X

“In arrivo epocali cambiamenti sistemici”. Parola di globalista

Il 29 e 30 marzo si è tenuto a Dubai il Vertice del governo mondiale 2022.  Nella capitale degli Emirati Arabi Uniti si è discusso su come introdurre il Nuovo Ordine Mondiale. La conduttrice della Cnn Becky Anderson ha aperto l’incontro chiedendo: “Siamo pronti per un nuovo ordine mondiale?”. Obiettivo dichiarato, “dare forma al futuro dei governi” e “creare un futuro migliore per l’umanità”.

Tra i partecipanti non potevano mancare il fondatore del World Economic Forum Klaus Schwab, la direttrice operativa del Fondo monetario internazionale Kristalina Georgieva, il segretario generale delle Nazioni Unite Antonio Guterres e il direttore generale dell’Oms Tedros Adhanom Ghebreyesus.

***

Il fondatore del World Economic Forum Klaus Schwab dice al World Government Summit: “La storia è davvero a un punto di svolta”, con l’instabilità economica, i conflitti tra le grandi potenze mondiali e la quarta rivoluzione industriale in arrivo.

Secondo Schwab ci saranno cambiamenti sistemici e strutturali e le catene di approvvigionamento globale, l’energia e i sistemi alimentari saranno profondamente colpiti.

Il mondo, ha sostenuto, “deve non solo superare il danno che il Covid-19 ha causato alla nostra economia e alla nostra società, ma affrontare le implicazioni di un pericoloso scontro tra grandi potenze mondiali”.

Che si tratti di una guerra, di un attacco cibernetico o di una parte dell’agenda del grande reset, Schwab è certo che stanno arrivando cambiamenti sistemici e strutturali per quanto riguarda il cibo, l’energia e le catene di approvvigionamento globale.

Schwab ha ringraziato gli Emirati Arabi Uniti per aver ospitato il suo Great Narrative Meeting a novembre e ha elogiato il paese per aver creato un centro per la quarta rivoluzione industriale (4IR): “Con tutte le questioni attuali nella nostra agenda, tendiamo a dimenticare che siamo in piena quarta rivoluzione industriale, che sta accelerando il cambiamento globale in un modo molto più vasto e rapido delle tre rivoluzioni precedenti. Sono orgoglioso che il governo di Dubai sia stato così lungimirante nel creare un centro per la quarta rivoluzione industriale in collaborazione con il World Economic Forum. In tempi di crisi, il ruolo dei governi è più importante e rilevante che mai”.

L’obiettivo del centro di Dubai, secondo Schwab, è quello di “identificare rapidamente il potenziale delle nuove tecnologie e sviluppare i necessari quadri etici e politici per queste nuove tecnologie per garantire che siano incentrate sulle persone e sulla società”.

Riferendosi alla crisi preferita dei globalisti – il cambiamento climatico – Schwab ha detto che le sfide globalmente interconnesse richiedono risposte globali e congiunte.

Schwab ha detto in numerose occasioni che la corsa verso la tecnocrazia e i conseguenti sistemi di credito sociale è accelerata dalla quarta rivoluzione industriale, e il traguardo sarà la “fusione delle nostre identità fisiche, digitali e biologiche”.

L’umano hackerabile è all’orizzonte, o forse ci siamo già.

Fonte: sociable.co

 

Aldo Maria Valli:
Post Correlati
Loading