista, pianterà l’ennesimo albero. A meno che… A.M.V. *** Caro Aldo Maria, tanto tempo fa i frati piantavano croci in tutto il mondo per far pregare le persone con il pio esercizio della Via Crucis. San Leonardo, che…

Continue Reading

Chiesa e missione: stiamo entrando nel tempo della prova finale?

Cari amici di Duc in altum, nell’incontro avuto in Mozambico con i confratelli gesuiti papa Francesco è tornato a pronunciarsi contro il proselitismo opponendolo all’evangelizzazione. La circostanza ha offerto lo spunto al giovane prete, che già in passato ha scritto più volte, per una domanda: quale idea di missione ha Francesco? Ne deriva una riflessione, di capitale importanza nel momento attuale, sulla predilezione, da parte di una certa teologia, nei confronti della “testimonianza silenziosa” rispetto all’annuncio. A.M.V. *** Caro Aldo Maria, dopo il tuo intervento e quello di Ettore Gotti Tedeschi sull’evangelizzazione e sul proselitismo, vorrei intervenire a proposito della …

Continue Reading

Lo scacco matto di Dio

Cari amici di Duc in altum, vi propongo volentieri questo contributo di don Alberto Strumia. Una “parabola” che prende spunto dal gioco degli scacchi per arrivare a conclusioni che riguardano da vicino noi e l’attuale fase vissuta dalla Chiesa. A.M.V. *** La “parabola” della partita a scacchi Porto con me un ricordo molto caro di mio zio – il fratello di mio “babbo”, come si usa chiamare affettuosamente in Romagna il proprio padre – che da parecchi anni mi vede dal Cielo. E tra i ricordi di bambino e ragazzo conservo anche quello della sua figura come appassionato e abile…

Continue Reading

Intervista / “Sradicato ma non rassegnato”

Cari amici di Duc in altum, su richiesta di numerosi lettori vi propongo la traduzione in italiano dell’intervista che ho rilasciato a The Remnant Newspaper. A.M.V. *** Il giornalista della Rai Aldo Maria Valli e il musicista di Chiesa Aurelio Porfiri sono due figure di spicco della cattolicità italiana che hanno deciso di unire le forze ed esprimere pubblicamente il loro disagio, per non dire altro, circa la situazione attuale nella Chiesa cattolica secondo la loro tradizionale visione della fede. Sradicati. Dialoghi sulla Chiesa liquida (Chorabooks, Hong Kong 2019) è stato il risultato del loro sforzo, un libro appassionato, scritto…

Continue Reading

Sinodo amazzonico / Quattro tesi eretiche

Cari amici di Duc in altum, in vista del sinodo amazzonico, in programma in Vaticano dal 6 al 27 ottobre, una nutrita schiera di prelati, sacerdoti e laici cattolici, riuniti nel gruppo di lavoro Coetus Internationalis Patrum, ha prodotto un testo nel quale esprime fondate riserve su alcuni contenuti dell’Instrumentum laboris che appaiono in aperta e grave contraddizione con la dottrina e con la fede che la Chiesa ha sempre insegnato. Qui di seguito vi propongo il testo in italiano e altre lingue, perché possa avere la massima diffusione. I sottoscrittori hanno ritenuto di non firmarsi per non incorrere nella…

Continue Reading

La Chiesa come un cespuglio di rose. Ecco perché Dio ci sta “potando”

Una volta le chiese erano piene, i gruppi giovanili potevano contare sulla presenza di due o tre sacerdoti, le suore erano numerose, i matrimoni erano tutti cattolici e c’erano lunghe liste d’attesa per le scuole cattoliche. Adesso è un altro mondo: poca gente a messa, pochissime vocazioni, carenza di preti e di suore, matrimoni cattolici in costante diminuzione. Alzi la mano il cattolico che, essendo nato negli anni Cinquanta o all’inizio dei Sessanta, non si è ritrovato a fare almeno una volta questo discorso chiacchierando con altri fedeli. È in effetti un ritornello piuttosto diffuso, e devo dire che vedendolo…

