Laureato in fisica, vuole svelare il segreto dell’immortalità. E ha undici anni

di Katie Spalding

Può essere difficile avere fratelli di successo. Ogni riunione di famiglia diventa una battaglia per decidere quale bambino ha più successo o chi è più intelligente di chi, e prima che tu te ne accorga stai litigando con tua sorella in cucina sul fatto che Mahler fosse più influente di Pitagora.

Bene, sii felice di non dover invitare Laurent Simons alla festa del Ringraziamento quest’anno. Questo prodigio belga-olandese non solo ha ottenuto una laurea in fisica, ma lo ha fatto nella metà del tempo normalmente impiegato ed è comunque riuscito a meritare il voto più alto della sua classe.

E ha undici anni.

“Trovo lusinghiero che le persone mi confrontino con Einstein”, ha detto Simons al Telegraph . “Ma penso che ognuno sia unico. Einstein è solo Einstein e io, Laurent, sono solo Laurent”.

Come se non fosse già abbastanza umiliante per noi normali, questo non è stato nemmeno il primo tentativo di Simons all’università. Dopo aver completato il liceo all’età di otto anni, si era originariamente iscritto all’Università di Eindhoven nel 2018, ma abbandonò quando i funzionari dell’ateneo rifiutarono il suo piano di studi. Ha poi seguito alcuni corsi all’Università di Gand, prima di trasferirsi all’Università di Anversa, dove si è laureato questo mese. Anche se la perdita di tempo gli ha fatto sfuggire la possibilità di diventare il più giovane laureato di sempre (che resta lo studente della University of South Alabama, classe 1994, Michael Kearney, laureato in antropologia all’età di dieci anni) Simons è ottimista.

“Non mi interessa davvero se sono il più giovane”, ha detto al quotidiano olandese De Telegraaf . “Si tratta di acquisire conoscenze per me”.

Con il diploma in mano, il prossimo passo di Simons è quello di iniziare e completare ufficialmente il suo master, ha fatto sapere al Brussels Times un portavoce dell’Università di Anversa. Dopo di che, l’obiettivo è un dottorato di ricerca.

“Oltre che nel suo paese d’origine, il Belgio, studierà anche negli Stati Uniti, in Israele e nel Regno Unito”, spiega il padre di Simons, Alexander. “Molte delle migliori università del mondo si trovano nel Regno Unito, quindi il paese doveva essere nella lista”.

In un’età in cui la maggior parte di noi spera solo di superare indenne la pubertà, Simons ha grandi progetti.

“L’immortalità, questo è il mio obiettivo”, ha detto, rivelando inavvertitamente che probabilmente  non legge Ifls [il riferimento è all’articolo Nonostante tutti i nostri miracoli medici, non siamo più vicini a sconfiggere la morte, pubblicato da iflscience.com]. “Voglio essere in grado di sostituire il maggior numero possibile di parti del corpo con parti meccaniche”.

La sua visione di un futuro pieno di cyborg non è solo una vaga idea: la mente del ragazzo ha già tracciato il percorso per realizzare il sogno.

“La fisica quantistica, lo studio delle particelle più piccole, è il primo pezzo del puzzle”, dice Laurent. “Voglio lavorare con i migliori professori del mondo, guardare dentro i loro cervelli e scoprire come pensano”.

Fonte: iflscience.com

* * * * *

Cari amici di Duc in altum, è disponibile il mio nuovo libro:

Aldo Maria Valli, La trave e la pagliuzza. Essere cattolici “hic et nunc” (Chorabooks).

Uno sguardo sulla situazione della Chiesa cattolica e della fede. Senza evitare gli aspetti più controversi e tenendo conto dell’orizzonte dei nostri giorni, segnato dalla vicenda del Covid. Un diario di viaggio in una realtà caratterizzata da profonde divisioni, ma con la volontà di costruire, non di distruggere. E sapendo che il processo di conversione riguarda tutti, a partire da se stessi.

Il volume prende in esame questioni disparate (dal Concilio Vaticano II al pontificato di Francesco, dalla vita spirituale in regime di lockdown alle vicende vaticane, dal great reset alle questioni bioetiche) ma con un filo conduttore: l’amore per la Chiesa e la Tradizione, unito a una denuncia chiara sia delle derive moderniste sia delle nuove forme di dispotismo che limitano o negano le libertà fondamentali.

* * * * *

Sei un lettore di Duc in altum? Ti piace questo blog? Pensi che sia utile? Se vuoi sostenerlo, puoi fare una donazione utilizzando questo IBAN:

IT65V0200805261000400192457

BIC/SWIFT  UNCRITM1B80

Beneficiario: Aldo Maria Valli

Causale: donazione volontaria per blog Duc in altum

Grazie!

 

 

I miei ultimi libri