Buon anno! Duc in altum!

Cari amici di Duc in altum, alla fine di quest’anno così difficile, vedo girare messaggi che insultano il 2020. Capisco la reazione apotropaica a tante avversità, ma noi credenti sappiamo che il tempo, dono di Dio, è sempre provvidenziale. Innalziamo dunque il nostro Te Deum laudamus.

Vi mando un pensiero affettuoso, in unione di preghiera.

Grazie a tutti: autori e lettori. Buon 2021! Che sia davvero un anno nuovo!

Vi saluto con le parole di san Paolo e con le preghiere di due amici: il monaco benedettino Giulio Meiattini e il collega giornalista Alessandro Forti.

Buon anno! Duc in altum!

A.M.V.

***

Quello che è stolto per il mondo, Dio lo ha scelto per confondere i sapienti

Considerate infatti la vostra chiamata, fratelli: non ci sono fra voi molti sapienti dal punto di vista umano, né molti potenti, né molti nobili. Ma quello che è stolto per il mondo, Dio lo ha scelto per confondere i sapienti; quello che è debole per il mondo, Dio lo ha scelto per confondere i forti; quello che è ignobile e disprezzato per il mondo, quello che è nulla, Dio lo ha scelto per ridurre al nulla le cose che sono, perché nessuno possa vantarsi di fronte a Dio. Grazie a lui voi siete in Cristo Gesù, il quale per noi è diventato sapienza per opera di Dio, giustizia, santificazione e redenzione, perché, come sta scritto, chi si vanta, si vanti nel Signore.
1 Corinzi 26-31
*

Tu sei l’Eterno, e in eterno voglio amarti

O Dio,
liberaci dal virus, se vuoi,
ma ancor più da coloro che con esso ci terrorizzano,
ti prego, certo, che l’epidemia finisca,
ma soprattutto che siano confusi quelli che la cavalcano,
non ti chiedo di non ammalarmi mai,
ma che ai malati siano donati conforto e cura giusta,
non ti domando la salute a ogni costo,
ma una retta coscienza e una vita pura,
non desidero tornare alla vita “normale” di prima,
ma cominciarne una nuova, secondo la tua Grazia,
non ti supplico di scampare dalla morte,
ma di sapertela offrire sempre e comunque.
Perché Tu sei l’Eterno
e in eterno voglio amarti!
Amen
Dom Giulio Meiattini
Abbazia Madonna della Scala, Noci (Bari)
*

Che la Chiesa torni a essere segno di Bellezza e Verità

Il 2020 ci ha mostrato un mondo totalmente assorbito dalla preoccupazione per la salute del corpo.
Che l’anno che sta per cominciare possa vedere aprirsi un orizzonte diverso, mostrandoci un mondo che torni a pensare primariamente alla salvezza dell’anima.
È questa, Signore, la mia preghiera per il nuovo anno, e per quelli a venire.
Una preghiera per il mondo, ma soprattutto per la Chiesa, cattolica, apostolica e romana, ultimamente molto attenta alle questioni sociali e molto poco a quelle spirituali.
Che la Chiesa fondata da Cristo possa nuovamente mettere al centro la Gloria di Dio, tornando a essere segno splendente di Bellezza e Verità.
Amen
Alessandro Forti

 

I miei ultimi libri