Continue Reading

Sancte Michael Archangele, defende nos in proelio

Una volta, prima della riforma del Concilio Vaticano II, alla fine della Santa Messa veniva recitata una preghiera, composta in latino nel 1884 dal papa Leone XIII, a san Michele Arcangelo. Diceva così: “Sancte Michael Archangele, defende nos in proelio; contra nequitiam et insidias diaboli esto praesidium. Imperet illi Deus, supplices deprecamur: tuque, Princeps militiae caelestis, Satanam aliosque spiritus malignos, qui ad perditionem animarum pervagantur in mundo, divina virtute, in infernum detrude. Amen”. Traduzione: “San Michele Arcangelo, difendici nella battaglia, contro le malvagità e le insidie del demonio sii nostro aiuto. Ti preghiamo supplici: che il Signore lo comandi! E…

Continue Reading

Oggi a Roma / Appello agli angeli, a difesa della fede

Cari amici di Duc in altum, circa duecento laici cattolici provenienti da tutto il mondo si riuniranno oggi a Castel  Sant’Angelo, a Roma, per rivolgere un Appello agli angeli, alla vigilia del sinodo sull’Amazzonia che si aprirà in Vaticano il 6 ottobre. I partecipanti all’evento fanno parte di una coalizione internazionale, chiamata Acies ordinata, che già ha svolto una manifestazione lo scorso 19 febbraio, in piazza San Silvestro, sul tema In silenzio per rompere il muro del silenzio. Anche la manifestazione di oggi si svolgerà in silenzio, tra le 15 e le 16 del pomeriggio, per concludersi con il canto…

Continue Reading

Proselitismo? Evangelizzazione? Il vero problema è se si crede o no

Cari amici di Duc in altum, ricevo da Ettore Gotti Tedeschi e volentieri vi propongo il seguente contributo. *** Dopo l’articolo di Aldo Maria Valli pubblicato nel suo blog il 26 settembre, hanno incominciato a girare  vignette ironiche, del tipo (mi si perdonerà se lo riporto, con estremo rispetto): “Chissà come sarebbe contento il Santo Padre se qualche imam gli confidasse di aver convertito padre Spadaro all’Islam. O un monaco buddista gli dicesse di aver convertito padre Sosa al buddismo”. Nelle vignette, in entrambi i casi,  il Santo Padre risponde: “Perché  questo proselitismo? Siete certi che ce ne fosse  proprio…

Continue Reading

Fiaba / I topolini e la bambina

C’era una volta una famiglia di topolini che viveva in una bella casetta nel bosco. Un giorno qualcuno bussò alla porta. Era una ragazzina con la faccina rotondetta e le trecce, e disse: “Attenti topolini! Sta arrivando un temporale e la vostra casetta sarà sommersa dall’acqua e spazzata via! Dovete abbandonare subito la casetta, se no finirete male!”. I topolini ebbero una paura fortissima e chiesero: “Ma tu chi sei, bambina?” “Io sono solo una bambina con la faccina rotondetta e le trecce, ma so che sta per arrivare il temporale. Dovete credermi! Lasciate subito la casetta. Fuggite!”. I topolini,…

Continue Reading

Se un cardiologo visita Gesù. I miracoli eucaristici visti al microscopio

Cari amici di Duc in altum, oggi vi propongo una lettura che ho trovato entusiasmante e preziosa. Si tratta del libro Un cardiologo visita Gesù. I miracoli eucaristici alla prova della scienza (Edizioni Studio Domenicano, Bologna 2018, 240 pagine, 20 euro), nel quale il dottor Franco Serafini prende in esame cinque miracoli eucaristici sotto il profilo medico e scientifico, giungendo a conclusioni che non possono essere ignorate, tanto più che per la scienza tali miracoli, come scrive l’autore, “costituiscono una pietra d’inciampo, un motivo di imbarazzo, un’incursione a gamba tesa, fatta di carne e sangue, nell’asettico e sacro territorio della…

Continue Reading

Fino a quando?

Cari amici di Duc in altum, così come le vie del Signore anche le possibilità di restare sconcertati da papa Francesco sono infinite. Il padre Antonio Spadaro pubblica oggi sulla Civiltà cattolica  la conversazione che Francesco ha avuto il 5 e l’8 settembre scorso con i gesuiti del Mozambico e del Madagascar in occasione del suo viaggio apostolico in Africa. Il resoconto si intitola La sovranità del popolo di Dio e vi possiamo leggere le risposte che il papa ha dato ai suoi confratelli durante l’incontro. Ma perché parlo di sconcerto? Perché a un certo punto, rispondendo alla domanda del…

Continue Reading

Il papa, gli aggettivi, gli avverbi e un preside ampolloso

Cari amici di Duc in altum, leggete insieme a me il brano seguente, poi ne parliamo. “La ricomposizione del pensiero e della pratica della fede con l’alleanza globale dell’uomo e della donna è ormai, con tutta evidenza, un luogo teologico planetario per il rimodellamento epocale della forma cristiana. E per la riconciliazione dell’umana creatura con la bellezza della fede. Detto nei termini più semplici, attraverso il superamento di ogni intellettualistica separazione fra teologia e pastorale, spiritualità e vita, conoscenza e amore, si tratta di rendere persuasiva per tutti questa evidenza: il sapere della fede vuole bene agli uomini e alle…

Continue Reading

Quando Enrico VIII difese i sacramenti dall’assalto di Lutero. E un pericolo che ritorna

Monsignor Athanasius Schneider, vescovo ausiliare di Astana, in Kazakistan, ha scritto una postfazione per la traduzione tedesca di La difesa dei sette sacramenti, libro pubblicato dal re Enrico VIII nel 1521, prima della sua eresia e dello scisma, per confutare gli errori di Martin Lutero, fondatore del protestantesimo, in particolare per quanto riguarda i suoi attacchi ai sacramenti della Chiesa cattolica. Ne dà notizia Lifesitenews, che propone in inglese il testo di monsignor Schneider. Il vescovo Schneider definisce il libro come un “capolavoro teologico”, sottolineando che Martin Lutero “ribaltò in modo radicale l’ordine divino dei Sacramenti e realizzò quindi una…

Continue Reading

Con Francesco un ritorno al cesaropapismo?

Con il pontificato di Francesco c’è, in forme nuove, un ritorno al cesaropapismo. E il sinodo amazzonico che sta per incominciare ne è l’espressione. La tesi è sostenuta da Carlos Esteban su Infovaticana e merita attenzione. Il cesaropapismo (che si manifestò quando il cristianesimo fu ammesso in quanto religione imperiale e poi, in forme diverse, durante il sacro romano impero, fino alla nascita delle monarchie nazionali) si fonda sul prevalere dell’autorità civile su quella religiosa, al punto che la prima (Cesare) decide anche in merito alle questioni disciplinari e teologiche della seconda (papa). Opposto alla teocrazia, nella quale è il…

Continue Reading

Studenti di università cattolica Usa contro l'”eteronormatività”

Dopo che la Corte suprema americana ha stabilito che gli studenti transgender possono scegliere di utilizzare la toilette pubblica che preferiscono, ora il nuovo fronte aperto riguarda i dormitori universitari. Gruppi studenteschi dell’Università di Notre Dame (ateneo cattolico) sostengono infatti che la tradizione dei dormitori divisi per sesso è espressione di “eteronormatività” e che, come tale, va superata. Elizabeth Boyle, che a nome degli studenti sta cercando di porre fine ai dormitori separati e al divieto di andare nei dormitori del sesso opposto, argomenta che questa pratica, in quanto conseguenza di una visione del mondo secondo la quale l’eterosessualità è…

Continue Reading